26 marzo 2008

Il Papa: la Risurrezione di Gesù ha cambiato il corso della storia, la vita delle persone e dei popoli, ma ancora oggi qualcuno la pone in dubbio (RV)


Vedi anche:

"Se viene meno nella Chiesa la fede nella risurrezione, tutto si ferma, tutto si sfalda..." (Catechesi udienza generale)

Il Papa e le sorprendenti linee interpretative dell'Unità: "Peccato per Furio Colombo e le sue affannose iperboli" (Avvenire)

BENEDETTO XVI: UDIENZA, “LASCIAMOCI CONQUISTARE DALLA RISURREZIONE DI CRISTO”

LA CONVERSIONE NON È MAI UN FATTO POLITICO (Cardia per "Avvenire")

Magdi e il Papa. Quanti cattolici non li amano...(Libero)

Attacchi furibondi al Papa dai due giornali del PD (Unità e Europa)

Conversione Allam, Mons. Bromuri: "Forse è il momento di presentare in maniera più chiara ed efficace il cristianesimo all’Islam" (Sir)

Il vescovo di Trento blocca il protagonismo di un parroco che raccoglieva offerte per la costruzione di una moschea (Repubblica)

Mambo (Il Riformista): "Il fanatismo di Furio Colombo (e di Liberazione) contro Allam"

Osservatore Romano: «Allam, nessuna intenzione ostile verso l'islam» (Eco di Bergamo)

Noi, come Allam convertiti al Cristianesimo. Ora viviamo nel terrore (Il Giornale)

«Magdi annunciò il suo battesimo e poi ci disse: chi rischia è il Papa» (Tornielli)

Il solito teatrino dei media (attacchi al Papa e silenzio sulle persecuzioni dei Cristiani) e grande delusione per l'atteggiamento di certi Cattolici

Una riflessione di Mons. Eugenio Romero Pose sulle radici cristiane dell'Europa (Osservatore)

Conversione Allam, Vian: "Il gesto del Papa ha un importante significato perché afferma, in modo mite e chiaro, la libertà religiosa" (Osservatore)

Vacanze a Bressanone, l'unica richiesta del Papa: un pianoforte nella sua stanza

Conversione Allam, protestano i 138 saggi musulmani. Enno'! La libertà religiosa non è negoziabile!

Apologia di una conversione: "Il musulmano e l'acqua santa. Incanto barocco, gesto coraggioso" (Giuliano Ferrara)

Settimana Santa: le omelie nascoste di Papa Benedetto. Commento di Sandro Magister: stupendo il paragone con Leone Magno e Agostino

CONVERSIONE DI MAGDI CRISTIANO ALLAM: ARTICOLI, INTERVISTE E COMMENTI

Benedetto XVI all'udienza generale: la Risurrezione di Gesù ha cambiato il corso della storia, la vita delle persone e dei popoli, ma ancora oggi qualcuno la pone in dubbio

La certezza e la gioia della Risurrezione di Cristo, “evento sorprendente”, “chiave di volta del cristianesimo”: ne ha parlato oggi il Papa, rivolto ai numerosi fedeli - circa 30 mila - raccolti per l’udienza generale in piazza San Pietro, in questo primo mercoledì di primavera. Benedetto XVI è giunto in Vaticano, stamani, a bordo di un elicottero da Castel Gandolfo, dove sta trascorrendo un periodo di riposo pasquale e dove farà ritorno al termine dell’udienza per restarvi fino a domenica prossima. Il servizio di Roberta Gisotti:

“Nella Chiesa tutto si comprende - ha spiegato il Papa - a partire da questo grande mistero che ha cambiato il corso della storia e che si rende attuale in ogni celebrazione eucaristica”. Ma è nel “tempo pasquale” che questa “realtà centrale della fede cristiana” “viene proposta ai fedeli in modo più intenso, perché sempre più la riscoprano e più fedelmente la vivano”. Pasqua è anche la nostra Pasqua, perché nel Cristo risorto ci è data la certezza della nostra risurrezione finale:

"E’ importante ribadire questa verità fondamentale della nostra fede, la cui verità storica è ampiamente documentata anche se oggi, come in passato, non manca chi in modi diversi la pone in dubbio o addirittura la nega".

Da qui, il monito di Benedetto XVI: “Nella Chiesa tutto si ferma, tutto si sfalda” se viene meno la fede nella Risurrezione di Gesù che rende “debole la testimonianza dei credenti”. Al contrario, l’adesione a Cristo morto e resuscitato cambia la vita e illumina l’intera esistenza delle persone e dei popoli:

"Non è forse la certezza che Cristo è risorto, a imprimere coraggio, audacia profetica e perseveranza ai martiri di ogni epoca? Non è l’incontro con Gesù vivo a convertire e ad affascinare tanti uomini e donne che fin dall’inizio del cristianesimo continuano a lasciare tutto per seguirlo e mettere la propria vita a servizio del Vangelo?".

“Se Cristo non è resuscitato - ha aggiunto il Papa citando l’apostolo Paolo - allora è vana la nostra predicazione ed è vana anche la nostra fede”:

"Soprattutto, lasciamoci conquistare dal fascino della sua Risurrezione. Ci aiuti Maria ad essere messaggeri della luce e della gioia della Pasqua per tanti nostri fratelli".

Nei saluti finali nella varie lingue, il Santo Padre ha ricordato il centenario della Parrocchia romana di Ognissanti, affidata da San Pio X a San Luigi Orione, e si è poi rivolto in particolare ai giovani giunti numerosi a Roma dalla diocesi di Milano:

"Siate entusiasti protagonisti nella Chiesa - vedo che siete entusiasti! (applausi) – protagonisti nella Chiesa e nella società!".

Tra i fedeli in piazza San Pietro anche un gruppo di bambini di Beslan, località nell’Ossezia del Nord, sopravvissuti alla strage consumata nella loro scuola attaccata nel settembre 2004 da terroristi islamici e separatisti ceceni. In quella tragica vicenda, ci furono centinaia di morti, tra cui 186 piccoli scolari. I bimbi di Beslan sono ospiti in questi giorni dell’associazione "Reset" di Graffignano, in provincia di Viterbo.

Al termine dell’udienza, Benedetto XVI ha ricevuto in una saletta adiacente l’Aula Paolo VI il presidente dell’Assemblea generale dell’ONU, il macedone Srgjan Kerim. Ricordiamo che il Papa si recherà in visita al Palazzo di vetro dell’ONU, a New York, il 18 aprile prossimo.

© Copyright Radio Vaticana

1 commento:

Credente nel Vangelo ha detto...

Se Cristo non è risorto, semplicemente la vita NON HA SENSO. Non solo è un evento CENTRALE nella Storia, ma in assoluto l'unico veramente importante per le nostre vite. Grazie, Signore!