15 maggio 2008

A Savona un Pontefice "all’inglese". La Genova barocca nel quadro donato al Papa (Il Giornale)


Vedi anche:

VISITA PASTORALE DEL PAPA A GENOVA E SAVONA(17-18 MAGGIO 2008): LO SPECIALE DEL BLOG

Il Papa si incontrerà con i volontari della GMG di Sydney (Zenit)

Il dolore del Papa per la morte del cardinale Gantin. Ritratto del porporato (Osservatore Romano)

Donati a Benedetto XVI i primi volumi delle opere in italiano del gesuita e filosofo canadese. E Lonergan spiegò come funziona l'intelligenza (O.R.)

Il Papa: "Il dialogo non nasce dalla superficialità. Quando si dialoga alla luce della verità scompaiono le polemiche, diventa possibile avvicinarsi" (Catechesi completamente "a braccio" dedicata allo Pseudo-Dionigi Aeropagita)

La catechesi dell'udienza generale dedicata allo Pseudo-Dionigi l'Aeropagita, modello di dialogo con le religioni dell'Asia (Radio Vaticana)

Alla scoperta di Ratzinger, l’intellettuale con un cuore di padre (Liut)

Il Papa fa catechesi completamente a braccio

Internet, informazione e democrazia: i blog (Osservatore Romano)

Meglio Magdi che Cristiano. Tempi denuncia l'atteggiamento di Comboniani e Gesuiti nei confronti della conversione del giornalista

Eugenia Roccella: «Ecco come faremo il tagliando alla 194» (Tornielli)

Intervista al cardinale Bagnasco sulla visita del Papa a Genova e Savona (Bobbio per "Famiglia Cristiana")

Fermare l’aborto, finalmente si ragiona. Consensi per Napolitano. Riflessi laicisti condizionati contro il Papa (Fornari)

A Savona un Pontefice all’inglese Tè delle cinque fatto dalle suore

di Federico Casabella

Proseguono, anzi sono quasi terminati, i lavori per l’allestimento del palco che domenica pomeriggio ospiterà la Messa genovese del Papa. Intanto, la macchina organizzativa sta mettendo a punto gli ultimi ritocchi.

Nessun allerta meteo. Ci sarà brutto tempo su Savona e Genova tra sabato e domenica ma nessun allerta meteo come paventato da qualcuno: «Stiamo tenendo sotto osservazione l’evoluzione del tempo- hanno spiegato dall’Arpal- come ci è stato chiesto dalla Protezione Civile, ma nessun segnale che ci abbia portato ad emanare allerta meteo di nessun tipo». Il bollettino del centro meteo regionale prevede piogge diffuse e persistenti, «ma si tratta solo di una tendenza», precisano.

Il tè delle cinque.

Prima e dopo la Messa di Savona Benedetto XVI potrà rifocillarsi grazie alle suore della diocesi che si sono prese l’incarico di allestire un banchetto all’inglese. Nella sacrestia, prima e dopo la cerimonia, al Pontefice verrà servito the e caffè accompagnato da pasticcini e salatini.

Colletta per il Myanmar.

Sarà destinata alle popolazioni del paese asiatico sconvolto dal ciclone, la colletta allestita dalla diocesi di Savona in occasione della visita del Papa.

L’attesa del Vescovo.

Monsignor Lupi smorza le polemiche per la visita savonese considerata troppo breve dai critici: «Non è importante il tempo della visita- ricorda- ma come ci accostiamo a questo momento».

L’attesa del Cardinale.

«Benvenuto a Genova, Santità! L’abbiamo attesa nella preghiera e nella riflessione sul senso dell’appartenenza cordiale alla Chiesa di Cristo», questo uno dei passaggi della lettera pubblicata da «Il Cittadino» che il Cardinale Angelo Bagnasco ha rivolto al Papa.

L’accoglienza del ministro.

Sarà il ministro ligure Claudio Scajola ad accogliere il Papa al suo arrivo a Savona insieme al Vescovo della diocesi.

Strade chiuse.

La piccola «zona rossa» genovese entro la quale non potranno transitare i veicoli tra le 7 e le 20 comprenderà la zona tra piazza delle Fontane Marose, piazza della Vittoria e piazza

Corvetto.

Si circolerà regolarmente sulla sopraelevata.

Contestazioni.

