9 luglio 2008

Offese al Papa e Napolitano, procura attende informativa

La procura di Roma potrebbe occuparsi di quanto avvenuto ieri in piazza Navona, in particolare con riferimento ad alcuni interventi offensivi rivolti a Giorgio Napolitano e al Papa. A piazzale Clodio attendono un'informativa della polizia ed eventuali denunce penali. In ogni caso, per procedere per il reato di offesa al Capo dello Stato e di vilipendio alla figura del Pontefice sarà necessaria l'autorizzazione del ministro della Giustizia.

No, non ci siamo! La procura DEVE occuparsi del reato perche' l'azione penale, in Italia, e' ancora obbligatoria. Non sono necessarie denunce perche' basta l'autorizzazione del Ministro Alfano. Lo sa qualsiasi studente al primo esame di giurisprudenza! Il Papa e' un Capo di Stato straniero. Forza, quindi!
R.

2 commenti:

euge ha detto...

Ti pareva cominciano con la sequela burocratica......le informative, le denuncie ma scusate c'è un testo di che cosa è stato detto contro il Pontefice ci sono i filmati di che cosa si ha ancora bisogno? Quelle non sono prove? Oppure ci si aspetta che il Pontefice stesso inoltri regolare denuncia per vilipendio alla sua persona?
Ma insomma un pò di serietà per favore.

monsignore ha detto...

questo spiega parecchio:

La doppia parte di SG: diavolo ed acqua santa