6 ottobre 2008

Il Papa al sinodo dei vescovi: "Costruire su roccia e non su sabbia"


Vedi anche:

Il Papa apre i lavori del Sinodo: "I soldi sono niente. Solo la parola di Dio è una realtà solida"

Il Papa: «Con certa cultura moderna si perde l'identità cristiana» (Accornero)

Il Papa: «Le nazioni cristiane stanno perdendo l’identità» (Tornielli)

Il Maestro Wolfgang Sawallisch: "«Quando cenavo con il cardinal Ratzinger...» (Il Tempo)

I due Colli mai così vicini: unità di intenti fra il Papa e Napolitano (Acquaviva)

A corto di argomenti, Politi se la prende con la mantellina e la stola del Papa, Vescovo di Roma e Primate d'Italia!

Enzo Bianchi: "Chiesa, la Parola al centro"

La Bibbia, bellezza da scoprire con amore paziente (Vigini). Quella Scrittura che non diventa «lettura» (Giuliano)

Sinodo 2008, Mons. Ravasi: "L'impegno a riappropriarci della Bibbia"

«In principio Dio creò il cielo e la terra» Il Papa primo lettore della Bibbia in tv (Calabresi)

Il biblista Maggioni: «Le nostre comunità seguano i lavori del Sinodo e ne accolgano le risoluzioni» (Muolo)

Discorso del Papa al Quirinale: il commento di Salvatore Izzo (Agi)

Chiesa e Stato in Italia, mai così vicini (Cardia)

Un saggio del Card. J. Ratzinger: "L'interpretazione biblica in conflitto. Problemi del fondamento ed orientamento dell'esegesi contemporanea" (1991)

Clio Napolitano: "Con Benedetto XVI condivido tanti princìpi". Familiare ed affettuoso il suo incontro con il Papa (Breda)

Il Papa apre il Sinodo dei vescovi 2008: "Se l’annuncio del Vangelo costituisce la sua ragione d’essere e la sua missione, è indispensabile che la Chiesa conosca e viva ciò che annuncia, perché la sua predicazione sia credibile, nonostante le debolezze e le povertà degli uomini che la compongono" (Omelia in occasione dell’apertura della XII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi)

Melloni "avverte" incredibilmente Benedetto XVI: conseguenze se deciderà di beatificare Papa Pacelli

Parte il Sinodo dei vescovi all'insegna del dialogo (Accornero)

Benedetto XVI parla poco di sessualità e da cardinale aveva osservato che "in passato" si è parlato troppo dell'argomento (Accattoli)

VISITE DEL SANTO PADRE AL QUIRINALE: LO SPECIALE DEL BLOG

SINODO DEI VESCOVI SULLA PAROLA DI DIO (5-26 OTTOBRE 2008): LO SPECIALE DEL BLOG

Crisi mercati. Papa: Solo la parola di Dio e' solida

A sinodo dei vescovi: Costruire su roccia e non su sabbia

Città del Vaticano, 6 ott. (Apcom)

Il Papa cita la crisi finanziaria per ricordare che "solo la parola di Dio è fondamento della realtà". Intervenendo alla prima giornata del sinodo dei vescovi, oggi in Vaticano, Benedetto XVI ha citato il Vangelo per tracciare la differenza tra chi costruisce sulla sabbia e chi costruisce sulla roccia.
"Costruisce sulla sabbia la casa della propria vita - ha osservato Benedetto XVI - chi costruisce solo sulle cose visibili e toccabili, come il successo, la carriera, i soldi. Apparentemente - ha proseguito - queste sono le vere realtà, ma questa realtà prima o poi passa: vediamo adesso nel crollo delle grandi banche, che scompaiono questi soldi, che non sono niente. Di per sé - ha aggiunto - tutte queste cose che sembrano la vera realtà sono solo realtà di secondo ordine e chi costruisce su questo costruisce sulla sabbia. Solo la parola di Dio è fondamento della realtà e cambia il nostro concetto di realismo: realista e' chi riconosce la realtà nella parola di Dio".

Papa: ''Solo la parola di Dio e' una solida realta'''

CITTA' DEL VATICANO

"Vediamo adesso nel crollo delle grandi banche che i soldi scompaiono, sono niente, e tutte queste cose che sembrano vere in realtà sono di secondo ordine". Lo ricordi chi "costruisce solo sulle cose sono visibili, come il successo, la carriera, i soldi". Lo ha detto il Papa, parlando a braccio, in apertura dei lavori del sinodo dei vescovi sulla Bibbia. "Solo la parola di Dio - ha detto - e' una realtà solida".
La riflessione del Papa é partita dal brano evangelico sulla casa costruita "sulla sabbia o sulla roccia". "Costruisce sulla sabbia la casa della propria vita - ha osservato Benedetto XVI - chi costruisce solo sulle cose visibili e toccabili, come il successo, la carriera, i soldi". "Apparentemente - ha commentato - queste sono le vere realtà, ma questa realtà prima o poi passa: vediamo adesso nel crollo delle grandi banche, che scompaiono questi soldi, che non sono niente". "Di per sé - ha aggiunto - tutte queste cose che sembrano la vera realtà sono solo realtà di secondo ordine e chi costruisce su questo costruisce sulla sabbia". "Solo la parola di Dio è fondamento della realtà e cambia il nostro concetto di realismo: realista è chi riconosce la realtà nella parola di Dio".

PAPA: CROLLO DELLE BANCHE CI DICE CHE UNICA ROCCIA E' DIO

"Vediamo adesso nel crollo delle grandi banche che i soldi scompaiono, sono niente e tutte queste cose che sembrano vere sono di secondo ordine". Lo ha detto il Papa, parlando a braccio alla prima congregazione generale del Sinodo iniziato oggi in Vaticano. "Chi costruisce solo sulle cose visibili, come il successo, la carriera e i soldi rischia poi di perdere tutto". Per il Papa, "solo la Parola di Dio e' solida". E dunque e' "realista chi costruisce sulla Parola di Dio". Secondo Benedetto XVI, "costruisce sulla sabbia la casa della propria vita chi costruisce solo sulle cose visibili e toccabili, come il successo, la carriera, i soldi: apparentemente queste sono le vere realta', ma - ha ammonito - questa realta' prima o poi passa". "Vediamo adesso nel crollo delle grandi banche, che scompaiono questi soldi, che non sono niente", ha scandito. "Di per se' - ha aggiunto il Papa - tutte queste cose che sembrano la vera realta' sono solo realta' di secondo ordine e chi costruisce su questo costruisce sulla sabbia". Per il Pontefice infatti "solo la parola di Dio e' fondamento della realta' e cambia il nostro concetto di realismo: realista e' chi riconosce la realta' nella parola di Dio".

Agi

1 commento:

giuseppe ha detto...

è proprio vero oggi piu che mai vale per il denaro cio che dice Dante per i ben che son commessi alla Fortuna:Colui lo cui saver tutto trascende....similemente alli splendor momdani ordinò general ministra e duce che permutasse a tempo li ben vani di gente in gente oltre la difension di senni umani;perch una gente impera ed altra langue seguendo lo giudicio di costei che è occulto come in erba l angue.......solo la parola di DIO è qualcosa che ci fa costruire sulla roccia.