29 ottobre 2007

Navarro silenzioso al TG1 paga pegno su Avvenire. E perchè non "difendere" la Chiesa su Repubblica?


Vedi anche:

"Incidenti" diplomatici: il Presidente del Paraguay perde la valigia con il regalo per il Papa :-)

Folti gruppi di Anglicani sollecitano il ritorno nella Chiesa Cattolica

"Esclusiva" di Panorama: a breve verrà emanato un regolamento di attuazione del motu proprio Summorum Pontificum

Navarro-Valls: la Chiesa in Italia non ha privilegi

SOLDI ALLA CHIESA VERITA' E BUGIE: LO SPECIALE DI AVVENIRE

Il Papa: il diritto di obiezione di coscienza su aborte ed eutanasia va riconosciuto anche ai farmacisti

Ciò che tutti hanno omesso (tranne "Il Giornale"): l'intervento di Pio XI presso Franco

Beatificazioni e teppismo: gli articoli del Corriere della sera

Maxirissa o agguato no-global?

Quei no global...(di Giordano Bruno Guerri)

Beatificazione di 498 martiri massacrati orribilmente: festa in Piazza San Pietro, poco lontano teppisti insultano fedeli dell'Opus

Padre Lombardi illustra la "ricetta" del Papa per rendere il mondo migliore

Concistoro per la creazione di 23 nuovi cardinali: notificazione

I 498 martiri spagnoli: la cerimonia di beatificazione e l'Angelus

Il "martirio" incruento è la la testimonianza silenziosa ed eroica di tanti cristiani che vivono il Vangelo senza compromessi

"Sorelle, fatevi un blog"

Don Pezzi ordinato ieri Arcivescovo di Mosca. Alessio II: rilancio dell'ecumenismo.

Provvedimenti disciplinari su sacerdoti

Indiscrezioni: il cardinale Ruini lascerà il Vicariato di Roma a Pasqua?

Padre Pio: Tornielli risponde (per le rime!) a Melloni

Benedetto XVI, il Papa che fa paura (vero Romano?)

Card. Biffi: quanto divertimento nel leggere le previsioni e le analisi sul Conclave degli "intelligenti" e dei "sapienti"

Repubblica contro la Chiesa: Dino Boffo (Avvenire) risponde ad Ezio Mauro (Repubblica)

SPECIALE: IL MOTU PROPRIO "SUMMORUM PONTIFICUM"

CONSIGLIO DI LETTURA: IL SITO DI FRANCESCO


Navarro-Valls si impappina al Tg1. E paga la penitenza ad “Avvenire”

Domenica 28 ottobre Joaquín Navarro-Valls ha ricevuto a Potenza il “Premio Basilicata” per non meglio precisati meriti di “letteratura spirituale e poesia religiosa”.
Ma prima di ritirare il premio, l’ex portavoce di Giovanni Paolo II ha dovuto pagare penitenza col giornale della conferenza episcopale italiana, “Avvenire”.
A far infuriare il direttore di “Avvenire”, Dino Boffo, era stata, giovedì 25 ottobre, un’intervista rilasciata da Navarro negli studi del Tg1 delle 20. L’intervista riguardava le inchieste pubblicate da “la Repubblica” sui “privilegi” finanziari della Chiesa italiana. Polemica rincarata, la mattina di quello stesso giovedì, da un editoriale del direttore di “la Repubblica”, Ezio Mauro, contro uno spicciativo “Finiamola!” pronunciato il giorno prima dal segretario di stato vaticano, cardinale Tarcisio Bertone.

Ebbene, intervistato dal Tg1, il sorridente Navarro – che da quando ha cambiato mestiere è anche columnist di “la Repubblica” – non proferì una sola parola a difesa delle ragioni della Chiesa.

Apriti cielo. La mattina dopo il direttore di “Avvenire”, in un editoriale di risposta a “la Repubblica”, infilò una riga al veleno contro Navarro:

“L’elenco di errori, omissioni e verità parziali è lunghissimo, e tale resta purtroppo anche dopo l’intervento di Navarro-Valls ieri sera al Tg1…”.

