28 luglio 2007

Rosso Malpelo striglia Politi: meglio Chavez!


Vedi anche:

Intervista a Don Georg: cio' che Repubblica e Corriere si sono "dimenticati" di scrivere

Il Papa ai giornalisti: "Non e' il momento per le interviste"

Mons. Georg Gaenswein (segretario del Papa): la lectio di Ratisbona e' stata profetica

L'intervista completa (in tedesco) di Peter Seewald (biografo di Benedetto XVI) a Mons. Georg Gänswein (segretario del Santo Padre)

LA LECTIO MAGISTRALIS DI RATISBONA

IL PAPA LASCIA IL CADORE: VIDEO DI SKY

Il Papa in Cadore: cronaca della diciannovesima e ultima giornata

IMMAGINI INEDITE DEL PAPA IN CADORE: VIDEO DI SKY (2)

Politi alla disperazione: la Chiesa di Ratzinger (???) ha paura, e' tentata dall'integralismo, soffoca ogni dialettica...

Auronzo di Cadore: i sacerdoti di Belluno e Treviso chiedono, il Papa risponde...

SPECIALE: IL MOTU PROPRIO "SUMMORUM PONTIFICUM"

IL PAPA IN CADORE: LO SPECIALE DEL BLOG

Grazie al suggerimento di Mariateresa, possiamo leggere questa bella strigliata di Rosso Malpelo-Gianni Gennari per la rubrica di "Avvenire" Lupus in pagina:

Insulti: meglio Chavez che Repubblica

Rosso Malpelo

Sul "Foglio" ieri (p.5) il premier venezuelano Chavez insulta i suoi vescovi: "ignoranti, perversi e mentitori"! Da noi invece "Repubblica" (p. 21) fa la diagnosi dell'indubitabile malattia della Chiesa italiana, ma suggerisce - è il titolo: "Un nuovo spazio per i cattolici" - la terapia di speranza.
Prima il morbo: «impennata identitaria, continua pressione gerarchica per piegare la legislazione italiana, critica del principio di laicità, esaltazione della tradizione con la Messa tridentina e pretesa di superiorità sulle altre confessioni cristiane«. E i suoi effetti immediati: «la gerarchia ratzingeriana nega la realtà del Concilio (per) cancellare la visione di una Chiesa che non si colloca al di sopra della storia», vuol tornare «all'antico regime di cristianità», ha «paura del pluralismo», e come «islam, induismo, ebraismo e movimenti neoevangelici negli Stati Uniti» è preda della massiccia «tentazione dell'integralismo». Così: la Chiesa oggi soffre di «una forma di totalitarismo intellettuale» che soffoca tutto, e radice del virus è, fuori dubbio, nella leadership di «decenni» del card. Ruini, l'untore. Tutto perduto? No! "Repubblica" vede due segni di speranza: la "Lettera dei 60" della Margherita e la Bindi che chiede di «chiudere la parentesi aprendo una serena correzione fraterna della Chiesa recente». Evviva! Nascono finalmente "cattolici adulti"! Sì, «la gerarchia non ne vuole», come dicono «le frasi sprezzanti» del nuovo «braccio secolare, Pezzotta» che seduce perfino Andrea Riccardi di S. Egidio, ma l'orizzonte è libero: «nuovi spazi per i cattolici». Insomma: Chavez è più sfumato.

© Copyright Avvenire, 28 luglio 2007

6 commenti:

mariateresa ha detto...

Cara, io credo che la strigliata più grossa che si sia preso il nostro, sia quella che gli è arrivata da Sergio Soave sul Foglio, dal titolo: la debacle der vaticanista", dopo Ratisbona, me la ricordo ancora, riuscì a farmi fare un salto sulla sedia. Ma purtroppo non la trovo sulla rete. Quella sì che fu un contropelo coi fiocchi….

Raffaella ha detto...

Ricordi piu' o meno la data?
Sei una fonte inesauribile :-)

mariateresa ha detto...

beh, poco dopo Ratisbona, Politi aveva fatto un editoriale apocalittico accusando il Papa di tutti i mali di questo mondo, uno degli articoli più brutti che abbia mai scritto e allora Soave gli ha risposto per le rime soprattutto riguardo al paragone con GPII. Quindi dovrebbe essere la seconda metà di settembre 2006, l'articolo di Politi uscì quasi contemporaneamente alla crisi di Ratisbona , quello di Soave mi sembra qualche giorno dopo.
Sono avvenimenti che non si dimenticano

Raffaella ha detto...

Grazie, l'articolo di Soave potrebbe diventare una pietra miliare...

mariateresa ha detto...

incredibile, l'ho trovato, cioè l'ha trovato mio figlio che è meno oca di me nelle ricerche
http://www.mauricebignami.it/archivio/segn120.html

sono proprio contenta

Raffaella ha detto...

Non so davvero come ringraziarti, Mariateresa e complimenti a tuo figlio. Inserisco subito l'articolo nel blog perche' Soave fa delle considerazioni che vanno al di la' della la debacle politiana di Ratisbona :-)