13 luglio 2008

Ampio spazio per l'arrivo del Papa sui giornali australiani


Vedi anche:

Le scuse del Papa per gli abusi dei preti pedofili. Primo obiettivo arginare la frana dell’Australia (Galeazzi)

A Roma la prima parrocchia personale secondo il "Summorum Pontificum". Intervista con don Joseph Kramer (Radio Vaticana)

IL PAPA A SYDNEY: SERVIZI CNN E SKY

Quando si festeggia San Benedetto? Il 21 marzo o l'11 luglio? Ci aiuta a rispondere Ruedi...

SYDNEY 2008: IN DIRETTA CON AVVENIRE, SAT2000, RADIOINBLU, SIR, SETTIMANALI FISC

Il Papa è a Kenthurst, dove ha celebrato la sua prima messa in privato. Bagno di folla per le strade (Radio Vaticana)

La curia di Milano e Famiglia Cristiana, culle dei "cattocomunisti"? (Galeazzi)

BENEDETTO XVI SUI QUOTIDIANI AUSTRALIANI

Card. Pell: «Così stupiremo l’Australia» (Muolo)

Verso un'alleanza Papa-giovani per l'ecologia? (Chirri)

A Sydney si comincia a far sul serio. Oltre la siepe delle ovvie abitudini (Ognibene)

Benedetto XVI dall’aereo verso Sydney: «Sacerdozio incompatibile con gli abusi sessuali»

Gmg, nota Sir: "Da un giorno all'altro"

Il Papa: "Come dice Agostino, i nostri cuori non trovano riposo finché non riposino nel Signore. L'Australia è la grande terra meridionale dello Spirito Santo" (Messaggio del Santo Padre al popolo dell’Australia e ai giovani pellegrini della GMG, 13 luglio 2008)

Un Papa «verde», severo ed intransigente contro gli abusi sessuali e fraterno verso gli Anglicani (Chirri)

Volo papale, debacle Alitalia: la denuncia di Andrea Tornielli e Luigi Accattoli (Italia sempre più in panne!)

Piazza Navona, Procura Roma apre fascicolo su offese

Il Papa in volo: «Via i preti pedofili» (Lorenzoni)

L'ARRIVO DEL PAPA A SYDNEY: IL BEL SERVIZIO DI STEFANO MARIA PACI

Il Papa: gli abusi sessuali sono incompatibili col sacerdozio (Bobbio)

CHIESA E PEDOFILIA: LA TOLLERANZA ZERO DI PAPA BENEDETTO XVI: LO SPECIALE DEL BLOG

BENEDETTO XVI: MESSAGGIO AI GIOVANI E ALL’AUSTRALIA ALL’ARRIVO A SYDNEY (Sir)

Andrea Tornielli: Papa Ratzinger prega per gli anglicani

IL SANTO PADRE E' ARRIVATO A SYDNEY. GRAZIE A SKYTG24 PER L'ECCELLENTE DIRETTA

I post di minaccia non vengono pubblicati

Novena per il nostro amico Germano

DOPO IL "CASO SAPIENZA" UN'ALTRA VERGOGNA PER L'ITALIA: IL TEATRINO DI PIAZZA NAVONA. LO SPECIALE DEL BLOG

GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU' SYDNEY 2008: LO SPECIALE DEL BLOG

