19 giugno 2007

Fra Sistino...un uomo...un mito (3) [Assisi]


Vedi anche:

Il Papa ad Assisi: cio' che i giornali non hanno scritto

Fra Sistino...un uomo...un mito!

Fra Sistino, un uomo...un mito (2)

"Gesu' di Nazaret": riflessioni del cardinale Martini

Mostra blasfema a Bologna: abominevole bestemmia

Video BBC: lo speciale di Luciano Giustini

Il Papa ad Assisi: l'incontro con le suore tedesche, il messaggio ai frati minori

Rassegna stampa del 19 giugno 2007

Aggiornamento della rassegna stampa del 19 giugno 2007 (1)

Il Papa sbanca l'auditel

IL PAPA AD ASSISI: LO SPECIALE DEL BLOG

Con enorme piacere riporto questo importante reportage che il nostro amico Fra Sistino (un uomo...un mito) ha scritto per l'autorevole giornale Petrus.
Ringrazio Fra Sistino per averci dato qualche "chicca" sulla visita del Papa e per avere stigmatizzato il comportamento di certi mass media.
Credo che sarebbe ora che la comunicazione sul Papa facesse un salto di qualita'.
Ne abbiamo gia' parlato su questo blog in molte occasioni, vorrei solo segnalare i seguenti post:

Il Papa ad Assisi: cio' che i giornali non hanno scritto

I media vaticani che vorrei (di Raffaella)

Ecco che cosa scrive Fra Sistino:



Il Papa ad Assisi tra la gioia dei fedeli e un commensale indigesto...

di Fra’ Sistino

CITTA’ DEL VATICANO - Che bella Assisi! Che dolcezza nello sguardo delle monache che hanno appena incontrato il Papa! Che gioia nella gente che correva per le strade per vedere Benedetto! Che serenità nello sguardo del Pontefice in preghiera sui luoghi di Francesco! Sì, ma di tutto questo non si è visto quasi nulla in tv. Ad Assisi con il Papa, per una intera giornata, quante cose sono successe. La cittadina simbolo di una spiritualità purtroppo molto spesso offuscata dalla politica, domenica era in festa. Gente che da giorni e giorni lavorava perché tutto fosse perfetto, bellissimo, indimenticabile. Suore di ogni ordine che pregavano, frati che correvano da un parte all’altra…
Confratelli che ancora non hanno “digerito” il Motu Proprio di Papa Benedetto che li lega al lavoro pastorale della Diocesi…
E Ratzinger, ancora una volta, ha fatto il professore e ha spiegato il Concilio Vaticano II ai francescani di oggi un po’ troppo attenti alle cose del Mondo. Del resto, gli avevano rovinato la pausa pranzo con un commensale indigesto: Romano Prodi. Il primo ministro dopo aver sostenuto la parata gay che insultava il Papa è andato a baciargli la mano. Va bene la libertà, ma che fine ha fatto la “coerenza eucaristica” dei politici? Che bello sarebbe stato avere il Papa un po’ più tra la gente, invece! E che bello se i biglietti per la messa del mattino fossero stati più numerosi… e che bello se tutte le tv e giornali il giorno dopo avessero raccontato il Francesco di Ratzinger invece del Prodi di Assisi!
Invece solo la messa sulla Rai, e una diretta sgangherata che nessuno ha visto domenica pomeriggio su un canale ormai senza senso. E pensare che un confratello mi ha detto che c’erano 500 giornalisti e fotografi pronti a fare vedere, a raccontare e non hanno potuto fare quasi nulla.
Che peccato che chi lavora per il Papa non ami il Papa come lo amiamo noi semplici fraticelli! Peccato che anche tanti miei confratelli abbiano dimenticato la “perfetta letizia” del Serafico Padre.
Peccato che non abbiate visto la gioia delle suore che sono state benedette dal Papa, e la gioia di Benedetto davanti ai bambini che lo salutavano con un canto sul prato davanti alla basilica dove era scritto con i fiori PAX.

Petrus

Molto duro ma assolutamente vero!
R.

6 commenti:

euge ha detto...

Condivido in toto il contenuto di questo articolo!!!!!!!!!!! Anch'io sono rimasta disgustata dalla faccia di bronzo che ha avuto Prodi non solo di ricevere il Papa ad Assisi, di aver assistito alla Messa di aver fatto impunemente la comunione dopo aver salutato la parata Gay che come era facilmente prevedibile è stato l'ennesimo volgare e blasfemo attacco alla chiesa , ai cattolici ed al Papa altro che coerenza eucaristica dei politici questo è il più grosso esempio di trasformismo che io abbia mai visto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Non si era mai visto nulla di simile fino ad ora ma tant'è!!!!!!!!!!!
Sempre con Benedetto XVI Eugenia

Luisa ha detto...

Io penso che il dialogo sia sempre meglio che girarsi la schiena.E penso che la presenza di Papa Benedetto ha senza dubbio toccato il cuore di Prodi meglio che tanti discorsi!
Lasciamo il seme germinare, forse porterà frutti!
Ma non sono Italiana dunque mi astengo da commenti supplementari...
Domenica mi sono sentita una privilegiata di potere vivere quella giornata il più possibile con il Papa, vedere la sua emozione nel ritrovare le suore cappuccine tedesche ( grazie Raffaella per la traduzione del discorso), gli abbracci dei giovani. Questa televisione che funziona solo all`emozione, è possibile che non abbia giudicato interessante la tenerezza, la serenità del Papa, la gioia pura, semplice dei giovani e delle suore ? Non fanno udienza?
È più interessante innondare, invadere la gente con notizie e trasmissioni portatrici di violenza e angoscia ?
Per una volta che i telespettatori potevano prendere un bagno rinfrescante di emozioni belle e semplici. Un`occasione perduta!

Raffaella ha detto...

Si', care Euge e Luisa, veramente un'occasione perduta per tutti, ma soprattutto per coloro che non sono fortunati come noi: non hanno accesso a internet, non hanno la tv satellitare, non hanno la pazienza di leggere i discorsi di Benedetto XVI.
Mi dicono che ieri sera, su Canale 5, e' andato in onda uno speciale di Matrix con la ricostruzione filmata della strage di Erba. E' questa la tv che vogliamo? Fra l'altro ha avuto un basso ascolto: 16 % di share!
Un peccato che non si sappiano "sfruttare" le occasioni...

euge ha detto...

Cara Luisa,

Io spero per prima che la figura come le parole di Benedetto XVI abbiano fatto breccia come dici tu nel cuore di Prodi ma, purtroppo conoscendo ormai direi abbastanza bene non solo la politica italiana con tutti i suoi veleni ma, anche la capacità infinita di finzione di certa gente ci spero poco ma chissà forse il miracolo è sempre possibile.
Eugenia

lapis ha detto...

Euge, permettimi una battuta: quando si parla di rapporti fra un Papa e un capo di governo italiano è sempre meglio andarci cauti con la parola "breccia"...

; )))

euge ha detto...

Grazie Lapis farò tesoro del tuo suggerimento !!!!!!!!!!!!!!!!!
Eugenia