26 settembre 2008

Il pellegrinaggio dei fedeli romani nella Basilica di San Paolo fuori le Mura (Osservatore Romano)


Vedi anche:

SAN PAOLO E ANNO PAOLINO

Il Papa ai vescovi dell’Uruguay: "Insegnate la fede cattolica nella sua integrità" (Sir e Radio Vaticana)

Cei, Mariano Crociata nuovo segretario generale: lo speciale di "Avvenire"

Scuola cattolica, fatto di giustizia: il pre-giudizio ne fa una riserva indiana (Paolucci)

Il Papa al Movimento "Retrouvaille": "Il vostro è un servizio "contro corrente". Oggi, infatti, quando una coppia entra in crisi, trova tante persone pronte a consigliare la separazione"

Per la Cei il Papa sceglie Monsignor Crociata, l'uomo del dialogo (Fontana)

Amenità giornalistiche sul viaggio del Papa a Parigi: la terza gamba di Sarkozy diventa un caso :-)

Dopo Betori c'è Crociata come segretario della Cei (Bobbio)

«Misericordia e ragione le sfide della Chiesa di oggi» (Dignola)

Mons. Crociata: «Chiamato a servire la comunione tra i vescovi» (Mazza)

Igor Man: "Pio XII, oltre il silenzio l'attiva pietà" (La Stampa)

La notizia che non troveremo sui giornaloni italiani: negli Usa sospesa un'esecuzione capitale per intervento del Papa e di Jimmy Carter

Eugenia Roccella sul testamento biologico: "Non ci si può affidare all'arbitrio dei giudici" (Il Giornale)

Svolta al Sinodo dei vescovi: il Papa invita a parlare un rabbino (Accattoli e La Rocca)

Il ruolo dell'università alla luce degli insegnamenti di Benedetto XVI (Osservatore Romano)

I cattolici tedeschi chiamati alla responsabilità dell'evangelizzazione (Osservatore Romano)

Un film può fare male se è un servizio alla demenza. Chiedere a Don Canio che si è preso duecento punti di sutura...(Rondoni)

Rosso "malpela" la caricatura ecumenica della Chiesa Cattolica e Valdese fatta da Repubblica. Errore gravissimo di declinazione latina

Card. Ruini: "La Cei è sempre dalla parte della vita. E la linea non cambia" (Muolo)

D'Agostino: "Il testamento c'è già: ora bisogna arginare e cambiare"

Il Papa: "La scuola cattolica è un contributo prezioso all’edificazione del bene comune dell’intera società italiana"

Mons. Crociata nuovo segretario Cei, sostituisce Betori

Il paese natale di Benedetto XVI si gemella con quello di Giovanni XXIII

Laicità...l'editoriale di Giulio Andreotti (30Giorni)

Il dono di insegnare, ecco la lezione del professor Ratzinger (Il Giornale)

Pedofilia nel clero: chiusa l'istruttoria sul "caso" Cantini. Forse a decidere sarà personalmente il Papa (Carratù)

Francesco Agnoli: "I laicisti trionfano: dopo il testamento biologico l'eutanasia"

Pompei: gioia e preparativi per l'arrivo del Papa (Rossi)

Gianni Gennari: "L'«Inchiesta» di Augias-Cacitti? Tante sparate senza nessuna prova. Vero bersaglio del libro? Benedetto XVI"

La lettera del cardinale vicario Agostino Vallini

Il pellegrinaggio dei fedeli romani nella Basilica di San Paolo fuori le Mura

Roma, 25.

