26 marzo 2008

Il solito teatrino dei media (attacchi al Papa e silenzio sulle persecuzioni dei Cristiani) e grande delusione per l'atteggiamento di certi Cattolici

Cari amici, c'era da aspettarselo: anche stamattina grandi critiche al Papa per il battesimo di Magdi Cristiano Allam.
Grande spazio alle offese degli integralisti islamici e alle critiche dei cosiddetti saggi, firmatari della lettera indirizzata ai leader cristiani.
Silenzio assordante e totale sulla condizione di quei Cristiani perseguitati nelle terre a maggioranza islamica e buddista, salvo lodevoli eccezioni.
Che bella coerenza, complimenti!
Devo dire, pero', la verita': mi interessa poco cio' che scrivono i giornali perche' si sa che lo sport preferito di certe penne e' quello di ignorare gli appelli del Papa salvo poi criticarlo quando (a loro avviso) tace o quando (sempre a loro avviso) non si comporta secondo i dettami del religiosamente, politicamente e mediaticamente corretto.
Cio' che piu' mi fa male e mi fa pensare e' l'atteggiamento di certi Cattolici che, anche in questo caso, si sono distinti per incoerenza. Non solo: fanno a gara per prendere le distanze dal Papa e dal battesimo di Allam.
Eppure mi sarei aspettata che le cose andassero in maniera diversa: avrei immaginato che tutti avrebbero sentito il bisogno di accogliere Cristiamo Allam nella fede cattolica.
Dovrebbe essere un momento di gioia quando un amico entra a far parte della nostra famiglia. Dovremmo accoglierlo, rispettarlo, volergli bene come e piu' di prima.
E invece? Invece no! Prese di distanza, accuse, alzata di spalle.
Ma che esempio di Chiesa stiamo dando?
Ma e' diventata questa la Chiesa Cattolica? Che cos'e' tutta questa preoccupazione di non irritare l'Islam? Si tratta di paura? Di mancanza di coraggio? Di volonta' di essere lasciati da soli nel proprio "brodo"?
Beh, cari signori, Cristo e' salito sulla Croce diventata "cattedra" da cui rivelare la Verita'! Cristo non era religiosamente, politicamente e mediaticamente corretto.
Egli non aveva timore di parlare al prossimo proclamando la fede, non di nascondeva dietro ad un dito per non urtare il prossimo, non si preoccupava del giudizio altrui...
Egli ha, fra l'altro, detto
:

Dal Vangelo di Luca (6, 26)

Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi.
Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti."


Dal Vangelo di Matteo (10, 34-36)

Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada.
Sono venuto infatti a separare
il figlio dal padre, la figlia dalla madre,
la nuora dalla suocera.
e i nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa.
Rinnegarsi per seguire Gesù
(Angelus, 19 agosto 2007)

Nessun compromesso per chi segue Gesu'!
Vorrei leggere anche qualche bella dichiarazione di qualche vescovo visto che la Chiesa non e' solo il Papa, come amano dire in tanti...

Ai media dico: la liberta' va difesa sempre! Tanto rumore per il vescovo di Trento che giustamente vieta ad un parroco di raccogliere le offerte per la costruzione di una moschea e nemmeno una parola in difesa del diritto del Santo Padre di battezzare chi lo chiede...
R.

11 commenti:

mariateresa ha detto...

cara, ho dato solo una veloce guardatina su web . Non amareggiamoci, è la solita storia.
Il problema con certi cattolici c'è, è inutile girarci intorno.
Giornaloni e cattolici adulti sono la palla al piede di questo Pontificato.
Quanto alle nostre palle non ne parliamo....

Raffaella ha detto...

Ciao Mariateresa :-)

Ormai il mio deposito di palle e' pieno e dovro' chiedere ospitalita' al mio vicino di casa :-))

Luisa ha detto...

Hai detto tutto cara Raffaella, e quello che più mi irrita è che tutti questi saccenti moralisti , in primis i cattolici che più che adulti io mi sento di chiamare dissidenti, in realtà hanno nel mirino Benedetto XVI, è lui ch evogliono colpire.
C`è uno spettacolo ,ha ragione, il signore dei 138, ma non è quello al quale fa allusione parlando della nostra Litrugia, no è il tristissimo e pessimo spettacolo dato da questi signori cattolici, il cui ego ipetrtrofizzato e la loro antipatia verso il Papa stanno provocandio danni, confusione nella nostra Chiesa o forse, sarebbepiù giusto dire che la profonda divisione era già in atto e in profondità, questa lacerazione con il Magistero forte e coraggioso di Papa Benedetto, non fa che venire alla luce !
Preghiamo per il nostro Papa e per la Chiesa .

Anonimo ha detto...

