7 ottobre 2008

Andrea Tornielli: "Il rabbino invitato al Sinodo attacca Pio XII". Condivido parola per parola le riflessioni contenute nel post!


Vedi anche:

«Vi porto la Bibbia». Il Papa apre la maratona tv (Accattoli). Benedetto XVI intenso e umile come un prete alla prima messa (Politi)

La prima volta di un non Cristiano ad un Sinodo. Il rabbino: “No a Pio XII beato” (Galeazzi)

Mazzotta (Bpm) sul richiamo del Papa al Sinodo: "Giusto altolà all’avidità del mercato" (Vecchi)

Visita del Papa al Quirinale, Rosso "malpela" Politi e le strane furbizie di Repubblica

La crisi non spaventa il Papa: i soldi sono niente (Tornielli). Il rabbino Cohen: «Non beatificate Pio XII»

Shear Cohen: "Io, primo rabbino in un Sinodo quanta strada dopo i secoli dell´odio" (Stabile)

Luca Volontè: "E' ora che i parroci diano retta al Papa" (Il Tempo)

Crisi dei mercati: Papa Ratzinger preoccupato per globalizzazione, poveri, disoccupati (Apcom)

Il saluto del card. Levada all'apertura dei lavori del Sinodo: "L'indissolubile unione tra Sacra Scrittura e Tradizione" (Osservatore Romano)

Card. Martino al Tg2: "Enciclica sulla globalizzazione entro dicembre"

Sinodo, la roccia e la sabbia: l'apertura dei lavori con le parole del Papa (Sir)

La prima volta di un rabbino al Sinodo (Osservatore Romano)

Grave atto di scortesia del rabbino di Haifa: parla ai giornalisti e chiede che Pio XII non venga beatificato

Visita del Papa al Quirinale: i commenti di Galeazzi e Sassano

Giovanni Maria Vian: "La meditazione di Benedetto XVI non è astratta o di maniera, ma chiede a ognuno di interrogarsi, con la ragione aperta a Dio"

Prof. Vacca (Presidente Fondazione Gramsci): "Dal Papa un nuovo invito ai laici ad allargare la ragione. Fronte comune per l’emergenza educativa"

Le relazioni introduttive al Sinodo tenute dal cardinale Ouellet e da mons. Eterović (Radio Vaticana)

Esce l'edizione illustrata di "Gesù di Nazaret" di Benedetto XVI: la prefazione di Mons. Ravasi

Il Papa al Sinodo: "Realista è chi riconosce nella Parola di Dio, in questa realtà apparentemente così debole, il fondamento di tutto" (Meditazione "a braccio" del Santo Padre in apertura dei lavori del Sinodo)

Sinodo, card. Ouellet: "Il Codice da Vinci ha portato confusione ma il libro del Papa su Gesù ristabilito il valore storico dei Vangeli"

Ecco che cosa ha detto realmente il Papa: "E' la Parola di Dio la "roccia" sulla quale fondare la nostra vita" (Radio Vaticana)

Aldo Grasso: "Il sacro in video e l'emozione di Papa Ratzinger" (Corriere)

A corto di argomenti, Politi se la prende con la mantellina e la stola del Papa, Vescovo di Roma e Primate d'Italia!

SINODO DEI VESCOVI SULLA PAROLA DI DIO (5-26 OTTOBRE 2008): LO SPECIALE DEL BLOG

OMELIE, DISCORSI E MEDITAZIONI IN OCCASIONE DEL SINODO DEI VESCOVI 2008

Mi permetto di riportare integralmente il post scritto questa mattina da Andrea Tornielli nel suo blog a proposito delle esternazioni del rabbino capo di Haifa su Papa Pio XII.
Condivido in pieno le riflessioni del vaticanista e non aggiungo altro. Ringrazio Tornielli per l'intelligenza e la liberta' di giudizio che dimostra in ogni occasione
.
R.

Il rabbino invitato al Sinodo attacca Pio XII

Cari amici, aprendo i lavori del Sinodo sulla Parola di Dio, ieri mattina Benedetto XVI ha svolto una bellissima meditazione a braccio, parlando della “solidità” della Parola di Dio e del realismo di chi fonda la propria vita su di essa.
Questo è l’articolo che sul Giornale di oggi ne riferisce, mentre questo è il testo integrale della meditazione pubblicato sul sito della Santa Sede. Come sapete, la novità assoluta di questo Sinodo è la presenza di un rabbino, che ieri pomeriggio è intervenuto in aula: si tratta del rabbino rabbino capo di Haifa, Shear-Yashuv Cohen. Quest’ultimo, nel suo intervento dedicato all’interpretazione della Scrittura secondo la fede abraica, si è scagliato contro il presidente iraniano Ahmadinejad. E in serata, intervistato da Phil Pullella, vaticanista della Reuters, ha detto che la Chiesa non deve beatificare Pio XII e che se avesse saputo che Benedetto XVI stava per celebrare il cinquantesimo anniversario della morte di Papa Pacelli (con la messa che presiederà giovedì mattina in San Pietro), lui non sarebbe nemmeno venuto al Sinodo.

