12 settembre 2008

Il Papa: "Il motu proprio Summorum Pontificum non è assolutamente un passo indietro ma un atto di tolleranza"

Benedetto XVI in vista in Francia, accolto da Sarkozy e Carla Bruni
Il Papa: «Fede necessaria alla società»
Il Pontefice: «E' importante vivere con gioia la libertà
di essere credenti»


PARIGI - Il Papa è arrivato in Francia ed è stato accolto da una stretta di mano del presidente Nicolas Sarkozy e signora Carla Bruni. Insieme hanno sfilato davanti al picchetto d’onore che ha eseguito il doppio inno: quello pontificio e quello francese.

LAICITA' NON IN CONTRADDIZIONE CON LA FEDE - Il Papa, mentre si trovava sull'aereo, che lo ha portato a Parigi aveva detto che «la laicità non è in contraddizione con la fede», questo vale per i francesi e per i cristiani di oggi, «è importante vivere con gioia la libertà della nostra fede e mostrare la fede di essere credenti oggi è una cosa necessaria per la società». «È chiaro che la liturgia rinnovata è quella ordinaria della Chiesa» ha anche detto il Pontefice sempre durante il volo che lo ha portato in Francia, rispondendo alle preoccupazioni di chi definiva il motu proprio che liberalizza la messa in latino come «un passo indietro rispetto al Concilio». «Questo è assolutamente infondato - ha detto il Papa -. Il motu proprio è semplicemente un atto di tolleranza pastorale per persone formate alla liturgia preconciliare».

Corriere online

2 commenti:

gigliobianco ha detto...

se e' permessa anche una voce un po' perplessa, mi sembra fuori luogo parlare di atto di tolleranza. in fondo forse si tratta di un atto che ristabilisce dopo ben 40 anni, il diritto, che le era proprio al rito romano antico, ad esistere.....

areki ha detto...

Sono daccordo con gigliobianco. La risposta del Santo padre in aereo era molto articolata e va letta alla luce del Motu Proprio e della lettera di accompagnamento ai Vescovi. Il Papa ovviamente non poteva smentire se stesso. Se si legge tutta la sua risposta si vede che in pratica riprende quanto scritto nel Motu Proprio. Il fatto che poi usi la parola "tolleranza" vuol dire che nella patria della tolleranza e della laicità (la Francia) quelli che osteggiano il Motu Proprio sono praticamente intolleranti e contrari all'amore cristiano.