PAPA: AMPIO SPAZIO AL SUO ARRIVO SU GIORNALI AUSTRALIANI

Ampio spazio e' stato dato dai giornali australiani all'arrivo del Papa a Sidney. "The Sunday Telegraph" apre con una foto a tutta pagina di Benedetto XVI sovrastata da un cubitale "Benvenuto"; nelle pagine interne, annuncia un richiamo in copertina, e' pubblicato integralmente il messaggio di apertura della Gmg "per Sydney e i pellegrini".
E tre pagine sono dedicate all'evento. "L'atmosfera in citta' - annota l'editoriale - si sta trasformando con l'arrivo di valanghe di pellegrini gioiosi e sorridenti. Sono amichevoli, entusiasti e totalmente distanti da quel cinismo che spesso trascina in basso la nostra societa'".
Richiamo in prima pagina anche per "The Sun Herlad", che riprende le parole pronunciate dal Papa durante il volo in merito agli scandali sessuali che hanno coinvolto esponenti della Chiesa australiana e titola : "Il Papa si scusa per i peccati del clero". Nonostante i titoli di "benvenuto", non mancano i riferimenti al problema degli abusi sessuali del clero.
In una conferenza stampa, mons. Anthony Fisher, vescovo coordinatore della Gmg, ha detto di condividere le parole del Papa di rispetto per le vittime degli abusi e che "la Chiesa australiana fara' tutto il possibile per aiutare chi ha subito violenze".
Molto meno spazio e' stato dedicato dai giornali italiani al primo giorno di viaggio del Papa.
Luigi Accattoli del Corriere della Sera ne ha spiegato il perche' sul suo blog: "In questi aerei dell'ultima generazione si dispone di un telefono per ogni passeggero, ma abbiamo passato una decina di ore a leggere, impotenti, sul display la scritta 'linea non attiva'.
Solo tre colleghi di agenzie internazionali sono riusciti a fare qualche telefonata e a dettare qualche frase, poi il blocco e' stato totale".

© Copyright Repubblica online

6 commenti:

mariateresa ha detto...

per sorridere un po':
http://www.news.com.au/dailytelegraph/story/0,22049,24014833-5016672,00.html

per l'ospite hanno predisposto tutti i conforts, anche la compagnia di un gattino.
Ho seguito il TG3, cosa c'entrano i pipistrelli australiani, grosi come un cane, nel servizio dall'Australia?

enry ha detto...

Almeno in Australia certe domande scomode si possono fare, sulla pedofilia nella chiesa, sulle speculazioni finanziarie del Vaticano . In Italia il solo parlarne genera subito la levata di scudi di tutti i massmedia (in mano al Vaticano) se non anche qualche querela.

Ricordo che Santoro per quella puntata sulla pedofilia nella chiesa fu condannato per aver leso i sentimenti religiosi di un fedele che solo al sentir parlare di queszte cose si scandalizza e si offende! :((((

Raffaella ha detto...

I mass media sono in mano al Vaticano?
Bella battutona, complimenti!
Quali sarebbero i media filocattolici?
Annozero ando' in onda o sbaglio? E allora di che cosa ci si lamenta?
R.

elena ha detto...

le legge sulla diffamazione non l'ha inventata il Vaticano, esiste in ogni paese civile, almeno mi sembra, ma puo' darsi che anche la magistratura sia in mano al Vaticano, chissa', quando si entra in paranoia tutto e' possibile...
saluti

Raffaella ha detto...

Grazie Mariateresa per l'articolo :-))

gemma ha detto...

Annozero è andato in onda...Chi l'ha visto tutte le settimane lancia accuse striscianti al Vaticano, con la faccenda dello Ior e Marcinkus, Gelmini è sotto processo per accuse di molestie che ancora non si sa quanto siano fondate o meno... Exit con una puntata che è costata la reputazione ad un famoso monsignore è andato in onda su una tv italiana..la Guzzanti in piazza Navona ha detto ciò che voleva con divulgazione delle sue parole su quasi tutti i media, la Littizzetto dice della chiesa tutto ciò che vuole su una rete nazionale (e qui devo dare ragione alla Guzzanti, quando dice che non è l'unica a fare satira dissacrante sul Papa). Chi ha censurato chi? Quali altre querele sono in atto? Piazza Navona è sotto il vaglio della magistratura solo perchè è stato preso di mira anche il capo dello Stato, altrimenti rientrerebbe tutto nella norma dei routinari cortei antipapali. E finirà in un nulla di fatto.
Il fedele che ha querelato Santoro probabilmente si è indignato non per l'argomento ma per l'approssimazione del filmato della BBC, che oltre a verità riguardo ad alcuni abusi riportava molte inesattezze nell'attribuzione delle responsabilità, a partire da un famoso documento che risaliva al cardinale Ottaviani, sotto il pontificato di Giovanni XXIII.
Ps: Scalfari lo sa che Repubblica è in mano al Vaticano e che le sue omelie laiche domenicali passano sotto il vaglio della segreteria di stato oltretevere?