28 maggio 2008

Fermare immediatamente la stupidità e l'ignoranza alla Sapienza...


Come sapete, ieri ci sono stati scontri fra studenti (studenti?) di estrema sinistra e di estrema destra.
Questi signorotti (quattro di una parte, due dall'altra...) finiranno sotto processo per direttissima questa mattina e l'augurio e' che le pene siano severe ed esemplari.
E' ora di dare una bella sistemata alla Sapienza perche' non e' ammissibile che ci si eserciti in queste forme di violenza intollerabili.
Occorre, pero', anche mettere fine all'andazzo di un grupposcolo di studenti (gli stessi che hanno impedito al Papa di andare alla Sapienza) che si permettono di indicare chi deve parlare e chi deve tacere.
All'universita' tutti possono parlare, cari signorini, ed e' ora di smetterla di minacciare violenze e manifestazioni ogni volta che viene invitata una personalita' che non risponde ai canoni del vostro politicamente corretto.
La settimana scorsa Ligabue (si'...il cantante!) ha tenuto una "lezione" senza che nessuno si sia indignato.
Ligabue si' ed il Papa no?
Suvvia...un po' di serieta'!
I responsabili della Sapienza riflettano anche sul fatto che non si possono vietare seminari (come e' accaduto per la conferenza sulle Foibe) per paura di disordini.
Invito il Ministero degli Interni a prendere tutte le misure necessarie affinche' sia garantito a tutti il diritto costituzionale di esprimersi.
Noto che fra gli estremisti di sinistra e quelli di destra non c'e' alcuna differenza: nessun confronto, solo minacce e violenza
.
R.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Npn sarà facile, Raffaella. Il fenomeno viene alimentato dall'interno e manipolato dall'esterno proprio da coloro che, per primi, avrebbero il dovere di intervenire.
Buona giornata
Alessia

Anonimo ha detto...

Ti segnalo l'articolo di Giorgio Israel su Libero di oggi: Contro i bulli non servono esperti, ma i maestri severi di un tempo.
Alessia

Raffaella ha detto...

Grazie Alessia :-)

don Marco (pedagogista mancato) ha detto...

con tutto il rispetto dovuto a ligabue che onestamente non conosco, ma la dice lunga che cosa suscita irritazione. Sti ragazzotti hanno bisogno delle cose a basso costo, gliele diamo???? Io direi di no.
Fantastico l'affondo del prof Israel era ora che qualche voce autorevole si levasse per richiamare un pochino di ordine e disciplina. Bravo professore che non ha avuto paura a dire tutti i disastri palesi ma non visti della pedagogia. Spero che coloro che son deputati all'educazione leggano il suo monito tra l'altro paventato anche ieri sera a porta a Porta dal prof. Crepet e dal prof. Cassano (sentivo audio ma non guardavo perchè facevo altre cose)