30 dicembre 2007

Leggo le critiche dei giornaloni, i continui confronti, le cattiverie gratuite e poi vedo la folla di stamattina all'Angelus e dico...

...chissenefrega delle polemiche :-))
Grazie a chi era presente e grazie a chi vuole bene al Papa...

17 commenti:

Luisa ha detto...

Effettivamente, che gioia vedere la Piazza san Pietro colma e stracolma di fedeli festosi!
Questa è la realtà, nessuno obbliga quelle persone a spostarsi domenica dopo domenica per ascoltare il Santo Padre 15 minuti, vederlo lassù, piccola figura bianca che ci parla ,ci trasmette il suo messaggio sempre ancorato nella realtà delle nostre vite, seme che si radica nelle nostre coscienze e porta frutto. Solo il desiderio di manifestare al Papa l`affetto, fargli sentire la presenza e il sostegno spinge quelle migliaia di fedeli a Piazza San Pietro, di cuore grazie!

gemma ha detto...

brava Raffaella! La penso come te! :-)

Umberto ha detto...

Da buoni laici cattolici amiamo la nostra Chiesa terrena.
Raffaella il lavoro che stai facendo è una continua 'dottrina' e dà fastidio proprio perchè ormai questo è un blog acutamente schierato a fianco del Santo Padre e del Magistero e con una visibilità da capogiro.
Mantieni la linea, è raro poter contare su di un sito senza manipolazioni, e questa freschezza e libertà è la tua continua forza.
Complimenti! Noi ci saremo.

mariateresa ha detto...

e anch'io, care amiche.

tommaso ha detto...

Cara Raffaella, è inutile arrabbiarsi. Quello del papa è un destino già scritto da Cristo "...Beati voi quando vi perseguiteranno per causa mia...". Dobbiamo accompaganre il nostro papa con costante preghiera e devozione. Io personalmente, più lo attaccano con gratuita cattiveria più gli voglio bene. Stiamo uniti e difendiamo questo grande pontecife che Dio ci ha donato. Auguri

Gianpaolo1951 ha detto...

Cara Raffaella, mi unisco anch’io a questo delizioso coro e, visto che da stasera sarò assente per due-tre giorni, anticipo a tutti i miei più fervidi auguri di Buon Anno!

Raffaella ha detto...

Grazie a tutti ed auguroni, in particolare, a Gianpaolo :-))

euge ha detto...

Carissimi, vorrei aggiungere un mio commento; ero questa mattina in Piazza S. Pietro e per la prima volta con i miei genitori non perchè non siano con il Papa ma, perchè si sa ognuno manifesta i sentimenti e le attenzioni a modo suo. Comunque, per me è stata una gioia grandissima come grandissima è stata la gioia di vedere famiglie sostare davanti al presepio ed anche vederle poi attendere le parole del Santo Padre. Hai ragione Raffaella quando dici che davanti a questi episodi le polemiche , gli attacchi gratuiti e le critiche senza costrutto mosse al Santo Padre, passano in secondo piano; però per come la vedo io è anche giusto e doveroso con i mezzi anche pochi che abbiamo, difendere come possiamo, questo dono immenso di Dio che è Benedetto XVI. Anch'io sarò sempre insieme a voi non solo spiritualmente ma, praticamente perchè la nostra testimonianza di vicinanza a Sua Santità sia più incisiva e sempre sincera. Molti, non si schierano per paura o magari perchè temono di fare brutta figura con parenti, amici e conoscenti; io stessa ne ho fatto le spese sotto Natale ma, non importa la mia gratitudine per Benedetto XVI è talmente grande che non me ne frega un piffero di ciò che pensano gli altri.
Raccolgo l'invito di Umberto credo, di rimanere tutti compatti e di sostenere come dice Tommaso, il nostro Papa con le preghiere sempre. Sono sicura che il Buon Dio che ci ha fatto questo dono, ci ascolterà.
Un abbraccio a tutti Eugenia
- SEMPRE CON BENEDETTO XVI -

Anonimo ha detto...

- SEMPRE CON BENEDETTO XVI -

io ci sono!!

Luigi

PS
grazie ancora di cuore a Raffaella per il costante e prezioso aggiornamento del blog

tommaso ha detto...

SEMPRE CON BENEDETTO XVI

Anonimo ha detto...

