31 ottobre 2007

I.Media: nel pre-concistoro del 23 novembre si parlerà di ecumenismo


Vedi anche:

CONCISTORI PER LA CREAZIONE DI NUOVI CARDINALI: LO SPECIALE DEL BLOG

IL RIAVVICINAMENTO FRA CATTOLICI E ORTODOSSI

Obiezione di coscienza dei farmacisti: video di sky

BENEDETTO XVI: AGIRE DA BUONI CRISTIANI E ONESTI CITTADINI

Il diritto dei farmacisti all'obiezione di coscienza è garantito dalla legge 194/78 e da altre disposizioni

Eugenia Roccella: ecco come funziona la Ru486

Il Papa vuole salvare i media dal vizio di parlarsi addosso e di dire mezze verità (quando va bene)

Come l'ape, i vescovi osservano la castità del corpo, porgono il cibo della vita celeste, usano il pungiglione della legge

Avvenire: il discorso del Papa sull'obiezione di coscienza dei farmacisti ha valenza bioetica e politica. Grossa strigliata a Politi :-)

FAMIGLIA CRISTIANA: I FALSI "COSTI" DELLA CHIESA E I VERI ATTACCHI QUOTIDIANI

La difficile scelta della sostituzione del cardinale Ruini

Caro Ezio Mauro Le scrivo...chissa' se Repubblica avrà mai il coraggio di pubblicare la lettera di Mons. Albanesi :-)

Giovanni Paolo II parlò di obiezione di coscienza per i farmacisti nella "Evangelium Vitae", ma Liberazione & C. non lo sanno...studiate!

La "democrazia" di Liberazione: dare del fascista a chi (Papa compreso) la pensa diversamente dai moderni conformismi comunisti

IERI A MATRIX DI ENRICO MENTANA

Il prof. Roberto de Mattei denuncia i pericoli di un mondo che tenta di cancellare Dio

Il sondaggio pubblicato da "La Stampa" visto da "Avvenire"

Farmacisti ed obiezione di coscienza: lo speciale di Avvenire

Dossier de "La Stampa" sulla fede: la dottrina, questa sconosciuta! Ma i giovani preferiscono Papa Benedetto :-)

Il Papa: i media rischiano di diventare sempre più autoreferenziali e sempre meno strumenti al servizio della verità :-)

Rosso Malpelo ride di gusto dei ruzzoloni dei giornali e bacchetta il solito Melloni

Michele Serra non tema: le leggi sono fatte dal Parlamento eletto dai cittadini, anche dai cattolici, che, almeno per ora, hanno diritto di voto!

Politi: il Papa vuole balcanizzare qualsiasi servizio sanitario

Avrei voluto avvalermi del diritto di obiezione di coscienza...

L'obiezione di coscienza dei farmacisti è un diritto (Discorso del Santo Padre al Congresso Internazionale dei farmacisti cattolici)

Il Papa, la Chiesa e la politica: ipocrisie e doppiopesismi (ovvero: il Papa può parlare ma solo quando ci conviene...)

SOLDI ALLA CHIESA VERITA' E BUGIE: LO SPECIALE DI AVVENIRE

Repubblica contro la Chiesa: Dino Boffo (Avvenire) risponde ad Ezio Mauro (Repubblica)

SPECIALE: IL MOTU PROPRIO "SUMMORUM PONTIFICUM"

CONSIGLIO DI LETTURA: IL SITO DI FRANCESCO

IL 23/11 PRE-CONCISTORO CON TUTTI CARDINALI SU ECUMENISMO

Città del Vaticano, 31 ott. (Apcom) - La questione dell'ecumenismo sarà al centro dei lavori del concistoro straordinario che si terrà il 23 novembre, per il quale il Papa ha convocato tutti i cardinali del mondo. E' quanto riferisce l'agenzia francofona I-Media.
Al pre-concistoro, che si tiene alla vigilia della creazione di 23 nuovi principi della Chiesa sabato 24 novembre, la mattina, i porporati potranno prendere liberamente la parola.
Sarà un incontro a porte chiuse - riferisce ancora I.Media - anche se al momento l'incontro non è stato ufficialmente confermato dalla Santa Sede, ma da una lettera firmata dal cardinale Angelo Sodano, decano del collegio cardinalizio.
Il 23 novembre, dunque, ci saranno due riunioni: alla prima, la mattina - dalle 9 al 12 - è previsto un intervento di Papa Ratzinger e successivamente a prendere la parola sarà il cardinale Walter Kasper, presidente del Pontificio Consiglio per l'unità dei Cristiani, che dovrà fare un intervento sulla questione dell'ecumenismo.

Successivamente agli interventi del Papa e del cardinale Kasper sarà la volta degli altri cardinali a prendere la parola. Nella seconda sessione di lavoro, prevista invece nel pomeriggio, i porporati potranno affrontare liberamente le materie a loro scelte.
Papa Ratzinger ha posto l'ecumenismo tra le priorità del proprio pontificato. Inoltre, il 10 luglio scorso, la Congregazione per la Dottrina della Fede ha pubblicato un documento "Risposte a quesiti riguardanti alcuni aspetti circa la dottrina sulla Chiesa", nel quale si afferma che solamente la Chiesa cattolica può definirsi Chiesa. Il documento ha provocato la reazione degli ortodossi, ma soprattutto dei protestanti.

Sul tavolo delle discussioni nel pre-concistoro finirà anche la questione del rapporto con gli ortodossi, in seguito ai lavori della Commissione mista che si è svolta a Ravenna dall'8 al 15 ottobre e che ha visto la delegazione del Patriarcato ortodosso di Mosca lasciare i lavori per una querelle con il Patriarcato di Costantinopoli sul ruolo degli ortodossi in Estonia.

Leggo:

"la Congregazione per la Dottrina della Fede ha pubblicato un documento "Risposte a quesiti riguardanti alcuni aspetti circa la dottrina sulla Chiesa", nel quale si afferma che solamente la Chiesa cattolica può definirsi Chiesa"

Un po' riduttivo e semplicistico, cari giornalisti!
R.

1 commento:

Umberto ha detto...

Ecumenismo.
Infatti gli Ortodossi sono i più vicini. Sebbene dagli zar prima e dai bolscevichi poi, abbiano sofferto angarie che li hanno "distolti" dal riavvicinamento concreto!
Sarà quasi ora?
Credo di sì, avendo letto di studi seri, della FIDES.

Per i protestanti è ancora dura: purtroppo non sono definibili come Chiesa, ciò li turba ma è la verità storico-religiosa a decretarlo.
E anche qui, leggendo nei loro stessi 'studi' sul loro declino, detto appunto da loro, sarebbe anche ora di ammettere l'errore della Riforma.

Vedremo, pregheremo, è molto bello!
Segni del Cielo!