27 aprile 2008

Mons. Georg Gaenswein: "Il Papa? Altro che affaticato, lavora sempre fino a tardi" (La Rocca)


Vedi anche:

Il Papa al Regina Coeli: "Ringrazio Dio perché io stesso sono stato confermato nella speranza dai Cattolici Americani"

«Paradossali le notizie sulla salute del Papa» (Mazza per Avvenire)

"Cari amici sacerdoti, la vostra missione è recare il Vangelo a tutti, perché tutti sperimentino la gioia di Cristo e ci sia gioia in ogni città" (Omelia della Santa Messa per le Ordinazioni presbiterali)

IL PAPA ORDINA 29 NUOVI SACERDOTI

Storia e attualità di un'esperienza monastica femminile ambrosiana: "Alla mensa imbandita di Ambrogio" (Osservatore)

Il Papa ai giovani dell'Île-de-France riuniti a Lourdes: "Come Maria lasciatevi guidare per fare qualcosa di grande"

Le Figaro scopre che il Papa è anziano ma Benedetto parte per un nuovo tour (Tornielli)

Articolo-bufala de "Le Figaro": le dichiarazioni di Padre Lombardi all'Agi

Vergognoso l'articolo de "Le Figaro" e incredibile la pubblicità data alle insinuazioni da parte delle agenzie italiane

Mons. Sgreccia: "La risoluzione sull'aborto del Consiglio d'Europa, un'affermazione contraria ai diritti umani" (Osservatore Romano)

Messa tridentina, Mons. Monari (Brescia) chiarisce: "La decisione spetta ai parroci non al vescovo"

George Weigel: "Benedetto negli Usa fa l'americano e s'intende con Bush" (Occidentale)

Sandro Magister: «Benedetto XVI mi ricorda sant'Agostino: è teologo e pastore insieme. Attira le folle e fa riflettere» (Tracce)

IL PAPA A PARIGI E LOURDES A META' SETTEMBRE (STAMPA FRANCESE)

Numero unico de "L'Osservatore Romano" sul Papa negli USA

VIAGGIO APOSTOLICO DEL PAPA NEGLI USA (15-21 APRILE 2008): LO SPECIALE DEL BLOG (rassegna stampa, notizie, avvenimenti)

Il segretario personale di Benedetto XVI, Georg Gaenswein: dopo il viaggio negli Usa nessun impegno annullato

"Altro che affaticato, lavora sempre fino a tardi"

ORAZIO LA ROCCA

CITTÀ DEL VATICANO - «Notizie false, destituite di ogni fondamento. Il Santo Padre sta benissimo, non ha nessun problema di salute, come si è visto nel recente viaggio negli Usa, e da quando è rientrato in Vaticano non ha annullato nessun impegno. Ogni giorno porta avanti il suo ministero con immutata dedizione, senza nessun cambiamento».

Monsignor Georg Gaenswein, segretario personale di papa Benedetto XVI, quasi mai concede interviste o rilascia dichiarazioni. Ma questa volta rompe decisamente il suo tradizionale riserbo per controbattere quelle che lui stesso definisce «palesi falsità pubblicate dal giornale francese Le Figaro».

Monsignor Gaenswein, è indubbio che Le Figaro sia uno dei più autorevoli giornali internazionali. Possibile che abbia preso un abbaglio proprio sulla salute del Santo Padre?

«Non mi interessa quello che abbia potuto scrivere questo giornale ed i motivi per cui l´abbia fatto. Quello che invece posso dire con assoluta certezza è che queste notizie sono totalmente false, prive di ogni fondamento. Non capisco proprio perché le abbiano diffuse e per quali scopi, per di più poche ore dopo che tutto il mondo ha visto il Santo Padre far fronte ad una serie di grandi impegni socio-pastorali a livello internazionale».

Lei si riferisce al viaggio fatto negli Usa con lo storico discorso all´Onu?