Mia aggiungo anch'io al coro di sostegno al nostro immenso Benedetto!
A Raffaella un grazie e un incoraggiamento: va avanti così!
Auguri a tutti per un 2008 sempre a fianco del Papa!!!!

sonia67 ha detto...

ciao a tutti. Da oggi c'è anche la sottoscritta, che vi segue già da diverso tempo e che spesso e volentieri si arrabbia con voi. Eugenia, ammiro la tua pazienza. Vi giuro che questa è vera.... Circa 1 mese dopo RATISBONA, durante un pranzo in famiglia è divampata una discussione che si è risolta con la messa al "bando" da casa mia, di una mia zia. Motivo? Tv accesa, servizio riguardante l'Angelus domenicale, compare il Papa. Zia: "Guardalo quel c... di Papa, non aveva niente di meglio da fare che stuzzicare i musulmani? Se poi l'ammazzano gli sta bene, se l'è andata a cercare e poi è pure tedesco quindi non capisce niente" !!!!??? Attimo di panico, mando giù il pezzo di cotoletta conficcato in gola e chiedo (povera idiota)" Scusa, ma hai letto integralmente il discorso?Zia: " No! Non ne ho bisogno, basta leggere i giornali, comunque è inutile che lo difendi, non è come l'altro Papa (ufff)e da quel momento non ho più potuto parlare, completamente sopraffatta dal suo delirio di onnipotenza. Risultato. Dopo essere stata ripetutamente offesa e accusata di essere una bacchettona, ho aperto la porta di casa e le ho chiesto gentilmente di accomodarsi fuori. L'individua non è più entrata a casa mia. Per me la famiglia è il bene più grande che ci sia, ma quando la misura è colma.....Scusate la lunghezza del post e un saluto affettuoso a Raffaella. Grazie per il tuo lavoro. Sonia67

euge ha detto...

GRAZIE DI CUORE LUIGI! ed a tutti coloro che senza paure e reticenze, diachiarano apertamente, la loro gratitudine, devozione, vicinanza spirituale ed obbedienza al nostro dolcissimo e fortissimo Benedetto XVI

Eugenia

Luisa ha detto...

Sì è stato particolarmente bello e significativo, oggi il giorno consacrato alla Sacra Famiglia, vedere piazza San Pietro stracolma e allo stesso tempo a Madrid più un millione di Spagnoli scesi in piazza per difendere la famiglia,che ha subito in questo Paese in qualche anno di governo socialista,zapateriano, un assalto terribile.
Un presente non ha esitato a dire che la famiglia è stata distrutta. Si è partiti dalle unioni di fatto e si è arrivati rapidamente alle adozioni autorizzate agli omosessuali, nei registri di matrimonio figurano le persone A e B e non più sposo e sposa, il divorzio è facilitato, divorzio rapido, c`è chi oggi domanda l`autorizzazione delle unioni poligame...con una logica coerente con la politica del governo attuale...perchè fermarsi su un così bel cammino? ...famiglia dinamitata... per non parlare degli aborti permessi sino alla 20ma settimana, e di tutte le derive nella procreazione assistita nelle cliniche private.
Che la Spagna serva di avvertimento a chi crede che aprire una porta alle coppie di fatto sia un passo limitato senza altre conseguenze. La Spagna mostra dove si puo arrivare quando si fanno saltare certi principi etici fondamentali sui quali poggiano le nostre società,o meglio sui quali dovrebbero poggiare le nostre società.
Ascoltiamo il nostro Papa quando ci avverte,scuote le nostre coscienze, preghiamo per lui, osiamo testimoniare ciò in cui crediamo, osiamo andare contro-corrente.

euge ha detto...

Cara Sonia piacere di conoscerti beh non ammirarmi troppo perchè la pazienza infinita è solo dei Santi ed io non lo sono. Vedi a differenza di te io queste persone le devo subire per non entrare in urto con i miei genitori ( infatti, si tratta di amici loro ).
Stasera li avrò di nuovo a cena e domani si spera in forma ridotta a pranzo......... come vedi sono circondata da gente che pur essendo istruita e di una certa età se ne infischia del rispetto non solo verso il Papa ma anche delle idee degli altri. Qui cara Sonia non si tratta di pazienza ma di educazione e buon gusto.
Eugenia

Anonimo ha detto...

Ho letto molti post su questo blog, e li ho trovati anche molto interessanti. Certo sono tutti un po'unilaterali, ma forse ne ho letti ancora troppo pochi per raccogliere una statistica significativa.

A Tommaso vorrei dire: hai mai pensato che tra i perseguitati potrebbero esserci persone che nemmeno immagineresti, per esempio i gay? Ti sembra plausibile?

Per Raffaella: nello spirito del rispetto di tutti chiamare gli organi di stampa (ovviamente imperfetti e non privi di colpa) "giornaloni" mi sembra decisamente scorretto. E'un po'come epitetare il tuo blog con nomignoli poco carini.

Raffaella ha detto...

Ciao, per giornaloni intendiamo i quotidiani piu' venduti. Finora era un vezzeggiativo, ora pero' capisco che occorre meritarsi il rispetto.