Niente di nuovo sotto il sole, ragazze. Dobbiamo forse stupici, amareggiarci? No!
Per quanto riguarda i cosiddetti cattolici adulti, semplicemente si stanno una volta di più rivelando per quello che sono: dei non cattolici.
Caro e coraggioso Papa Benedetto che non ha il timore di far emergere la verità. Di denunciare la sharia, perchè di questo si tratta.
La sua decisione di battezzare Allam è stata epocale. Ha messo sotto la sua protezione, a suo rischio e pericolo, tutti i convertiti del mondo.
Alessia

Anonimo ha detto...

Confermo: coloro che criticano la decisione di battezzare Cristiano Allam proclamandosi cattolici mi fanno sorridere.
Se loro sono cattolici ho capito perchè pubblicani e prostitute li precederanno nel Regno dei Cieli...
Ciao Raffaella e buon lavoro
Federico

Anonimo ha detto...

In Italia, l'ottantesimo compleanno di Kung è passato inosservato, mentre nei media germanofoni qualche risalto l'ha avuto. L'intervista, http://www.drs2.ch/www/de/drs2/66845.der-vordenker-hans-kueng-wird-80.html, rilasciata alla radiotelevisione svizzera è particolarmente patetica, si lamenta che tutti lo additano come l'oppositore di sua maestà il papa, mentre lui ha una sua storia personale. E' dura per i cattolici adulti essere passati da opinion-makers a commentatori (rosiconi) delle imprese altrui.Cordialmente, Eufemia

euge ha detto...

L'atteggiamento di certi cattolici defini " adulti " ma, che adulti non sono, non lo capirò mai; ma non c'è da meravigliarsi del resto la stragrande maggioranza di noi ( parlo dei sedicenti cattolici purtroppo presenti in questa ormai malandata Barca di Pietro), non riesce a comprendere o non vuole perchè troppo impegnativo, l'importanza della verità, l'importanza di essere sinceri, schietti e determinati fino in fondo. Questi " cattolici" preferiscono la confusione preferiscono la botta al cerchio ed una alla botte insomma il classico piede in due staffe, per mantenere un equilibrio che equilibrio non è figuriamoci il rispetto........ e così non si va da nessuna parte l'abbiamo detto e ridetto mille volte.... e dove la mettiamo l'acredine perchè questo e sottolineo questo Papa ha avuto il coraggio di evidenziare se pur con rispetto, le differenze e da quelle ripartire per costruire qualcosa di serio? E' questo che brucia in tanti cattolici laici e non .......... Cari signori smettetela una buona volta di rifuggiarvi dietro " Al volemose bene e famo tutti contenti". In questo periodo che viviamo, ci vogliono i giusti attributi ma, mi rendo conto leggendo certe dichiarazioni, che gli attributi risultano gravemente mancanti.

Anonimo ha detto...

In un'intervista all'Unità, Zizola accusa il papa di essere rimbambito e Cl di settarismo. Senza citare i cardinali che con lui si confidano. All'epoca del suo sequestro, Aldo Moro era stato così incauto da scrivere proprio a Zizola per invitarlo a mediare: da allora nessuno gli ha più confidato un simile ruolo. Cordialmente, Eufemia

sermonio ha detto...

Zizola che dà del rimbambito a qualcuno???? Guardi prima dentro al suo occhio, please
Pensare che dopo la morte di Giovanni Paolo II si affrettò a far passare anche lui per un vecchio disabile manovrato da certi poteri curiali guidati da don Stanislao...
Riguardo agli amici cardinali, troppe bocche da sfamare in Vaticano e braccia rubate ll'agricoltura missionaria, l'ho sempre pensato....

don Marco ha detto...

Sermonio ti stringo la mano.
I peggiori nemici del Santo Padre li ha proprio dentro e sotto casa, tutti sti cardinali falsi e ipocriti che lo incensano adesso, perchè non si va a riguardare qualcuno gli interventi di tanti che adesso lo adulano??
Caro Benedetto qualcuno ti ha dato l'esempio, fai una sferza di cordicelle e butta fuori tutti che han fatto della Casa di Dio una spelonca di ladri e un piedistallo per carriere e affini, comincia dall'arciprete e giù tanti altri.
Basta guardarli durante le celebrazioni, tutti annoiati, sonnecchianti, appena vedono la telecamera tutti assumono un'aria mesta e devota. Povero papa!!!
Per quanto riguarda Zizola....ne verbum quidem, anche lui sta cercando di tornare alla ribalta, e sa bene che in Italia più si dicono idiozie più si sta sulla cresta dell'onda, vedi Odifreddi, finora sconosciuto, da quando ha scritto quella accozzaglia di idiozie sul cristianesimo, che non le direbbe nemmeno il peggior somaro dei liceali, è sempre in TV....... si, a far figuracce.

Raffaella ha detto...

Eh, caro Don Marco, quanto hai ragione!
A volte passerei volentieri fra i banchi di cardinali e vescovi con la lingua di Menelik e la trombetta in modo da svegliarli dal loro torpore.
R.