Nell'ambito dei festeggiamenti per l'anno Paolino, domenica 26 ottobre, si svolgerà un pellegrinaggio diocesano nella Basilica di San Paolo fuori le Mura. Nell'occasione il cardinale vicario, Agostino Vallini, ha inviato una lettera alla diocesi di Roma che pubblichiamo di seguito.
"La celebrazione dell'anno Paolino, indetto dal Santo Padre Benedetto XVI per ricordare il bimillenario della nascita dell'Apostolo delle genti - si legge nella lettera del cardinale Vallini - suscita in tutte le Chiese particolari del mondo vivo interesse ed è vissuto come occasione spirituale e pastorale propizia per conoscere più da vicino la grandezza della persona e l'insegnamento di colui che, con l'apostolo Pietro, è giustamente considerato colonna della Chiesa. La Chiesa di Roma, in particolare, ha avuto il privilegio di essere destinataria della predicazione di san Paolo, testimone della sua intrepida fede, confermata con il martirio sulla via Ostiense, ed è depositaria del suo sepolcro. Ripercorrere le tappe dell'itinerario umano e spirituale di san Paolo, da Damasco a Roma, offre a tutti noi la possibilità di accostarci ad un modello affascinante di vita cristiana e l'invito ad essere discepoli di Gesù nel nostro tempo, seguendo l'esempio della fede, del coraggio e della passione apostolica di questo grande apostolo. Come sapete, il programma pastorale della nostra Diocesi, scaturito dal convegno dello scorso giugno, prevede per il pomeriggio di domenica 26 ottobre un pellegrinaggio diocesano presso il sepolcro dell'Apostolo, nella Basilica di San Paolo fuori le Mura, con la celebrazione della santa messa, che presiederò alle ore 17. Vi invito a partecipare molto numerosi, col desiderio di affidare alla intercessione di san Paolo l'anno pastorale appena iniziato e la nostra Chiesa di Roma, impegnata in questo anno a testimoniare Gesù risorto e a educare alla speranza. Ci faremo pellegrini umili e fiduciosi in un luogo altamente significativo della fede, portando con noi ansie e speranze, e nella celebrazione dell'Eucaristia, incontrando il Signore Risorto, chiederemo per noi e per la nostra Chiesa il dono di una fede coraggiosa e gioiosa, in grado di generare speranza e di dialogare con quanti si interrogano sul senso della vita. Siamo, infatti, debitori verso la città di Roma di un rinnovato annuncio del Vangelo, capace di trasformare il vissuto quotidiano delle famiglie, dei giovani, degli ammalati e dei poveri. Mi permetto inoltre di suggerire ed incoraggiare un'altra piccola iniziativa da inserire in ciò che già normalmente si fa. Vale a dire che in ogni parrocchia e comunità ecclesiale, nel corso dell'anno, secondo forme e modalità che si riterranno idonee, possa essere proposta una lectio paulina sugli scritti di san Paolo. Sono certo che non mancherebbero copiosi frutti spirituali. Il Vicariato si impegna a inviare in tempi brevi un piccolo sussidio al riguardo. Nel ringraziarvi fin da ora per la cooperazione alla buona riuscita del pellegrinaggio diocesano, vi dico che sarà per me una grande gioia poter incontrare per la prima volta tutte le componenti della Chiesa di Roma: sacerdoti, diaconi, seminaristi, religiosi e religiose, comunità parrocchiali, associazioni, movimenti e tanti altri fedeli. Potremo sperimentare insieme quanto sia bello e arricchente appartenere all'unico corpo di Cristo. Vi accompagno con la mia preghiera e chiedo al Signore di benedirvi tutti".
Al termine della messa sarà possibile visitare la tomba di san Paolo.

(©L'Osservatore Romano - 26 settembre 2008)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono fuori argomento: Ho letto su un quotidiano locale che nel regno unito è stata cambiata la legge secondo la quale il re debba essere solo anglicano e non cattolico. Se iresci a trovare un articolo... Saluti, Marco.

Scenron ha detto...

Carissima Raffaella, ti saluto al rientro dal mio viaggio a Roma! Ho avuto la grazia di partecipare all'udienza generale di mercoledì in primissima fila e di incontrare Papa Joseph...che emozione! Non scorderò mai i suoi occhi blu, il suo sguardo luminoso che incrocia il mio, la sua mano benedicente, il suo sorriso...la fatica fatta per essere li di buon mattino è stata più che ripagata...e poi Roma è una città magnifica! :-)
A presto, un abbraccio! :D

Raffaella ha detto...

Ciao Marco, cerchero' l'articolo :-)

Scenron, sono felicissima per te!
Ti ringrazio per avere condiviso con noi la tua esperienza e la tua emozione.
Un abbraccio
Raffaella