A parte il fatto che la data di morte di Pio XII non è propriamente un segreto del Mossad, trovandosi in tutte le enciclopedie, a parte il fatto che il cinquantesimo rappresenta una scadenza importante, trovo del tutto fuori luogo che un esponente ebraico invitato a parlare ai vescovi cattolici ne approfitti per mettere in imbarazzo il Papa, per di più sulla base di leggende nere.

Vi lascio immaginare che cosa sarebbe successo se un cardinale della curia romana fosse stato invitato a prendere la parola in un importante consesso religioso ebraico a Gerusalemme e poi uscendo, ai giornalisti, avesse fatto dichiarazioni di tenore simile…

Al rabbino Cohen mi permetto sommessamente di ricordare le parole pronunciate da un illustre collega, il Gran rabbino di Gerusalemme, Isaac Herzog, nel 1944: «Il popolo di Israele non dimenticherà mai ciò che Sua Santità e i suoi illustri delegati, ispirati dai principi eterni della religione, che stanno alla base della autentica civiltà, stanno facendo per i nostri sventurati fratelli e sorelle nell’ora più tragica della nostra storia, una prova vivente della Divina Provvidenza in questo mondo».

All’indomani della morte di Papa Pacelli, lo stesso Herzog ebbe a dichiarare: «La morte di Pio XII è una grave perdita per tutto il mondo libero. I cattolici non sono i soli a deplorarne il decesso».

Clicca qui per accedere al blog di Andrea Tornielli

8 commenti:

giovanni graceffa ha detto...

Questa e storia il resto aria fritta e legenda nera

“ Il Congresso dei delegati delle Comunità Israelitiche Italiane, tenutosi in Roma per la prima volta dopo la Liberazione, sente imperioso il dovere di rivolgere reverente omaggio alla Santità Vostra ( Pio XII ), ed esprimere il più profondo senso di gratitudine che anima gli ebrei tutti, per le prove di umana fratellanza loro fornite dalla Chiesa durante gli anni delle persecuzioni... Gli ebrei ricorderanno perpetuamente quanto, nel tremendo periodo trascorso, per disposizione dei Pontefici, la Chiesa ha fatto per loro”
(Mozione approvata nel III Congresso delle Comunità Israelitiche Italiane tenutosi a Roma nel 1946)

Anonimo ha detto...

Il rabbino ne esce malissimo, Raffaella. Non ha onorato l'ospitalità del Papa, ha parlato di politica, ha infangato Pio XII e tentato di influenzare la decisione del Santo Padre riguardo la beatificazione, ha mentito affermando di non sapere della celebrazione del 50° di Papa Pacelli. In poche parole ha usato il Sinodo per le sue esternazioni.
Alessia

Anonimo ha detto...

Ciao Raffaella, grazie mille per la segnalazione. Come ho già avuto modo di commentare, al di là della scortesia al Papa (che sinceramente non è poco) il rabbino ha perso un'ottima occasione per stare zitto, facendo la figura del maleducato e del fazioso. Mi dispiace molto per il Papa che sta veramente facendo degli sforzi ecumenici giganteschi avendo spesso come controparte degli gnomi sia dal punto di vista intellettuale, sia della fede (eh perché mo' mi fanno incavolare..). ch

brustef1 ha detto...

Ieri Melloni "avvertiva", oggi il rabbino attacca...sarà un caso?

euge ha detto...

Per brustef1 no, forse non è un caso........... manca ancora una esternazione che sicuramente non mancherà a farsi sentire quella di DiSegni del resto, ha cominciato con il tirarsi indietro, alla lettura della Bibbia.

don Marco (biblista) ha detto...

Con gli ebrei non ci sta niente da fare......La Bibbia lo insegna!!!!! Se si è stufato il buon Dio, penso che pure noi adesso possiamo stufarci un pochino per tanta millenaria arroganza

Cindy ha detto...

Secondo me B16 non dovrebbe farsi influenzare dalle dichiarazioni di questo rabbino. Dato che la vicenda terrena di Pio XII riguarda anche gli ebrei, se proprio vuole chiedere altri pareri a questo popolo, oltre a qelli già espressi favorevolmente in passato, dovrebbe chiederli ai rabbini capo delle comunità più direttamente segnate dalla shoa (Israele, Germania, Italia, Polonia, Francia ecc).
Per chi vuole maggiori info sui pareri positivi degli ebrei rigurdo Pio XII consiglio il libro "PIO XII E' VERAMENTE UN SANTO" di don Giuseppe Cionchi, ed Shalom.

euge ha detto...

Sono d'accordo con lei Don Marco quando parla di millenaria arroganza!