«Certamente. Il Santo Padre, come è suo solito, anche nel suo ultimo viaggio pastorale negli Usa e all´Onu si è speso con passione, con amore, ha parlato, ha pregato, ha fatto fronte a tutti i suoi impegni; tutti lo hanno visto. Non capisco come certe notizie siano nate e abbiano preso corpo. Ma è tutto falso. Lui lavora tutti i giorni, sia in pubblico che in privato. Ed anche fino a tardi. Sostenere il contrario significa semplicemente dire il falso. Ma non capisco perché».

E´ vero, però, che il Papa ha ridotto i suoi impegni pubblici: come ricorda anche Le Figaro, mercoledì scorso non ha tenuto l´udienza pubblica, non ha celebrato la messa funebre del cardinale Alfonso Lopez Trujillo; giovedì nell´aula Paolo VI al concerto col presidente Giorgio Napolitano ha limitato al massimo l´incontro col pubblico...

«Solo coincidenze. Il Santo Padre ha il suo stile pastorale. Non ci sono problemi. Chi avanza sospetti sul suo stato di salute, come fa il giornale francese e quanti lo stanno a sentire, fa solo dietrologia a basso costo. Non è per niente vero che abbia ridotto i suoi impegni pastorali. Nessuna paura, il governo della Chiesa universale è in buone mani».

© Copyright Repubblica, 27 aprile 2008

10 commenti:

euge ha detto...

che sia in buone mani il governo della chiesa, non avevamo dubbi!!!!! Tutte le sere prego il Signore che il nostro Papa sia sempre accompagnato dall'amore e dalla protezione di Colui, che ha voluto donarcelo con tanto amore.
SEMPRE CON BENEDETTO XVI
Grazie Mons. Georg

Anonimo ha detto...

Sempre interssante vedere cosa s'inventano le testate giornalistiche. E' vero che il papa è vecchio, mi pare anche che si dicesse tempo fa che il papa ha qualche disturbo vascolare, ma dire che è stanco e soprattutto pensare ai successori è davvero ignobile. Poi dopo un viaggio grandioso come quello in USA... Mia nonna continua a chiedersi come fa a fare così tanti viaggi, a inginocchiarsi, a camminare così spedito alla sua età... Certo, fin dall'inizio del pontificato ha fatto capire che avrebbe limitato molto gli impegni rispetto ai primi anni di GPII, ma questo non vuol dire che quello che fa non sia fatto bene.

E poi a parte tutto, ad ascoltare le sue parole e soprattutto quando si rivolge a noi giovani, rimango sempre affascinato di quanto il papa sia giovane nel cuore, di quanto sia brillante la sua fede! Ce ne fossero...

Rendo noto che oggi è stato fatto un bel servizio nel programma A sua immagine di RAI1 con la partecipazione di Sandro Magister sui primi tre anni del papato di BXVI. Buona Domenica! Marco

Anonimo ha detto...

Ciao raffaella, non so se sia il caso di rovinarsi la domenica con questi due orrendi articoli, ma te li segnalo, li ho trovati tramite l'archivio di repubblica: a volte sui giornali locali saltano fuori cose strane: uno riguarda gli le richieste di sbattezzo a Palermo (aumentate dopo l'elezione di BXVI), l'altro riguarda il taglio degli alberi per l'arrivo del papa a Genova e la furia degli ambientalisti...

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/04/25/pa_021sbattezzati.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/04/25/ge_012arriva.html

Evito di commentarli, si commentano da soli...
Ciao, Marco

gemma ha detto...

