21 maggio 2007

No, non è la BBC ma una rete faziosa


Il duro editoriale di "Avvenire"

"Colpevoli di crimini enormi" (Benedetto XVI ai preti pedofili)

Rassegna stampa del 20 maggio 2007

Le infami accuse al Papa ed alla Chiesa...ecco la verità! (parte seconda)

Ancora sulle infami accuse al Papa: i fatti esposti da Angela Ambrogetti



Carissimi amici, svolazzando qua e la' per il web mi sono imbattuta in un articolo che oserei definire molto ma molto interessante.
Alla fine ci sara' una mia riflessione:

venerdì, 27 ottobre 2006

La BBC promuove sentimenti anticristiani

Il quotidiano inglese Daily Mail ha rivelato che in una recente riunione segreta, i principali funzionari e stelle della catena televisiva BBC hanno ammesso di avere pregiudizi anticristiani, e che non considerano percorribile un cambiamento.

Nella riunione convocata dalla veterana Sue Lawley, i funzionari della TV britannica hanno ammesso che l'azienda è dominata da omosessuali e da minoranze etniche; inoltre, che promuove deliberatamente il multiculturalismo, che è antiamericana, antirurale, e più sensibile ai sentimenti dei musulmani che dei cristiani.

Secondo il Daily Mail, i funzionari della BBC finalmente hanno ammesso quello che i critici della TV stanno dicendo da anni: la BBC è dominata da "liberals" tendenziosi di sinistra, che hanno pregiuzizi contro il Cristianesimo e a favore del multiculturalismo.

Per il quotidiano, questa riunione permette intendere il giornalismo fazioso della BBC e i suoi servizi su temi chiave come i musulmani e il terrorismo. "Ha rivelato che i funzionari della BBC permetteranno che la Bibbia sia gettata in un bidone della spazzatura, ma non il Corano e che se avessero l'opportunità diffonderebbero una intervista con Bin Laden".

Il periodico cita un funzionario della televisione inglese che ammette la possibilità che la BBC "sia andata troppo in là nella direzione della correttezza politica, purtroppo queste cose sono talmente incrostate nella cultura della BBC che è molto difficile cambiarle".

Nelle ultime settimane la BBC è stata fortemente criticata da vari ambienti per i serizi sul discorso del Papa a Ratisbona, perchè per molti diedero origine all'ira musulmana.

Il discorso del Papa fu considerato un coraggioso passo per il dialogo. Questo fino a che la BBC il giorno 14 u.s. non ha lanciato un servizio in arabo, turco, parsi (lingua dell'Iran), urdu (parlato in Pakistan) e malese, con il titolo "Il discorso del Papa eccita l'ira musulmana".

Inoltre, l'azienda televisa ha ripreso una conduttrice televisiva perchè indossava un piccolo crocifisso mentre appariva in video.


Ci rendiamo conto?
E noi dovremmo considerare obiettivo un documentario di una rete che manifesta palesemente sentimenti anticristiani? Una rete che e' la principale responsabile delle interpretazioni scorrette della lectio di Ratisbona? Una rete che vieta ad una sua dipendente di portare la croce al collo? Stiamo scherzando?
Osserviamo attentamente le date
.

Lectio di Ratisbona: 12 settembre 2006
Video BBC sui preti pedofili: 1° ottobre 2006
Articolo del Daily Mail: 27 ottobre 2006
.

Non vi sembra che il video sia una trovata per rafforzare le critiche al Papa dopo la lectio di Ratisbona? Non ritenete possibile che la BBC abbia approfittato proprio di quel momento per sferrare l'attacco a Benedetto XVI al solo scopo di screditarlo, per di piu' senza prove e senza contraddittorio?
Non puzza anche a voi questa coincidenza di tempi?
Non vi pare che la BBC sia, per cosi' dire, influenzata da lobby?
C'e' molto su cui riflettere...

Raffaella

5 commenti:

euge ha detto...

Ho letto l'articolo molto interessante questa volta bisognga dirlo senza falsa ironia sulla BBC. Lo trovo sconvolgente ed allucinante ma, mi riesco a spiegare le quanto mai esagerate reazioni sia alla Lectio Magistralis di Ratisbona, ed ora il tentativo penosamente balordo passami il termine, di spofondare la Chiesa tutta ed il Papa per primo nel baratro dell'ignominia. La cosa preoccupante è che in italia e nella Televisione di Stato c'e' chi dice che si deve prendere esempio dalla BBC si può facilmente immaginare, da chi provenga questa infame ed infelice battuta...........dagli stessi "geni" che sempre hanno digerito in malo modo non solo l'elezione di Ratzinger, ma, anche i suoi ripetuti ed innegabili successi all'estero e nei viaggi apostolici. Dunque ci troviamo di fronte ad una collaborazione trasversale e perversa che guarda caso si compatta dopo il viaggio in Brasile ed il successo del Family Day strana coincidenza.............. Peraltro, la cosa che più mi indispettisce per non dire di più è anche pensare che sono stati spesi i nostri soldi del canone per acquistare una simile schifezza!!!!!!!!!! Come possiamo non dico impedire ma dimostrare dissenzo contro tutto questo????????
Grazie Eugenia

mariateresa ha detto...

rimaniamo sereni. è vero ci sono coincidenze e vari tipi di schifezze, alcune sgangherate. ma rimaniamo sereni.
i cristiani devono rimanere sereni, soprattutto nei confronti di coloro che , in buona fede, beccano e a cui bisogna essere in grado di argomentare.io sono convinta che il nostro Papa è il più sereno di tutti, si vede. Almeno per come io lo percepisco.
Un abbraccio a tutti e tutte.
E' un momento difficile, ma tutto io credo alla fine abbia un senso, è meglio affrontare le cose per quello che sono e non per quello che sarebbe auspicabile . Anche se il senso attuale è un po' difficile da mandar giù.Io sono ottimista sempre....
Vi abbraccio

Raffaella ha detto...

Ciao Euge, che bello rileggerti!
Concordo con te sul fatto del canone rai. Dalla tv di Stato ci si aspetterebbe un altro atteggiamento non nei confronti del Papa ma di tutti i cittadini che, spesso e volentieri, vengono mandati allo sbaraglio senza avere la possibilita' di difendersi. Mi auguro che la rai non ambisca (come qualcuno vorrebbe) a diventare una nuova BBC perche' sarebbe troppo!
Ciao
Raffaella

Raffaella ha detto...

Ciao Mariateresa, sicuramente il piu' sereno di tutti e' il Papa. La sua fede e' talmente radicata che traspare dal suo volto.
Anche io sono sicura che tutto andra' per il meglio, ma mi piace denunciare certe coincidenze che poi tanto casuali non sono...
Ciao
Raffaella

euge ha detto...

cara Raffaella, sono tornata a scrivere in questo tuo blog perchè in questa circostanza che accomuna tutti coloro che sentono non solo affetto ma, stima e fiducia verso Benedetto XVI, sappiano fare fronte comune ed alzare la loro voce; il che non vuol dire inveire, offendere e denigrare come fanno i grandi "geni" dall'altra parte ma, solo pretendere che una persona che da sempre ha portato un contributo non indifferente alla chiesa sottostando anche a decisioni altrui perchè rispettoso dell'obbedienza, non sia fatto oggetto di questi assurdi, bassi e quanto mai disgustosi marchingegni. Spero che questo mio appello non rimanga inascoltato. Grazie Lella a presto Eugenia