9 luglio 2008

La vergogna italiota di Piazza Navona: le reazioni politiche


Vedi anche:

PADRE LOMBARDI SULLA VERGOGNA DI PIAZZA NAVONA: “LA VOLGARITÀ SI QUALIFICA PER SE STESSA”

Mons. Amato è il nuovo Prefetto della Congregazione delle cause dei santi. Alla dottrina della fede padre Ladaria Ferrer

Teatrini italioti: "Una piazza fuori controllo: attacchi e insulti senza freni" (Avvenire)

Avvenire sullo scandaloso teatrino di Piazza Navona: "Mai così in basso. Solo squallida spazzatura"

Sir sul teatrino di Piazza Navona: contro il Papa menzogna ed ignoranza!

La tradizione giudaico-cristiana negli "Oracoli sibillini". Quei testi che profetizzavano il passato (Osservatore)

Delicatezza istituzione del Presidente del Senato: solidarietà al Papa ed al Capo dello Stato

Ho visto l'intervento della comica. Non c'è dubbio: sussiste il reato di vilipendio. Chiedo l'intervento del Ministro della Giustizia

Anglicani: sì alle donne vescovo. Rimane alto il rischio di scisma (Orsini)

Al corteo anti Cav insulti al Papa e Napolitano (Scafuri)

Giro giro tondo, casca il mondo, casca la terra, i soliti noti giù per terra in autogol :-)

Osservatore: braccia aperte alla minoranza anglicana se aderisce al Cattolicesimo (Agi)

L'ASSOCIAZIONE PAPABOYS: 'SCHIFOSE LE PAROLE DI S. G. CONTRO IL PAPA. DI PIETRO SI SCUSI!

Novena per il nostro amico Germano

Gli organizzatori del teatrino di Piazza Navona prendano le distanze dalle offese al Papa da parte di un comico o una comica

Il motu proprio “Summorum Pontificum” un anno dopo (prima parte). Padre John Zuhlsdorf ne analizza gli effetti (Zenit)

OGGI BENEDETTO XVI RICEVE IL RE DEL BAHREIN

Milano, quando la Curia parla come «Repubblica» (Brambilla). Da incorniciare ed appendere nel tinello :-)

La diocesi di Milano fa dietrofront ma in Vaticano c'è imbarazzo per quella parola: "fascista" (Tornielli)

Cari amici, come sapete non e' costume del blog riportare reazioni politiche fini a se stesse, ma e' in preparazione uno speciale in cui verranno raccolti articoli, commenti e dichiarazioni sui vergognosi eventi di Piazza Navona. L'accostamento allo speciale sul "caso Sapienza" sara' inevitabile.
Verranno riportate le reazioni di molti esponenti politici di maggioranza ed opposizione tranne quelle di Antonio Di Pietro e Furio Colombo, organizzatori della "manifestazione" di ieri in quanto le lacrime di coccodrillo non ci interessano.
Tutte le dichiarazioni saranno quindi conservate a futura memoria
.
R.

Berlusconi: "Della spazzatura mi occupo a Napoli"

"Della spazzatura mi occupo a Napoli. 'Lasciamo stare,
lasciamo stare... un 'de minimis'... si illustrano da soli". Così Silvio Berluscconi risponde ad una domanda sulla manifestazione di ieri a piazza Navona e in particolar modo sulle invettive rivolte al Santo Pontefice e al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

FINI: INSULTI E OSCENITA' NON SONO SATIRA

(ASCA) - Roma, 9 lug - ''Le espressioni oscene nei confronti del Papa e gli insulti al capo dello Stato sono comportamenti che non hanno nulla a che vedere con la satira''. Lo ha detto il presidente della Camera Gianfranco Fini a proposito delle offese rivolte al Papa e al capo dello Stato ieri sera durante la manifestazione di piazza Navona.

