13 agosto 2008

"Meraviglioso" Corriere della sera: snobba il Papa a Sydney e Bressanone, ma oggi riporta l'appello degli animalisti contro l'ermellino di Benedetto!

C'era una volta il Corriere della sera, il primo quotidiano italiano.
C'era...che cosa possiamo notare oggi noi lettori? Semplice!
E' un dato di fatto che il Corriere abbia inviato dei vaticanisti sia a Sydney sia a Bressanone per poi pubblicare ben poco sull'attivita' del Papa. La visita del Papa ad Oies? Ignorata! La conversazione con i sacerdoti altoatesini? Chi l'ha vista? Solo lunedi' si riferiva dell'incontro fra Benedetto XVI ed il ministro Tremonti. Oggi, pero', la "svolta": molte righe per riferire della polemica (con la solita raccolta di firme)dell'Associazione italiana difesa animali e ambiente che chiede al Papa di rinunciare all'ermellino. Eh si'...come se Benedetto XVI fosse il primo Papa ad indossare capi di pelliccia. Il problema e' pero' un altro: perche' il Corriere da' ampio spazio alle polemiche contro il Papa ma si guarda bene dal riferire cio' che dice o fa?
E' una domanda retorica, ciascuno si dia la risposta.
C'era una volta il Corriere della sera...

Raffaella

11 commenti:

Luisa ha detto...

Il Corsera ha uno se non due vaticanisti, invia Accattoli a Bressanone, per poi pubblicare poco o nulla, vado allora sul blog di Accattoli e vedo che ha scritto diversi post durante il suo soggiorno, ne deduco che forse lui gli articoli li ha scritti ma il suo giornale non li ha pubblicati.
Leggo questa frase:

"La presenza dei giornalisti in queste due settimane nella tranquilla Bressanone è una riprova dell’attesa per ciò che il papa dice o fa. "

Dice o fa....sì ma sarà il Corsera a decidere se e quali parole e gesti del Papa varranno la pena di essere pubblicati!

Al Corsera non interessa la profondità del messaggio del Papa trasmesso prima e dopo gli Angelus, o durante l`inconto con i sacerdoti, no al Corsera interessa il Papa capo di Stato, interessano solo le parole che hanno una portata politica o che potrebbero creare "scandali" sui quali poi tessere polemichette con microfoni tesi a contestatori vari e conosciuti ....

Mi sembra regni una forma di autismo in seno ai media che ancora oggi sembrano non accettare che la gente va, corre ad ascoltare Benedetto XVI,
e non tanto e solo per ascoltare ciò che dice sulla situazione politica o sociale, ma sopratutto per ascoltare il suo altissimo messaggio spirituale, noi sentiamo la sua trasparenza, la sua sincerità, la sua semplicità sentiamo che si rivolge con affetto ad ognuno di noi, come se ci guardasse in fondo agli occhi e in fondo ai cuori.
Benedetto XVI ci parla di noi, della nostra vita, ci ricorda "le cose" essenziali, ci parla come un buon pastore che ama e rispetta il suo gregge.

Ma al Corsera questo sembra non interessare... Ancora una volta personalmente separo il corsera da Accattoli che già ha detto che la pubblicazione o meno degli articoli non dipende da lui.

Anonimo ha detto...

Sì, bisogna separare il corsera da accattoli. il corsera cerca solo le polemiche o le parole a sfondo politico del papa.

Comunque se è vero che l'ermellino era portato da altri papi, era anche vero che non c'era nel passato un così grande attenzione agli animali. oggi, grazie a Dio c'è più attenzione agli animali, forse anche troppa (a volte più che verso l'uomo). Ma il papa non indossa l'ermellino per fare un dispetto all'ermellino o agli animalisti. é un abito molto prezioso e bello, adatto alla sua persona. Dio ci ha dato gli animali per farne uso. E per il papa si può davvero farne uso. Naturalmente non preoccupatevi, se c'è uno che ha a cura l'ambiente e il suo equilibrio flora fauna è proprio BXVI! Marco

monsignore ha detto...

Guardate che l'articolo l'ha scritto Accattoli.

http://www.corriere.it/cronache/08_agosto_13/santita_rinunci_all_ermellino_9af641ac-68fc-11dd-87db-00144f02aabc.shtml

Luisa ha detto...

Ha perfettamente ragione monsignore, certo che fare il vaticanista deve essere talvolta frustrante, dico talvolta, e sotto alcuni aspetti come quello della pubblicazone degli articoli non sempre assicurata , ma un giornalista sa per quale testata lavora ...con questo articolo Accattoli era assicurato di esser pubblicato....frustrante no ?

Carla ha detto...

Agli "ispiratori", anzi, "suggeritori" della campagna contro la pelliccia del bordo del mantello di Papa Benedetto non interessa nulla degli ermellini, il loro vero obiettivo è trasmettere quella di un Papa, e, in generale, di una Chiesa non in linea con i fondamenti della carità. Tempo fa, quando ho visto per la prima volta il mantello, ho pensato tra me, vuoi vedere che qualcuno strumentalizzerà e partirà la crociata? Speravo di sbagliarmi e invece puntuale come il sole, ecco qui, e purtroppo questa polemica è destinata a fare presa proprio sui poveri, sui deboli, meno culturalmente "attrezzati" e quindi più indifesi rispetto ai tentativi di strumentalizzazione per fini altrui; persone cui la Chiesa guarda da sempre con particolare attenzione proprio per questo loro essere indifesi ... Che ne pensate? Saluti Carla

brustef1 ha detto...

Che provino a occuparsi dei magistrati che ostentano decine di ermellini all'inaugurazione dell'anno giudiziario, questi delicati animalisti

Carla ha detto...

E' vero, è vero! L'inaugurazione dell'anno giudiziario! Ma non ricordo nessuna polemica o raccolta di firme (e come ti sbagli)

Luisa ha detto...

Accattoli ne parla nel suo blog......

Ha dovuto scrivere per il suo giornale quell`articolo, devo capire che il corsera glielo ha chiesto ?

Interessi ben mirati !
Vale la pena di avere un vaticanista del calibro di Accattoli per fargli scrivere articoli del genere e non pubblicare quelli senza dubbio seri che ci interessano e che Accattoli immagino ha inviato alla sua redazione?

Anonimo ha detto...

Penso che all'inaugurazione dell'anno giudiziario gli ermellini siano sintetici. Ma il papa si merita l'ermellino vero. E questo non vuol dire disprezzare gli animali. Gli animalisti smettano di prendere le medicine perchè sanno quanti piccoli topolini hanno fatto fuori i ricercatori per testare i medicinali prima di metterli in commercio? Mah, che inutili e sterili polemiche!
Marco

angel ha detto...

Penso che la prossima volta questa associazione puo chiedere al Papa di diventare vegetariano :)))

Cindy ha detto...

Vegetariano il Papa lo già quasi...
quanto all' ermellino pensate che i giornalisti del Corsera o le loro mogli non abbiano in casa nemmeno una pelliccia di qualche animale (ermellino o che ne so io) e non le indossino mai? Mi sembra che non sia mai esistito un Papa più ecologista di questo. Ergo questa del Cor sera è una polemica ipocrita e stupida.