17 maggio 2008

Bagno di folla per il Papa a Savona: Piazza del Popolo al completo, moltissimi fedeli all'esterno...


Vedi anche:

IL PAPA E' A SAVONA

VISITA DEL PAPA A SAVONA: DIRETTA IN CORSO

Al via nel pomeriggio la visita pastorale del Papa a Savona e Genova (Radio Vaticana)

VISITA PASTORALE DEL PAPA A GENOVA E SAVONA(17-18 MAGGIO 2008): LO SPECIALE DEL BLOG

Santuario della Guardia, l’attesa operosa di Genova

Benedetto XVI a Savona. Mons. Lupi: una svolta interiore (Viana)

Quello tra Joseph Ratzinger e la gente è un rapporto profondo e sorprendente come gli amori che sbocciano piano...(Galeazzi)

Il Papa: "La missione è un compito e un dovere di tutte le Chiese, che come vasi comunicanti condividono persone e risorse per realizzarla"

Benedetto XVI ai vescovi: i Movimenti e le nuove comunità sono un grande dono per la Chiesa (Radio Vaticana)

Precisazione del cardinale Bertone sul divieto di ordinazione sacerdotale delle persone con tendenze omosessuali

Il Papa: "I movimenti ecclesiali e le nuove comunità non sono un problema o un rischio in più. Sono un dono del Signore, una risorsa preziosa..."

Il Papa a Savona e Genova, città del declino dorato (Bobbio)

Il Papa: Famiglie nella precarietà, «Lo Stato deve aiutarle»

Savona pronta ad accogliere Benedetto XVI

Il declino dell'intellettuale radical-chic: Umberto Eco ironizza sul Papa, l'Espresso riporta le sue sparate e lui? Si arrabbia!

SPE SALVI: IL TESTO IN PODCAST (H2O)

Mons. Lupi: "Benedetto XVI a Savona tra memoria e futuro sulle orme di Pio VII" (Osservatore)

Intervista di Carlo Di Cicco a Giovanni Maria Flick in occasione della visita in Liguria di Benedetto XVI (Osservatore)

PAPA A SAVONA, IN 30MILA LO SALUTANO IN PIAZZA DEL POPOLO

Benedetto XVI è stato salutato con manifestazioni di grande entusiasmo lungo le vie di Savona, dove oltre 30 mila fedeli lo attendevano in piazza del Popolo, per la solenne celebrazione eucaristica. La papamobile bianca lo ha portato fin sul palco preparato per il rito che durerà circa due ore.

PAPA: NESSUNA PRESSIONE PUO' FAR TACERE LA CHIESA

La deportazione di Pio VII da parte di Napoleone Bonaparte e' stata rievocata oggi da Papa Ratzinger come esempio di pressioni per far tacere la Chiesa.
A Savona, prima tappa della visita pastorale che domani si concludera' a Genova, Benedetto XVI ha visitato gli appartamenti dove il suo antico predecessore trascorse quasi 3 anni di prigionia ed ha toccato con le mani le grate da cui le guardie spiavano il Capo della Chiesa Cattolica per impedirgli di avere contatti con il mondo esterno.
Nell'omelia della messa celebrata in piazza del Popolo per oltre 30 mila fedeli ha lodato l'esempio di "serena fermezza" dato da quel Pontefice che riusci' comunque a far pervenire messaggi, nascosti anche nei cestini della verdura, impedendo in questo modo che Napoleone potesse procedere a nominare lui stesso i vescovi. Una vicenda che, ha spiegato il Papa di oggi, ci insegna "il coraggio nell'affrontare le sfide del mondo: materialismo, relativismo, laicismo, senza mai cedere a compromessi, disposti a pagare di persona pur di rimanere fedeli al Signore e alla sua Chiesa". Dobbiamo, ha aggiunto, "conservare inalterata nelle prove la fiducia in Dio, consapevoli che Egli, se pur permette per la sua Chiesa momenti difficili, non la abbandona mai".

© Copyright Agi

Benedetto XVI, al via la visita in Liguria
in elicottero al santuario di Savona


L'arrivo sotto la pioggia, accolto dal ministro Scajola. Il Pontefice si fermerà due giorni. Prima tappa, Nostra Signora della Misericordia per una preghiera personale. Poi bagno di folla in piazza del Popolo

SAVONA - Benedetto XVI è a Savona. E' atterrato alle 16.55 circa, con un ritardo di 10 minuti, nel piazzale adiacente al Santuario di Nostra Signora della Misericordia di Savona. Il Pontefice è sceso da un elicottero bianco dell'Aeronautica militare, partito dall'aeroporto di Genova. Ad accoglierlo, tra gli altri, sono il sindaco di Savona, Federico Berruti, il vescovo Vittorio Lupi, il prefetto Nicoletta Frediani.

Al Santuario il Pontefice ha pregato in forma privata nella cripta in cui, nel 1815, Pio VII incoronò l'effigie di Maria, poi, con la papa-mobile, è stato accompagnato da un corteo di cinque automobili, in piazza del Popolo, attraversando corso Ricci. Uno striscione sul Palazzo della Provincia lo ha accolto con la scritta "La provincia di Savona saluta il Santo Padre". Innumerevoli i manifesti con l'immagine del Papa che ricoprono la città.

