29 dicembre 2007

PAPA: QUASI 3 MILIONI FEDELI A UDIENZE E INCONTRI 2007 (ORA MI ARRABBIO!)


Vedi anche:

Messa tridentina, Bertone: arriva istruzione applicativa (Dopo "reazioni scomposte" al Motu proprio del Papa)

SPECIALE: IL MOTU PROPRIO "SUMMORUM PONTIFICUM"

Annunciazione, Natività e adorazione dei Magi secondo gli antichi cristiani (Osservatore Romano)

Il Papa a maggio in visita a Genova ("Il Giornale" e "Repubblica")

Ratzinger "spende" in beneficenza un milione e mezzo di euro, una notizia riportata solo da "Libero": comodo, giornaloni, comodo...

PUNTATA SPECIALE DI MATRIX (CANALE 5) SUL NATALE

Rosso "malpela" la Rai: triste, impietoso e deludente il confronto fra la tv di Stato e Matrix di Canale 5!

Ferrara mette a nudo l'ipocrisia dei benpensanti che gridano affinchè nessuno tocchi Caino e poi legalizzano l'eliminazione di tanti Abele (A. Socci)

Preghiera a san Michele Arcangelo (da Maranatha)

Intervista di Petrus a Giuliano Ferrara

Che cosa fa l'elemosiniere di Sua Santità? Mons. Félix del Blanco Prieto lo spiega all'Osservatore Romano

Centralità della carità con Benedetto XVI (Osservatore Romano)

"Spe salvi": "Il dramma della speranza, in quattro atti" (di Massimo Introvigne)

DIARIO DI REPUBBLICA: SPECIALE NATALE

L'attualità delle «Omelie del tempo di Natale» di Giuseppe Dossetti (Osservatore Romano)

Dialogo, tolleranza e rispetto della dignità umana al centro dell'incontro fra il Papa ed i leader islamici

Ironie ed incompresioni: Francesco D'Agostino (Avvenire) risponde a Scalfari

Il 2007 di Benedetto XVI, il Papa della speranza (bellissimo servizio di Alessandro Gisotti per Radio Vaticana)

Bartoloni (Corriere): "Il Papa incontrerà i 138 «saggi» islamici" (evento storico senza precedenti)

Varesotto: un sapiente dirigente scolastico impedisce al parroco di impartire la benedizione natalizia per non ledere la "laicità della festa" (???)

Manca negli intellettuali e nei commentatori la capacità di leggere l'integralità del messaggio di Benedetto XVI (Eco di Bergamo)

Perché la telecamera impalla la nuova vecchia messa di Benedetto? (Un testo di Lami che condivido e sottoscrivo in pieno!)

Sto facendo di tutto per non arrabbiarmi, ma e' difficile.
Lo scorso anno nessun giornalone si occupo' dell'incremento dei fedeli agli incontri con il Papa tanto che Socci segnalo' di essere l'unico a riportare i dati (cosa non inusuale...).
Stamattina ecco i dati del 2007 e c'e' da scommettere che domani i quotidiani faranno il loro bravo titoletto. Sapete perche'? Semplice: pare ci sia stato un calo nelle presenze. Ohibo', che disdetta! I fedeli sono tre milioni ma non contiamo chi c'e' bensi' chi non c'e'.
Andando pero' a spulciare notiamo che sarebbero diminuiti i fedeli alle udienze generali ed aumentati quelli dell'Angelus. Ed ecco scoperto l'arcano!
La stima dei pellegrini presenti in piazza per la preghiera mariana si fa con gli occhi degli esperti e con i dati della polizia di controllo. Sono quindi dati esatti. Sapete come si calcolano le presenze alle udienze? Semplicemente contando i biglietti distribuiti e sappiamo che, spesso, si presenta il doppio delle persone prenotate, quindi...
Vediamo se e come, domani, i giornaloni parleranno dei dati.
Coerenza vorrebbe che li ignorassero completamente...:-))))))))

R.


PAPA: QUASI 3 MILIONI FEDELI A UDIENZE E INCONTRI 2007, MA SONO IN CALO

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 29 dic - Sono stati quasi tre milioni i fedeli ed i pellegrini che hanno preso parte, nel corso del 2007, agli eventi pubblici con papa Benedetto XVI. Secondo i dati statistici per l'anno che si va concludendo, diffusi oggi dalla Prefettura della Casa Pontificia, il totale dei fedeli ammonta a 2.830.000, di cui un milione e mezzo sono quelli che hanno partecipato agli Angelus della domenica in piazza San Pietro, 730.000 quelli presenti alle 44 udienze generali del 2007 mentre altri 650.000 hanno preso parte alle udienze 'speciali' e alle celebrazioni liturgiche presiedute dal pontefice. I mesi di maggiore 'affluenza' agli eventi papali sono naturalmente quelli di dicembre e gennaio: in particolare, in quest'ultimo mese, quasi 300.000 persone hanno partecipato agli incontri con il pontefice. Rispetto al 2006, pero', il numero dei pellegrini che hanno seguito papa Benedetto XVI dal vivo e' calato di circa 400.000 unita': in diminuzione soprattutto i fedeli presenti alle udienze generali del pontefice, mentre sono aumentati coloro che hanno seguito l'Angelus domenicale.


