9 luglio 2008

La procura di Roma valuta se procedere per vilipendio al Sommo Pontefice ed al Capo dello Stato

L'ha riferito Studio Aperto. Approvazione senza riserve :-)

6 commenti:

euge ha detto...

Ma va?????? Forse qualcuno si muove................ c'è anche da valutare????? Penso che una cosa così in Italia ex paese civile non era mai successo. Forse è il caso di darci una svegliata.

Cindy ha detto...

sono d'accordo con voi euge e raffa! Spero che la cosa sia fatta nel minor tempo possibile enon sia lasciata cadere nel vuoto come al solito

euge ha detto...

Per cindy...... lo speriamo perchè è ora di finirla che in questo paese si permetta impunemente di dar vita ad uno spettacolo disgustoso e volgare come quello di ieri. Gli argomenti per cui si sarebbe dovuto manifestare in maniera civile, potevano essere condivisibili ma, non si può assolutamente lasciare impuniti gli attacchi a Napolitano e a Benedetto XVI che peraltro, non ci entrava proprio in questa squallida guerra politica.
La civiltà dell'Italia quella vera, è andata a farsi friggere da un bel pò....... proprio perchè, scusandola con la libertà di espressione, i soliti noti saltimbanchi vittime dell'ideologia, continuano a dare vita a certe manifestazioni in cui nessun cittadino potrebbe mai riconoscersi.
Mi auguro che la Procura decida ed al più presto altrimenti questo sarà l'ennesimo episodio di vilipendio, passato impunito in una Italia che non è più quella che conoscevamo e che sta inesorabilmente scivolando verso il baratro spinta dalla volgarità, dalle oscenità e dall'ideologia più estremista.

Francesca ha detto...

E' scandalosa anche la sola ipotesi che la procura di roma debba "valutare" se procedere o meno per vilipedio al Sommo Pontefice, che altro gli devono arrivare a dire perchè la procura di roma si muova all'istante???? Ragionando da laici e solo da tali, visto che va tanto di moda, c'è l'evidente valutazione che si è offeso vilmente e gratuitamente un capo di stato, fermiamoci a pensare anche solo per un attimo se ad essere vilipeso fosse stato un qualsiasi altro capo di stato minimo si rischiava un caso internazionale, un incidente diplomatico che rischiava di compromettere le relazioni internazionali, che doveva essere sistemato con interventi da parte di ambasciatori per salvare e ricucire le suddette relazioni, quindi scuse ufficiali, conferenze stampa, prese di distanza ecc... ma qui siamo di fronte non solo ad un capo di stato ma al Capo Supremo della Chiesa Cattolica e in un paese dove c'è tanta attenzione a non recare offesa a chi pratica la sua religione e prega il suo Dio mi sembra che ci dovrebbe essere un certo rispetto e attenzione sensibilità, vicinanza spirituale, comprensione verso chi segue il suo credo e la sua scelta religiosa o il credo religioso cattolico e evidentemente solo quello si può offendere e vilipendere impunemente????
Senza contare il fatto lampante che in una manifestazione a chiaro sfondo politico vorrei capire che c'entra il Sommo Pontefice ce lo hanno evidentemente tirato dentro a tutti i costi col solo ed evidene scopo di offenderlo e attaccarlo gratuitamente, niente di nuovo sotto il sole mi verrebbe da dire..... per fortuna certamente Sua Santità ha ben altri pensieri cui dedicarsi, è abituato oramai alla critica cattiva e gratuita e come giustamente ha rilevato Padre Lombardi "la volgarità si qualifica per se stessa".
Viene altrettanto naturale consentitemelo una grande vergogna nel cuore ad avere per connazionali certe persone...Santità per fortuna sa bene che ,l'italia non è solo questa gente, per una sola Guzzanti che l'offende ci sono milioni di italiani che salirebbero sul palco del mondo per gridare tutto il loro amore e sostegno alla sua persona.
Francesca

euge ha detto...

Grazie francesca per il tuo intervento. Come hai detto bene tu per una " comica" che offende in maniera oscena Sua Santità ci sono e ci saranno sempre intorno a lui tanti cuori ad amarlo e sostenerlo guando e come ce ne sarà bisogno.

UN ABBRACCIO AFFETTUOSO ED UN GRAZIE DAL PROFONDO DEL CUORE AL NOSTRO PAPA
BENEDETTO XVI

Anonimo ha detto...

ciao Raffaella, ho avuto modo di guardare il video dell'intervento in questione (il nome è inutile ripeterlo) e devo dire che a questo punto si è veramente passato il segno. Non mi interessa neanche sapere le motivazioni di tanto livore nei confronti del Pontefice, a questo punto è solo ora di applicare la legge. parlo per me, ma io ho esaurito le guance da offrire agli schiaffi dei cretini e se sento qualcuno intorno a me parlar male in questi o altri termini di Sua Santità Benedetto XVI, vado fino in fondo e non ce n'è più per nessuno.