Era facile, a quel punto, indovinare che Navarro avrebbe proceduto a una riparazione della malefatta.
La riparazione è apparsa su “Avvenire” di domenica 28 ottobre. In un’intervista nella quale Navarro dichiara che la Chiesa non ha “privilegi” ma opera con grande efficacia, in piena trasparenza e col larghissimo consenso dei cittadini italiani.

Non solo. Fin dal titolo l’intervista è presentata da “Avvenire” come un doveroso completamento a quanto non detto da Navarro al Tg1.
E per prima cosa Navarro, con la cenere sul capo, pronuncia l’atto di discolpa:

“Pochi giorni fa sono stato intervistato dal telegiornale di Raiuno su questi argomenti. Mi era sembrato in quel momento che la priorità fosse quella di evitare toni polemici, soprattutto di tipo personale, cercando di ragionare con calma. Ma ci sono anche questioni di merito, sulle quali è bene evitare imprecisioni, che non giovano a nessuno”.

“Vediamo allora di ragionare sui dati oggettivi”, lo incalza l’intervistatore.

“Appunto. E il primo mi sembra proprio questo: la Chiesa in Italia non gode di alcun privilegio”. Eccetera, eccetera.

© Copyright Settimo Cielo

Come gia' osservato nel blog sarebbe stato "carino" da parte di Navarro scrivere un editoriale su Repubblica visto che ormai l'ex direttore della sala stampa vaticana scrive sul giornale che ha fatto della battaglia contro la Chiesa una bandiera distintiva.
R.

3 commenti:

mariateresa ha detto...

Ah, cara amica, sarebbe stato carino. Ma aspettiamo un pezzo.
Nella redazione di Repubblica un editoriale di Navarro Valls su questo argomento sarebbe stato usato probabilmente come carta igienica,con tutto il rispetto.
E' per questo che è dovuto emigrare su Avvenire.
Io al suo posto a Repubblica d'ora in poi piuttosto che degli editoriali , per restare in argomento, avrei mandato dei lassativi, ma io non sono un famoso ex portavoce della Sala Stampa vaticana.
Ho voglia di scherzare stasera,abbiate pazienza.
E dopo aver visto il modo con il quale il TG 3 e il Tg 5 , in modo assolutamente opposto, hanno riportato l'intervento di papa Benedetto sull'obiezione di coscienza dei farmacisti, questa voglia di scherzare si è acuita,come dire.
E pensando agli articoli di domani,da parte dei soliti noti, mi scappa da ridere. Sto pensando all'auspicio di Sergio Romano sulla necessità di rispondere alla determinazione del Pontefice con "altrettanto zelo e rigore". E mi scappa da ridere sempre di più.
Per lo spessore degli omarini che sentiremo e soprattutto degli argomenti, così prevedibili che il mio editoriale di domani l'ha scritto il mio cane. Un labrador intelligente, ma sempre un cane.

Raffaella ha detto...

Ah i labrador! Cani bellissimi e molto intelligenti. Sono sicura che se il tuo "cucciolotto" si mette d'impegno riesce a scrivere un articolo a quattro zampe con i fiocchi :-)
Non serve essere Maga Maghella per indovinare i titoloni dei giornaloni di domani...
Come direbbe la Mondaini: che noia, che barba...
Dubito che qualcuno riesca a raccogliere la sfida di Romano, anzi, comincio a dubitare che i soliti noti abbiano capito che egli si tratta di una sfida :-)

mariateresa ha detto...

Quella di Romano è davvero una strigliata secondo il mio punto di vista e una strigliata a ragion veduta visto il basso profilo dei controinterventi contro il Pontefice. E guarda che roba,il Papa fa un discorso ad ampio raggio davanti a una ssociazione mondiale dei farmacisti su questioni di principo e risponde la Federfarma italiana come quando Epifani risponde a Montezemolo. Vuol dire anche , tra le altre cose !, che quando parla il Pontefice, in Italia tutti ballano,anche se poi fanno i laici sdegnosi e incrollabili. Avete sentito la Federfarma francese o tedesca o del Burundi? Al di là della questione in sè, è patetico scandalizzarsi degli interventi e poi correre a commentarli,amche perchè i giornalisti si precipitano, naturalmente in modo selettivo,a registrare i vari pareri di personaggi significativi come sono significativa io alla Fiera del soprammobile cinese.
E' una comica.