PIONATI: IERI PESSIMO ESEMPIO DI ESTREMISMO INUTILE

Roma, 9 lug. (Apcom) - "L'Udc non ha pregiudizi contro chi manifesta, ma quello di ieri è stato un pessimo esempio di inutile estremismo: gli attacchi vergognosi al Papa e al Capo dello Stato e gli eccessi contro il Presidente del Consiglio non servono a nulla se non a far crescere la tensione". A dichiararlo è Francesco Pionati, portavoce dell'Udc.

Rotondi: "Così noi tranquilli per anni"

"Finchè la piazza di opposizione insulta il Papa e il presidente Napolitano, il governo Berlusconi sta tranquillo per tre legislature". Lo dice il ministro per l'attuazione del programma, Gianfranco Rotondi

Finocchiaro (Pd): "Attacchi inaccettabili"

"Gli attacchi che ieri sono venuti dalla manifestazione di Piazza Navona al Quirinale e al Papa sono per il Pd inaccettabili e sbagliati. Condivido la necessità di un ritrovato rispetto nei confronti del Presidente della Repubblica e del Santo Padre". Lo ha detto il capogruppo al Senato del Pd, Anna Finocchiaro, durante il suo intervento in Aula

Merlo (Pd): "Non siamo forcaioli"

"Come da copione sono piovuti insulti, oscenità e invettive. L'unica cosa non prevista alla manifestazione di piazza Navona è stato l'attacco squallido al Papa. Ora, il dato positivo della giornata è stato la non adesione e la non partecipazione politica del Partito democratico". E' quanto dice Giorgio Merlo (Pd) sulla manifestazione di Piazza Navona. "Chi lavora per un'alternativa di governo seria e credibile alla maggioranza di centro destra non può confondersi con un'opposizione forcaiola, insultante verso le istituzioni e vagamente giustizialista"

Sereni (Pd): "Da Di Pietro lacrime di coccodrillo"

'Se si invitano alcuni personaggi come Grillo ci si deve aspettare un messaggio di antipolitica e volgarita'. Quelle di Antonio Di Pietro sono solo lacrime di coccodrillo". Marina Sereni del Pd commenta così la manifestazione di piazza Navona contro il governo Berlusconi.

FIORONI: ATTACCHI VOLGARI,CHE C'AZZECCANO QUESTI CON PD?

Roma, 9 lug. (Apcom) - "Un brutto spettacolo, volgare e diseducativo per chiunque, del quale oggi restano solo macerie fumanti: attaccare a testa bassa il Papa e il capo dello Stato ha gettato discredito anche su chi intendeva esprimere legittimamente il proprio dissenso, accomunando tutti in un partito della volgarità che non porta da nessuna parte. Le solidarietà, pur obbligate, non potranno mai ripagare i destinatari di un simile atto dissennato". Lo dichiara Giuseppe Fioroni, coordinatore dell'organizzazione del Pd.
"Chi si è reso responsabile di questi risultati - aggiunge - non ha reso un servizio né alla democrazia, né ai partecipanti, lo ha reso solo a chi si voleva contrastare. Ora c'è da chiedersi: che ci azzeccano questi con noi e con il Pd?".

VICECONTE (PDL): IPOCRITA FINTO STUPORE DI DI PIETRO

Roma, 9 lug. (Apcom) - "La premiata ditta Di Pietro-Travaglio-**** ha compiuto un vero capolavoro. In un solo colpo è riuscita a insultare il Papa e il Presidente della Repubblica, a denigrare un ministro e a spaccare definitivamente l'opposizione. Continuassero pure con questo repertorio e il viale del tramonto sarà assicurato in breve tempo". Lo afferma in una nota il senatore del Pdl Guido Viceconte.
"Colpisce, tuttavia, il 'finto stupore' di chi prima ha scelto di aderire e poi, colmo di imbarazzo per gli insulti e le aggressioni urlate dal palco di piazza Navona - conclude - ha abbandonato il girotondo. Ipocrisia allo stato puro, becero calcolo politico che gli è andato di traverso".