Alle 17.45 è iniziata in piazza del Popolo la solenne concelebrazione eucaristica. Nella piazza sono stati allestiti due grandi schermi, altri due si trovano in piazza Mameli e uno nel Santuario della Misericordia. Sull'altare è stata deposta la statua della Madonna della Misericordia. Sulla destra del palco c'è il posto del coro: circa 450 i coristi, provenienti dall'intera diocesi di Savona, e 20 gli orchestrali. Concelebrano la messa circa 120 sacerdoti, una trentina i vescovi. L'unione italiana ciechi e ipovedenti e il gruppo diocesano del Movimento apostolico ciechi hanno provveduto alla trascrizione in braille del libretto della celebrazione eucaristica. Per i sordi sarà disponibile una religiosa, suor Veronica Amata Donatello, che tradurrà nel linguaggio dei segni l'omelia del Papa e le parti della Messa non seguibili con il libretto.

Alle 19.45 Benedetto XVI lascerà piazza del Popolo per andare a visitare in forma privata le stanze di Pio VII nel Vescovado di Savona. Il trasferimento avverrà in auto, passando per via Paleocapa, corso Italia, piazza Sisto IV e via Santa Maria Maggiore. La visita si concluderà alla cattedrale, alle 20.15 il Pontefice, sempre in auto, arriverà alla vecchia darsena, da cui partirà in elicottero per Genova, arrivo previsto per le 20.45 nel piazzale della Madonna della Guardia a Ceranesi-Campomorone, nell'entroterra del Ponente genovese.

© Copyright Repubblica online

L''ABBRACCIO' ALLA CITTA' DI SAVONA,MESSA CON 20MILA FEDELI

Tanti i pellegrini radunati anche all'esterno della piazza

Savona, 17 mag. (Apcom)

Una distesa colorata di ombrelli: piazza del Popolo si presenta così oggi pomeriggio, in occasione della solenne messa presieduta dal Papa e primo appuntamento della trasferta lampo di Benedetto XVI in Liguria che inizia oggi a Savona per concludersi domani a Genova.

La piazza è 'al completo'; i biglietti distribuiti sono 20mila. Tanti i pellegrini che si sono radunati anche all'esterno della piazza, lungo le vie limitrofe.

Due maxischermi allestiti ai lati del palco consentono anche a chi è lontano di poter seguire la celebrazione. Una suora francescana 'traduce' la messa per i sordo-muti. La corale è composta da 415 cantori provenienti da 21 gruppi parrocchiali e da 25 strumentisti; il coro è diretto dal maestro Maurizio Fiaschi.

7 commenti:

Carla ha detto...

Che bella quella statua della Madonna della Misericordia a lato dell'altare dove ha celebrato Papa Benedetto!

mariateresa ha detto...

Adesso ve lo dico, poi fate finta che non ve l'abbia detto.
Ho capito che in termini di pubblico (che per i media è un'ossessione) stava andando bene dal TG3 dove hanno detto 3 parole 3 e basta sul viaggio del papa, nessun riferimento al Pride Laico, silenzio e mosca.
Io non vi ho detto niente, eh.
Facciamo finta di niente.....
Fischiettiamo....

euge ha detto...

OK! mariateresa io non ho sentito!!!!!!!! :-))))))

Raffaella ha detto...

Non ho sentito nemmeno io anche se al Tg2 mi e' parso di capire che a Genova (non a Savona...non so se mi spiego...) ci si attendesse un'affluenza maggiore.
Non sono sicura, pero', di avere capito bene...sono un po' distratta :-))
R.

malapenna ha detto...

in compenso, sul sito di Repubblica campeggiano ben 22 foto del corteo e di alcune scritte su muri, vignette e magliette non proprio inneggianti alla tolleranza, senza voler imbavagliare nessuno. Mi chiedo, onestamente non lo ricordo, se il sito in questione ha ottemperato a suo tempo ad analogo "coraggioso" diritto di cronaca nei confronti di vignette e magliette rivolte verso altra religione
Temo di no, perchè il signore che esibisce sulla maglietta un "straporco di un..." merita il primo piano, altre magliette si censurano e basta

CARON DIMONIO ha detto...

Questa è la prova incontrovertibile che chi parla di tolleranza e di pace con tanto di bandiere arcobaleno sono gli stessi che si dimostrano di un intolleranza ed oscurantismo senza eguali!!!!!!
Amici quello che conta è la luce di Benedetto XVI Certa gente non merita considerazione ma, si sa che certa stampa vive di queste cose!

Carla ha detto...

Eh, beh, andiamo! "Repubblica" è andata oltre mille miglia rispetto al diritto di cronaca! 22 foto 22 per quella roba sono oggettivamente, incontestabilmente troppe, non solo da un punto di vista cattolico, in ogni caso hanno screditato la città e la dignità umana, specie delle donne. Quindi, un boomerang e un pessimo servisio alla loro "causa".