30 agosto 2007

L'udienza generale di ieri vista da "Repubblica" e "La Stampa"


Vedi anche:

Il Papa: «I piromani sono nemici dell’umanità»

Senatore Pera: c'è una novità! La Chiesa ora denuncia ad alta voce il pregiudizio anticattolico, senza lasciarsi intimorire

Chiesa e tasse: quando l'ideologia supera il buon senso...

Come volevasi dimostrare...

Il Papa a Napoli: il cardinale Sepe presenta il programma della visita

ESCE IN SPAGNOLO 'JESUS DE NAZARETH'

Chiesa e tasse: la parola a Mons. Bagnasco ed al giurista Dalla Torre

Non il cielo è stato fatto a immagine di Dio, non la luna, non il sole, non la bellezza delle stelle, ma tu (anima mia)!

Eugenia Roccella (Avvenire): serve un tagliando alla 194

Per i mass media: è ora di studiare un po' i termini giuridici ed economici

Chiesa e tasse: qualche articolo di chi ha studiato seriamente Costituzione e leggi ordinarie!

Aborto selettivo a Milano: due editoriali

Il Papa: «Piromani, criminali contro l'umanità»

Messa tridentina: la "benedizione" di Alessio II

Ma quali privilegi? Le mense della Caritas non sono ristoranti!

Finalmente qualcuno che studia: art. 7 della Costituzione!

SPECIALE: IL MOTU PROPRIO "SUMMORUM PONTIFICUM"

In in articolo sugli incendi, leggo, accuratamente celata, questa frase:

Nel giorno dell´ultimatum arriva l´anatema del Papa. Contro «le azioni criminose» degli incendiari e «l´irresponsabile comportamento» di chi provoca disastri naturali «mettendo a rischio l´incolumità delle persone e distruggendo il patrimonio ambientale». Italia, Grecia, Spagna, la preghiera di Benedetto XVI va ai morti, vittime «di azioni contro l´umanità».

© Copyright Repubblica, 30 agosto 2007

Che sforzo! Comunque in un piccolo box si legge una notizia fondamentale:

LA CURIOSITÀ

Ratzinger, cappelli all´antica dopo il camauro ecco il galero

ROMA - Per ripararsi dal sole, ieri Benedetto XVI si è mostrato in pubblico con il galero: un cappello rosso a falda molto larga di cui si era persa memoria. Un look che riconferma la volontà del papa di recuperare la tradizione. E non è la prima volta: già a fine 2005 Benedetto XVI tornò a esibire il camauro, un antico copricapo papale di velluto rosso bordato di ermellino bianco, caduto in disuso nel 1963.

© Copyright Repubblica, 30 agosto 2007

Fondamentale! C'e' un piccolo particolare: sara' la sesta o settima volta che il Papa indossa il galero...ah gia'...allora non aveva ancora emanato il motu proprio sulla Messa tridentina.
Raffaella


Papa Ratzinger

«Piromani criminali contro l’umanità»

Benedetto XVI condanna «le azioni criminose» dei piromani che col loro «irresponsabile comportamento mettono a rischio l’incolumità delle persone e distruggono il patrimonio ambientale, bene prezioso dell’intera umanità». Il Papa parla al termine dell’udienza generale, indossando il galero, antico cappello rosso a falda larga scomparso da decenni dalle tradizioni vaticane (nella foto). Benedetto XVI ha invitato «a pregare per le vittime. «Davanti a così drammatiche emergenze - dice, interrotto dall’applauso della folla - che hanno causato numerosi morti e ingenti danni materiali, non si può non essere preoccupati per l’irresponsabile comportamento di taluni».

© Copyright La Stampa, 30 agosto 2007

A volte mi chiedo se Repubblica e Stampa non si mandino via fax i reciproci articoli :-)
R.

5 commenti:

mariateresa ha detto...

Cara Raffaella, non ho potuto fare a meno di sorridere leggendo la tua ultima osservazione, sullo scambio di articoli per fax tra Repubblica e La Stampa, è un pezzo che mi pongo la stessa domanda, ma non solo per gli articoli di nostro interesse. Io mi chiedo veramente come nelle redazioni si possa pensare che i lettori non si accorgano di questa omologazione : la stessa scelta degli articoli, gli stessi titoli, gli editoriali prevedibili come i brufoli dopo la varicella, persino lo stesso lessico. Ora, siccome non siamo in Unione Sovietica di triste memoria , perché questa scelta?Chi obbliga a una tale uniformità? E anche l’informazione politica, veramente penosa, anche in televisione, che appeal può avere sui giovani? Ma veramente lo sgranare come un rosario tutte le prese di posizione di questo o quello gnomo del nostro panorama politico, interessa qualcuno?
Io credo che anche la grande stampa sia lontana dal paese, dal comune sentire delle persone normali. Ma comincio anche a pensare che questo non importi.
La prevedibilità disarmante dei contenuti dei nostri giornali , ben evidenziata da Maga Maghella, dovrebbe essere un campanello di allarme sulla qualità dell’informazione: cosa mi può dare un giornale, e parlo in generale e non solo sui temi di nostro interesse, che ,a parte la pagina dei necrologi, posso prevedere in anticipo in tutta sicurezza? Mah…

brustef1 ha detto...

Ma come dovrebbe vestirsi il Papa, signori giornalisti, da saltimbanco? Che ne sapete, voi, della simbologia racchiusa nei colori, nella varietà e nella singolarità dell'abbigliamento pontificio? Capisco che per voi studiare è troppo, ma almeno informatevi prima di scrivere.

Raffaella ha detto...

Ciao Mariateresa, qualcuno (c'e' chi parla di profeta di sventura ma io plaudo) pensa che la carta stampata sia destinata a morire di morte naturale entro il 2011, a vantaggio di internet.
E come potrebbe essere diversamente? Le prime 10 (almeno) dei quotidiani italiani parlano di politica, di sondaggi elettorali, di analisi politologiche...ma a chi importa? Parliamo di cose serie, che interessano veramente alla gente. Oggi su Repubblica c'e' un editoriale di Giuseppe D'Avanzo dal curioso titolo: "Quando il Palazzo ignora la realtà". Nulla ignora la realta' piu' della stampa e dei media in generale :-)
R.

Raffaella ha detto...

E' chiedere troppo, Brustef1 :-)

euge ha detto...

Vorrei aggiungere una chicca come si dice riguardo all'informazione su ciò che ieri Benedetto XVI ha detto nell'appello contro i piromani........ Ieri sera verso le 19,00 per caso ho sentio il TG3 regionale del Lazio mi meraviglio quando sento che dedicano almeno 5 secondi forse anche meno a ciò che ha detto il Papa a fine udienza rimango allibita ma, allo stesso tempo, mi dico vedrai che adesso tireranno fuori qualche cosa infatti, il TG3 figuriamoci poteva non sminuire ciò che il Papa aveva detto?????? Detto fatto il tizio che legge le notizie ha detto dopo aver dato conto della notizia senza immagini ovviamente che lo stesso appello lo aveva fatto quattro anni prima Giovanni Paolo II!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Come volevasi dimostrare!!!!!!!!!!!
Eugenia