BONDI, SOLIDARIETA' A NAPOLITANO E AL PAPA

Solidarieta' al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e a Santo Padre Benedetto XVI e' stata espressa dal governo, con il ministro per i Beni culturali, Sandro Bondi, per i gravi attacchi verbali di ieri durante la manifestazione a piazza Navona. "Il confronto politico - ha detto Sandro Bondi nell'Aula del Senato- puo' essere anche duro e radicale, ma deve essere sempre rispettoso. Se riteniamo che la strada del dialogo e' senza alternative penso che questa strada dobbiamo seguirla con determinazione e senza fare due passi indietro verso la delegittimazione politica e soprattutto senza coinvolgere le piu' alte istituzioni del nostro Paese, istituzioni che rappresentano i valori comuni. Valori rappresentati in modo particolare dal Presidente della Repubblica che sta svolgendo proprio in queste settimane difficili, delicato e sapiente lavoro". (AGI)

La Loggia: "A Napolitano e al Santo Padre attacchi intollerabili"

"Gli attacchi al Santo padre e al Presidente Napolitano, ai quali esprimo la mia solidarietà, sono intollerabili, indecenti, irriguardosi e gratuiti e frutto solo di una propaganda politica di stampo comunista": lo dice Enrico La Loggia, vicepresidente del gruppo del Pdl della Camera.

CASELLATI: IN PIAZZA NAVONA SONO TORNATI I BARBARI

Roma, 9 lug. (Apcom) - "I barbari sono tornati in piazza, manifestando tutta la loro inciviltà e il loro disprezzo per chiunque non la pensi come loro. Quel che si è visto e sentito ieri a Piazza Navona è inaccettabile: per questo, ritengo doveroso esprimere solidarietà e vicinanza al Papa e al Capo dello Stato". E' quanto dichiara la senatrice Elisabetta Alberti Casellati, sottosegretario alla Giustizia.
"Chi offende, chi sceglie la strada degli insulti non ha, evidentemente, argomenti validi da sostenere. La verità - conclude Casellati - è che la sinistra della violenza e dei rancori non accetta il verdetto delle urne, che ha cancellato quasi tutti gli ultras dal Parlamento. E quei pochi che sono stati eletti, anziché lavorare nelle sedi proprie, pensano di poter sovvertire il voto popolare, chiamando in piazza qualche scalmanato travestito da giornalista o da comico. Sbagliano di grosso: il governo non si fa spaventare dalle parolacce e continuerà a lavorare nell'interesse dei cittadini".

VOLONTE': DI PIETRO RESPONSABILE INSULTI A PAPA E COLLE

Roma, 9 lug. (Apcom) - L'Udc ritiene responsabile lo stesso Di Pietro delle parole pronunciate da Beppe Grillo e ****** contro il Capo dello Stato e Benedetto XVI, secondo una nota rilasciata da Luca Volontè.
Invitando Travaglio, ***** e Grillo, Di Pietro "non poteva non sapere che sarebbe andata così - aggiunge Volontè - Di Pietro si assuma in pieno la responsabilità di ciò che è accaduto", Il deputato dell'Udc ritiene che Di Pietro "sta cercando di realizzare quel movimento di lotta governo che è sempre stato patrimonio della sinistra antagonista e che usa l'insulto in assenza di ragioni".

LA RUSSA: SENZA PAROLE PER LE VOLGARITA' DI IERI

Roma, 9 lug. (apcom) - "Avevo provato prima a stemperare il clima sulla giustizia, ma poi ho ascoltato le volgarità di ieri, e per una volta sono rimasto senza parole". Ignazio La Russa, ministro della Difesa e reggente di An, commenta così la manifestazione di ieri a piazza Navona.
E aggiunge: "Capisco che debbano alzare i toni... Una volta Sciascia parlava dei professionisti dell'antimafia, oggi ci sono i professionisti dell'antiberlusconismo. Visto che con il lodo Alfano si rasserena il clima, hanno paura di restare disoccupati e per questo arrivano ad attacchi incredibili perfino contro il Papa e contro il Presidente della Repubblica".

