27 dicembre 2007

Il Papa: "I cristiani sono perseguitati". Presto un vertice storico in Vaticano con i leader islamici (Politi)


Vedi anche:

IL PAPA E L'ISLAM: LO SPECIALE DEL BLOG

Programma del viaggio del Papa negli Usa (in francese)

Lucio Dalla: "Il livello delle catechesi del Papa è così elevato da sfuggire a quelle menti che ricercano, nel mondo attuale, solo l'insulto"

Lucio Dalla a Petrus: “Quale marxista? Io mi ispiro all’Opus Dei”

Incredibile: Scalfari attacca la Binetti usando la "Spe salvi" come clava...ma non aveva tentato infruttosamente di demolire l'enciclica?

Messa tridentina: petizione alla curia di Milano per ottenere l'applicazione del motu proprio "Summorum Pontificum"

Finalmente cade il tabù: i giornali parlano della persecuzione dei Cristiani nei Paesi a maggioranza indù e buddista!

Card. Bagnasco: “Insegniamo ai giovani il valore della fatica” (Elkann per "La Stampa")

Ahmadinejad scrive al Papa: servizio di Sky

Ahmadinejad fa gli auguri al Papa «Che il 2008 sia un anno di pace»

BOOM DI ASCOLTI PER LA BENEDIZIONE "URBI ET ORBI" E LA MESSA DI MEZZANOTTE

Card. Sandri: "Il Natale in Terra Santa: una chiamata alla riconciliazione" (Osservatore Romano)

Cina: la lettera di Benedetto XVI sei mesi dopo (Padre Sihua a Zenit)

Gioia e gratitudine dei fedeli nelle diocesi italiane in cui è stata annunciata la visita del Papa nel 2008

Il martirio cristiano è esclusivamente un atto d’amore, verso Dio e verso gli uomini, compresi i persecutori

PAPA/ NEL 2008 TRASFERTE A SAVONA-GENOVA, BRINDISI E CAGLIARI

Mons. Guido Marini spiega all'Osservatore Romano i riti di Natale presieduti dal Papa

MESSAGGIO URBI ET ORBI DI PAPA BENEDETTO XVI (25 DICEMBRE 2007)

NATALE 2007: RACCOLTA DI COMMENTI

In qualche modo l’umanità attende Dio, la sua vicinanza. Ma quando arriva il momento, non ha posto per Lui!

Il Natale secondo i Vangeli canonici dell'infanzia (Mons. Ravasi per l'"Osservatore Romano")

Il presepe in piazza San Pietro e nell'appartamento di Benedetto XVI

Card. Ratzinger (1978): "Se non riconosciamo che Dio si è fatto uomo non possiamo veramente festeggiare e custodire nel nostro cuore il Natale"

FESTIVITA' NATALIZIE 2005-2006-2007

Il Papa: "I cristiani sono perseguitati"

Allarme di Benedetto XVI: nel mondo si soffre e si muore per la fede

Presto un vertice in Vaticano con i leader islamici Gli auguri di Ahmadinejad

MARCO POLITI

CITTA´ DEL VATICANO - Natale di pace e di giustizia, ma anche di memoria dei nuovi martiri cristiani che insanguinano il XXI secolo. Nel giorno di santo Stefano il Papa ricorda i cattolici martirizzati per la loro fede. Anche oggi, sull´esempio di Stefano - ha esclamato il pontefice all´Angelus, rivolto ai pellegrini riuniti in piazza san Pietro - in varie parti del mondo «missionari, vescovi, religiosi, religiose e fedeli laici sono perseguitati, imprigionati , torturati perché discepoli di Cristo e apostoli del Vangelo».
A volte, ha rimarcato Benedetto XVI, «si soffre e si muore anche per la comunione con la Chiesa universale e la fedeltà al Papa».

L´accenno, benchè non esplicitato, riguarda soprattutto la Cina dove per decenni sono stati perseguitati i vescovi fedeli a Roma, anche se ora sembra aprirsi una pagina nuova.

Ma il martire cristiano, ha ribadito il pontefice, accetta la croce e la morte e, unito a Cristo, trasforma la violenza subita in una «azione d´amore», pregando per i suoi persecutori.
Nel 2006, ricorda Radio vaticana, sono stati uccisi ben ventisei missionari, di cui undici in Africa. Mentre in Cina sacerdoti e vescovi vengono ancora regolarmente arrestati. In America latina, invece, i cristiani muoiono in difesa dei principi di giustizia, fratellanza, riconciliazione.