Presidio ieri pomeriggio davanti all’ospedale Galliera da parte di aderenti ai centri sociali che hanno protestato contro le dichiarazioni del Papa sulla legge 194. I manifestanti hanno distribuito volantini, preservativi e palloncini rosa.

© Copyright Il Giornale (Genova), 15 maggio 2008 consultabile online anche qui.

La Genova barocca nel quadro donato

di Redazione

Sarà il quadro dipinto dall’artista greco Giorgio Oikonomoy il regalo che la Curia Arcivescovile di Genova offrirà al Santo Padre domenica mattina al Santuario della Guardia. Si tratta di un ritratto a olio su tela (1,30 x 1,50) che interpreta la visita del Papa nel capoluogo ligure. Benedetto XVI viene ripreso in preghiera davanti alla statua della Madonna dell’Oratorio di San Filippo Neri in un tutt’uno creato apposta. Genova, la sua luce e la sua operosità, sono rappresentate dalla scura linea sottile che separa le due parti del dipinto dalla foglia d’oro che atornia il cielo e diventa il contorno del volto della Madonna.
«Il punto centrale del ritratto sta nelle mani intrecciate di Benedetto XVI e dall’intreccio delle vesti della statua della Vergine - racconta Oikonomoy- che stanno ad indicare la drammaticità delle problematiche del mondo, su cui il Papa prega». Nel dipinto è ripreso anche il Santuario della Guardia rappresentato dal vento che «alza» la cappa della veste del Pontefice. «Il dipinto -spiega l’autore- rappresenta la continuità barocca, espressione artistica più nobile di Genova».

© Copyright Il Giornale (Genova), 15 maggio 2008 consultabile online anche qui.

4 commenti:

Cindy ha detto...

Più che pensare al te del Papa dovrebbero pensare aòòa sua sicurezza, sperando che quelli dei centri sociali non rovinino la visita! Sono sicura che se venisse in FVG non ci sarebbero tutti questi problemi! L' abbiamo invitato più volte ma fin 'ora non c'e stata risposta! Sperare sempre...

gemma ha detto...

purtroppo cara Cindy, temo che dovunque il Papa andrà, ci sarà sempre qualcuno che ne approfitterà per avere visibilità, soprattutto in Italia.
E' quasi inevitabile quando sotto sotto si è fieri di non averlo fatto entrare alla Sapienza o quando per disprezzare le idee o il discorso di qualcuno lo si apostrofa come "papista".
Tante polemiche per Grillo riproposto da Annozero che "offende" Veronesi (quasi più per lui che non per il Presidente della Repubblica)ma Pannella in Rai sul Papa può dire ciò che vuole

Cindy ha detto...

é proprio quello che stavo facendo notare ieri sera a mia madre! Se un giornalista offende un politico e questo non può rispondere allora si querela la Rai e si alza un buferone se la stessa cosa succede con un uomo di Chiesa, nessuno dice niente! Perchè va così? :-(

CARON DIMONIO ha detto...

Care gemma e cindy avete ragione entrambe ma, c'è una cosa che bisogna mettere in evidenza e più che una cosa mi correggo è un comportamento........ Quando è successo l'episodio orribile e deprecabile di Pannella contro il Papa quanti di noi hanno avuto il coraggio di scrivere di manifestare e di farsi sentire? Noi lo abbiamo fatto da qui ma, sono sicura che tantissimi anche solo per paura hanno lasciato correre. Avete sentito per caso l'intervento di qualche membro del nuovo governo per esempio dire qualcosa in merito? Avete per caso notizia di qualche giornale come Avvenire o Famiglia Cristiana esprimersi contro questo increscioso episodio? Oppure siete a conoscenza di qualche gruppo mariano oppure di altro tipo che ha mnifestato il suo dissenzo per quello che è successo? E' bastato invece un Grillo del piffero con una battuta su napolitano mi sembra e si è scatenato il finimondo!
Siamo alle solite i cattolici scusate se mi esprimo in questi termini, quando si verificano certi episodi non hanno attributi anzi si rinchiudono nelle catacombe ad aspettare che qualcuno si esprima per loro.
Non possiamo poi meravigliarci se il Pannella dei miei stivali si permette di dire di tutto ed il contrario di tutto sul Papa tanto non reagisce mai nessuno siamo soltanto buoni a leccarci le ferite aspettando tempi migliori; forse sarebbe il caso di cambiare atteggiamento!