BAIO: DALLA PIAZZA INSULTI CHE OFFENDONO GLI ITALIANI

Roma, 9 lug. (Apcom) - La senatrice del Pd Emanuela Baio dichiara il suo dissenso e quello del suo partito circa le frasi dette ieri in piazza Navona, dove "le parole volgari ed offensive di presunti comici rivolte contro il Santo Padre e contro il presidente della Repubblica hanno offeso la stragrande maggioranza degli italiani".
Secondo la senatrice il Pd, bersaglio ben più presente di Silvio Berlusconi nel corso della manifestazione, "sta compiendo un prezioso e paziente lavoro per cancellare una norma che danneggia la civiltà del nostro Paese e favorisce solo gli interessi personali del premier".
"Il dovere di un parlamentare di opposizione - aggiunge - è dire no e lavorare" spiegando che insultare il capo dello Stato, i ministri e il Papa danneggia il sentimento di fiducia verso le istituzioni, per questo ritiene che "è sacrosanto il diritto di manifestare in piazza ma l'effetto prodotto ieri cancella ogni buon fine" visto che "ieri a piazza Navona più che a un turpiloquio, abbiamo assistito ad un epitaffio alla civiltà e alla libertà".

Rai: Gasparri, no a voto Orlando
Per tono e atteggiamento esponente Idv aggressivo e offensivo

(ANSA) - ROMA, 10 LUG- Per il centrodestra non ci sono le condizioni per votare l'Idv Leoluca Orlando alla guida della Vigilanza Rai: lo ribadisce Maurizio Gasparri.Il capogruppo del Pdl al Senato spiega che non ci sono le condizioni per affidare la presidenza di una commissione di garanzia a un esponente di partito che solo poche ore fa ha organizzato una manifestazione che anche rappresentanti della minoranza hanno dovuto criticare per i toni aggressivi e offensivi usati perfino nei confronti di Napolitano e del Papa.

Rotondi: "Di Pietro si scusi col Papa"

Il ministro Gianfranco Rotondi invita Antonio Di Pietro e gli organizzatori di piazza Navona a presentare formali scuse al Pontefice in Vaticano.

D'Alema su piazza Navona: "Preoccupa volgarità"

"Io non sono contrario alle manifestazioni di piazza, ma quello che le distingue le une dalle altre è quanto in quelle manifestazioni si dice. Mi preoccupa la virulenza, la volgarità, la sensazione di uno scontro che non ha regole, che eccita le minoranze ma allontana la grande maggioranza dei cittadini dalla vita pubblica". Lo ha detto nell'Aula della Camera Massimo D'Alema.

APPLAUSI BIPARTISAN PER VELTRONI SU P.ZZA NAVONA.GELO DA IDV

Roma, 10 lug. (Apcom) - Se la prende a chiare lettere contro chi "in queste ore non ha preso le distanze dagli attacchi al Papa e al presidente Napolitano" il leader del Pd Walter Veltroni. E tutta l'Aula della Camera, dove è in corso l'esame del Lodo Alfano, lo applaude. Il suo partito gli tributa un caloroso riconoscimento, applausi giungono anche dai banchi del Pdl e dell'Udc. Unici a rimanere fermi al loro posto, senza muovere un dito, sono i deputati dell'Idv a cui è rivolta la 'rampogna' di Veltroni. Al termine del discorso le opposizioni applaudono il segretario del Pd, ma non l'Idv ed è gelo.

3 commenti:

Fra David ha detto...

Per una volta mi trovo d'accordo con Dalema...

Fra David ha detto...

Scusate: D'Alema!

Raffaella ha detto...

Errata corrige.
Credevo che Colombo fosse ancora senatore, ma stamattina ho scoperto che e' deputato.
Non cambia nulla ovviamente...solo una precisazione.