Anche nel 2007 si è registrato un record di presenze agli incontri pubblici del Santo Padre

CITTA’ DEL VATICANO - Sono oltre due milioni e 800 mila i fedeli e i pellegrini che hanno partecipato a incontri pubblici con Benedetto XVI in Vaticano o nella residenza di Castel Gandolfo nel corso del 2007. Lo ha reso noto la sala stampa vaticana sulla base dei dati statistici forniti dalla Prefettura della Casa Pontificia. In particolare, alle 44 udienze generali del mercoledi' hanno partecipato in tutto 729.100 pellegrini, alle udienze speciali 209.000 persone, alle celebrazioni liturgiche 442.000 fedeli, agli Angelus 1.450.000 fedeli, per un totale complessivo di 2.830.100 unita'. Nel dettaglio, per quanto riguarda le udienze generali i mesi col maggior afflusso sono stati aprile (130.000) e ottobre (111.000). Per le udienze speciali marzo (92.000) e novembre (42.000). Per le celebrazioni liturgiche aprile (250.000, soprattutto per i riti pasquali) e giugno (86.000). Per gli Angelus, infine, i 'picchi' si sono avuti a dicembre (280.000 fedeli), gennaio (200.000), novembre (160.000) e febbraio (150.000).

Petrus

5 commenti:

mariateresa ha detto...

no, cara , non ti arrabbiare.
Si tratta di un mucchio di gente. Qualcuno poi dovrebbe dire quante sono state le udienze rispetto all'anno prima giusto per fare un discorso sensato.Ma insomma,vogliamo farci il fegato cattivo per queste pufferie?
Che l'informazione sia a senso unico già lo sapevamo.
In alto i cuori e in basso i randelli che qualche volta verrebbe voglia di calare sucerte zucche vuote.

Raffaella ha detto...

Amen :-))

euge ha detto...

Su queste cifre ci sarebbe da discutere e parecchio. Sottoscrivo ciò che riporta Raffaella, sui dati che vengono calcolati per L'Angelus e per le udienze. I conti di presenze nelle udienze, in effetti, tengono solo conto dei biglietti richiesti e puntualmente vengono ignorati e Dio solo sa il perchè, le persone che entrano ed assistono all'udienza generale senza richiedere i biglietti ma, magari ritirandoli la mattina stessa al Portone di Bronzo, chiedendoli al posto di Guardia dove ne hanno sempre qualcuno da distribuire; oppure, di gente che si ferma a sentire e comunque fa numero anche senza avere il biglietto. Di questo modo diciamo anomalo di conteggiare le presenze, credo che gli Uffici Pontifici preposti, dovrebbero in qualche modo porre rimedio altrimenti, i dati non saranno mai quelli reali e tutto questo, non fa altro che dare su un piatto d'argento a giornalisti senza scrupoli, di montare articoli assolutamente non veritieri.
C'è da augurarsi quindi, che gli uffici preposti ai controlli e successivamente coloro che si occupano di stilare le statistiche, trovino un modo più idoneo ed esatto, per calcolare questo tipo di informazione.
Eugenia

rosaspina ha detto...

mi scappa da ridere...giornali che hanno ignorato il Papa per tutto il post Natale, oggi gli dedicano spazio, con titolo evidenziato in grassetto per parlare di "calo di pellegrini per Benedetto XVI".
Qualcuno forse dimentica che fino allo scorso anno c'è stata la visita ad limina di molti vescovi, con fedeli al seguito, e non tutti credo si possano permettere di tornare a Roma dopo qualche mese. Altri incontrano il Papa in occasione delle celebrazioni o dei viaggi pastorali, e sono esclusi da questa stima.
Confermo poi per esperienza diretta che a alle udienze in piazza si accede anche senza biglietto, sottoponendosi naturalmente ai controlli.
E' singolare poi che, finchè i numeri erano in crescita, si parlava di fedeli in pellegrinaggio anche per rendere onore alla memoria di Giovanni Paolo II, quando sono in calo sono tutti per lui.
Nessun intento polemico, mi si creda, ma..quanta pazienza ci vuole!

euge ha detto...

Se i solerti responsabili che formulano le statistiche di fine anno avessero attesso l'Angelus di oggi e le due celebrazioni che ancora mancano cioè i Vespri con Te Deum di domani e successivamente la messa del 1° dell'anno, probabilmente i dati sarebbero stati diversi.
Comunque, lasciamo andare perchè quello che conta poi alla fine sono le immagini ed oggi in piazza S.Pietro in attesa delle parole del Santo Padre, c'era tantissima gente. Cari " giornaloni " scrivete pure le vostre corbellerie ma le immagini parlano e soprattutto, purtroppo per voi, parla il cuore delle folle che silenziosamente e con garbo Benedetto XVI ha conquistato e conquisterà ancora.
Eugenia