6 giugno 2008

Benedetto XVI, il Papa dei best seller: tre anni di vendite record per i libri di Joseph Ratzinger. In arrivo l'opera omnia


Vedi anche:

Il Magistero di Benedetto XVI

DISCORSI, TESTI E OMELIE DEL TEOLOGO E DEL CARDINALE JOSEPH RATZINGER

L’eutanasia di un Ratzinger (Tempi e Corriere della sera)

Fallimento del vertice della Fao: "Contro la fame in ordine sparso" (Osservatore Romano)

Ecco come si distingue un cattolico in politica (Vittadini)

Quando il Papa piace ai laici (Battista)

A colloquio con il colonnello Theodor Elmar Mäder, comandante del Corpo della Guardia Svizzera Pontificia (Osservatore Romano)

Da Enzo Romeo (Tg2) un prezioso libro per conoscere meglio il Vaticano (Galeazzi)

Una lettura della «Spe salvi» dal continente della speranza (Osservatore Romano)

Intervista congiunta (Osservatore e Radio Vaticana) a Silvio Berlusconi:«La Chiesa è una ricchezza. Dialogo su ogni argomento»

Mary Ann Glendon: "I diritti umani, frutto della «giustizia che non cambia»" (Tracce)

Benedetto XVI negli Usa: così il Papa ha mostrato all'America il volto di Cristo (Tracce)

Latino, lingua comune d’Europa (Cardini e Beretta)

«Il Papa ha toccato il cuore dell’America»: ondata di iscrizioni al seminario di St. Joseph, chiese gremite, boom di contatti su internet...(Molinari)

Domenica 8 giugno sarà inaugurata la prima parrocchia in Italia dedicata alla liturgia romana antica

Tre anni di vendite record per i libri di Benedetto XVI. In arrivo l'opera omnia

Tra i titoli più venduti "Gesù di Nazareth" e le encicliche "Deus caritas est" e "Spe salvi"

Il Papa dei best seller vale due milioni di euro

di ORAZIO LA ROCCA

CITTÀ DEL VATICANO

Un catalogo di ben 132 titoli tra libri, monografie e commenti. E' l'"opera omnia" prodotta da Joseph Ratzinger a partire dal 1950, da giovane docente universitario, fino all'elezione papale del 2005. Una monumentale raccolta pubblicistica sui temi della fede che presto sarà ristampata dalla più grande casa editrice cattolica europea, la tedesca Helder, con l'attenta supervisione - nonché compartecipazione - della Libreria Editrice Vaticana (Lev), titolare dei diritti di tutti gli scritti di Benedetto XVI.

"Il progetto prevede la stampa di 13 volumi. Il primo, che sarà pubblicato a fine anno, sarà dedicato alle tematiche teologiche e liturgiche trattate dal Papa prima dell'ascesa al soglio di Pietro", annuncia don Giuseppe Costa, salesiano, direttore della Libreria Editrice Vaticana che curerà la traduzione in lingua italiana. Gli altri libri usciranno entro il 2009.

Tutta l'opera partirà, quindi, dalle prime pubblicazioni di Ratzinger - molte delle quali quasi introvabili come "Popolo e casa di Dio in S. Agostino" del 1954 e "La Teologia della storia di S. Bonaventura" del 1959 - fino alle meditazioni fatte dal futuro pontefice alla Via Crucis del 2005.
Compresi i libri più famosi di Ratzinger, come l'"Introduzione al cristianesimo", il "Sale della terra" e il notissimo "Rapporto sulla fede" scritto con Vittorio Messori.

"È una pubblicistica ricca e straordinaria a cui guarda con crescente interesse un variegato pubblico di lettori di ieri e di oggi, che ha in Ratzinger un sicuro punto di riferimento religioso e culturale", commenta don Costa, il quale però aggiunge che non è stato facile strappare il consenso del Papa per la pubblicazione. È verosimile immaginare che Ratzinger alla fine abbia dato il suo assenso forse spinto dal successo che stanno avendo i suoi vecchi e nuovi lavori editoriali.

Basti pensare che il suo ultimo libro, "Gesù di Nazaret" finora ha venduto in tutto il mondo oltre 2.500.000 di copie. Vendite da primato anche per le sue encicliche, la "Deus caritas est" con oltre 1.600.000 copie vendute, e la "Spe salvi" finora arrivata intorno a 1.400.000 copie. Ma c'è un altro dato meritevole di indubbia considerazione: da quando Benedetto XVI è stato eletto, i diritti maturati dai suoi libri ammontano ad oltre 2 milioni di euro.
"Sì, è verosimile", conferma don Costa, il quale, però, ama mettere in evidenza in modo particolare "il grande valore socio-culturale ed umanitario che è legato alla produzione letteraria del Santo Padre".

Un innegabile fiume di denaro che - assicurano in Vaticano - per volontà del Papa sarà oculatamente gestito da una istituzione ad hoc per tutelare le opere letterarie del pontefice, la Fondazione Ratzinger, con sede in Vaticano e in Germania.

Tratto caratterizzante di questo organismo - al quale aderiranno studiosi, ex colleghi universitari, ex allievi ed ecclesiastici filo ratzingeriani - l'attenzione alle opere di carità, gli aiuti ai poveri e la vicinanza ai giovani studenti bisognosi con borse di studio.

© Copyright Repubblica, 6 giugno 2008 consultabile online anche qui.

5 commenti:

Mariano98 ha detto...

Vogliamo scommettere che ci sarà qualcuno che digerirà male tutto questo???????
Il fatto stesso che sia repubblica a parlarne mi puzza di bruciato!

mariateresa ha detto...

che prendano l'Alka Selzer allora.
I fatti sono fatti.
Sono molto molto contenta di questa iniziativa della pubblicazione dell'opera omnia. Credo che mi rovinerò economicamente.

euge ha detto...

Un ciao a Mariano 98 ed a mariateresa!!!!!! Quanto è brutta l'invidia!!!!!!! Perchè è da lì che scaturisce tutto questo articolo. Del resto parliamoci chiaro chi dice cose di profondo valore spirituale e culturale scrivendo divinamente bene VENDE!!!!!!! Questo dimostra per grazia di Dio, che esistono cervelli in grado di apprezzare lo stile e la profondità di certi contenuti che non sono certo raccolte di barzellette.
GRAZIE BENEDETTO XVI
Eugenia

Anonimo ha detto...

Anche io attendo l'opera Omnia! farò una certa spesa, ma volentierissimo! Spero inseriscano le omelie che tenne da arcivescovo a Monaco e altre omelie qua e là da cardinale. Marco

Anonimo ha detto...

Da quanto ne so, così avevo letto in un articolo, nei conteggi di questo genere non rientrino tutte le vendite che normalmente avvengono nelle librerie religiose. Soprattutto mi sembra strano per il milione e mezzo di copie delle encicliche vendute in tutto il mondo. Solo Famiglia Cristiana ne avrà vendute 1 milione come allegato al settimanale (pensiamo a tutti gli altri settimanali stranieri di matrice cattolica che hanno fatto questo)...

Paolo