A sopresa, tra i tanti messaggi natalizi inviati a Benedetto XVI, ne è arrivato uno del presidente Ahmadinejad. Il leader iraniano auspica che il 2008 porti alla comunità internazionale pace e tranquillità sulla base di «giustizia e spiritualità» e si augura che siano eliminate oppressione e discriminazioni nel rispetto dei diritti dei popoli. Il messaggio ricorda che Gesù Cristo per i musulmani è uno dei profeti più importanti. «Il mondo attuale - conclude Ahmadinejad -ha bisogno di seguire i precetti dei profeti divini più che in ogni altro momento nella storia». La lettera testimonia comunque che, al di là del succedersi di leadership diverse a Teheran, il papato gode in Iran di un´alta stima.

Molto importante per gli sviluppi del dialogo tra cristianesimo e islam è però un altro messaggio, giunto in Vaticano alla vigilia di Natale: la risposta dei 138 esponenti musulmani alla lettera del cardinale segretario di Stato Bertone, che anticipava la possibilità di un incontro ad alto livello tra il pontefice e una rappresentanza religiosa musulmana.

A loro nome il principe giordano Ghazi bin Muhammad bin Talal ribadisce l´intenzione di uno schieramento importante del mondo culturale e religioso musulmano di proseguire con la Santa Sede un confronto finalizzato alla pace mondiale e alla cooperazione interreligiosa basata su tre capisaldi: rispetto della dignità di ogni persona, conoscenza obiettiva della religione altrui, impegno congiunto per educare le giovani generazioni all´accettazione reciproca.

Tra febbraio e marzo potrebbe venire a Roma una delegazione musulmana per elaborare l´agenda del vertice tra Benedetto XVI e i «saggi dell´Islam». Un evento di straordinaria rilevanza per la variegata galassia islamica e pari per importanza alla prima visita del re saudita Abdallah in Vaticano.

© Copyright Repubblica, 27 dicembre 2007

Veramente interessante e ben scritto questo articolo di Politi.
Siamo forse alla vigilia di una svolta storica nel dialogo fra Chiesa Cattolica ed Islam: non inutili complimenti reciproci, ma un incontro vero e profondo.
Ratisbona ha davvero portato frutti che pochi anni fa sarebbero stati impensabili
.
R.

6 commenti:

queen ha detto...

il papa dice:i cristiani sono perseguitati. Non parla però di quando sono i cattolici a perseguitare!!! Vogliamo ricordare il genocidio degli ebrei e degli ortodossi da parte dei cattolici???Vogliamo ricordare il ruolo colpevole dei missionari cattolici in ruanda???Vogliamo ricordare il sostegno della chiesa cattolica al governo sanguinario di pinochet??? Quando si vuole essere rispettati ,si deve RISPETTARE!!!!

queen ha detto...

Una persona ben educata,dovrebbe sapere che alle domande bisogna rispondere.Non hai ancora risposto ai miei post del 26-12.07,e del 27-12-07..CHI TACE O NASCONDE SI RENDE COMPLICE!!!!!!!!

Raffaella ha detto...

Non urlare...
Che fai? Giustifichi la persecuzione dei Cristiani? Complimenti!

elena ha detto...

ma che vuoi?
non c'era mica ratzinger con pinochet.
non è che benedetto xvi deve rispondere per tutti.

raffaele ha detto...

La faziosità di Queen è intollerabile. Giovanni Paolo II ha già chiesto più volte perdono per l'antigiudaismo cristiano dei secoli passati e per i massacri compiuti all'epoca delle crociate (ma il "genocidio" vero e proprio è stato opera dei nazisti, non dei cristiani!). Ma quando mai i cattolici hanno compiuto un genocidio a danno degli ortodossi? C'è stata la vergogna della IV crociata (anche di questa abbiamo chiesto perdono), ma non un vero "genocidio"; il genocidio degli armeni è stato opera dei Giovani Turchi, che erano musulmani.Una cosa sono le colpe del passato; un'altra la situazione degli ultimi anni, che vede i cristiani nella veste di perseguitati e non di persecutori.E ora gli islamici mi sembrano al primo posto tra i persecutori (ma anche tra i perseguitati, dai loro stessi confratelli): proprio in queste ore alcuni criminali hanno ucciso la Bhutto. Che Dio li maledica!

Raffaella ha detto...

Caro il mio Quenn, il tuo ultimo post (che non pubblichero' come i prossimi che scriverai) inizia cosi':

"cara la mia cattolica dei miei stivali..."

Moderiamo i toni e cerchiamo di imparare un po' di quel rispetto di cui ci si riempie la bocca.
Questa e' l'unica risposta che avrai.
R.