gli sbattezzi non sono certo dovuti all'elezione di Benedetto XVI. Non ci si sbattezza perchè non si è in accordo col Papa regnante, ma perchè non si è in accordo con Cristo. Certi gesti plateali, sono comparsi in sintonia con l'aumentato fervore del partito laicista che, finchè la chiesa parla di pace, misericordia, fratellanza e contro la pena di morte , va tutto bene e non ingerisce nelle questioni di governo. Se si parla di vita e di morte, "si faccia gli affari suoi, altrimenti aboliamo il concordato e ci sbattezziamo". I suoi predecessori non si sono dovuti battere con tanta enfasi su certi temi perchè certi limiti non erano ancora stati raggiunti ma, nonostante Pannella li esibisca come "i Papi che piacciono a loro", nè Giovanni XXIII, nè Luciani nè Giovanni Paolo II hanno e avrebbero viaggiato sulla loro lunghezza d'onda.
Non credo che il Papa abbia chiesto a nessuno di abbattere alberi per il suo arrivo. Se un'amministrazione comunale non è in grado di accoglierlo senza scatenare polemiche, lasci perdere e non sollevi polveroni inutili attorno alla sua persona. E la mia sensazione è che Genova non e' al momento città pronta ad accogliere il Papa. Certo, non gli si possono proporre solo i viaggi facili, anzi,...ma se proprio dobbiamo trovarci in situazioni problematiche, meglio l'Africa, dove almeno di speranza c'è tanto bisogno e voglia di riceverla, senza tempo da perdere con gli sbattezzi

euge ha detto...

Scusate se mi intrometto è chiaro che poi a decidere sarà Raffaella se raccogliere la spazzatura sui sbattezzi ed alro scfo simile mi sembra che in questi due giorni di spazzatura ne abbiamo raccolta anche troppa............ chi si sbattezza non ha capito probabilmente nulla di ciò che significa battezzare e soprattutto, non crede in Dio non inventiamoci cose che non stanno ne in cielo e ne in terra.
Vorrei che si desse spazio a cose più significative ed importanti come l'immensa folla riunita oggi in piazza S. Pietro fino ad ora nessuno ne ha parlato tutti a rimestare nel torbido con la storiaccia de Le Figrò adesso basta.
E' una cosa che ci ha profondamente a mareggiato ma, io suggerirei di lasciar perdere Benedetto XVI non ama queste cose ci stiamo rovinando il successo degli Stati Uniti con le nostre stesse mani!
Preghiamo piuttosto perchè il Signore lo conservi sempre più forte e determinato; e con questo spero che si torni alla normalità ed alla ragione.

mariateresa ha detto...

l'abbiamo vista la grande folla, oggi, Euge e abbiamo visto anche il sorrisone di papa Benedetto mentre guardava compiaciuto a sua volta.
E' giusto, non intossichiamoci con certe tossine velenose. A parte il fatto che, oramai , dovremmo esserne immuni.

gemma ha detto...

hai ragione Eugenia. Riguardo a questa mattina, ho appena visto il bel servizio di Marina Ricci al tg 5. Devo purtroppo ancora una volta constatare che quando il Papa parla dell'Africa, nessuno sui siti online se ne occupa. Immancabile invece sarebbe stato un "il Papa attacca il divorzio, i dico, l'eutanasia o l'aborto (e non parla mai dei problemi dell'Africa, sottinteso)". Non so se sono più buffoni loro o più cretini noi a dare ancora retta alle loro notizie

Luisa ha detto...

Notizia molto consolante: l`articolo del Figaro è stato silurato dagli stessi lettori che con i loro commenti stanno dando una lezione al suo autore.
Voltiamo dunque la pagina su questo episodio non da dimenticare, anzi da mettere in memoria ma in un angolino piccolo piccolo, così solo per uscirlo in caso di bisogno, se per esempio lo stesso autore, che è corrispondente del Figaro da Roma, ricominciasse a prenderci per degli imbecilli.

Carla ha detto...

Buon giorno a voi. Luisa, grazie per la bella isperata notizia, che leggo stamattina, sui lettori de "Le Figaro" che stanno dando una bella lezione allo sprovveduto autore di quell'articolo. Come diciamo a Roma, "c'è sempre bonissima giustizia..." Carla

Anonimo ha detto...

La gente è molto più intelligente e preparata di quanto non immaginino certi pennivendoli. Deo gratias!
Alessia