22 agosto 2008

Rosso "malpela" il solito Colombo e Valerio Zanone


Vedi anche:

Il commosso "grazie" del Papa al fratello ed alla città di Castelgandolfo: servizio di Radio Vaticana

L'omaggio del Papa al fratello Georg: "Un punto di orientamento nelle situazioni difficili"

L'Australia ha scoperto la propria anima. Giornate indimenticabili segnate dall'entusiasmo dei giovani (Osservatore Romano)

Cordoglio del Papa per la sciagura aerea a Madrid (Osservatore Romano)

Lettera del Papa per i funerali di Mons. Wilhelm Egger: "Un caro amico fedele alla parola di Dio" (Osservatore Romano)

Il Papa ricorda Mons. Egger: "Perdita dolorosa anche per me personalmente" (Apcom e Il Velino)

Il coinvolgente insegnamento del Papa: "Il mondo dei santi ha i «colori» dei nostri giorni. E di Dio" (Sequeri)

La Chiesa ricorda San Pio X, Papa riformatore che, con il suo Catechismo, rese la dottrina della fede alla portata di tutti i fedeli (Radio Vaticana)

Card. Scola celebra funerali del vescovo di Bressanone

Il commento di padre Lombardi all'intervista rilasciata dal vescovo di Pechino al Tg1 (Radio Vaticana)

Libertà religiosa sotto attacco. L'occidente sta a guardare (Luca Volontè)

Iniziativa senza precedenti del vescovo di Newcastle (Australia): chiede pubblicamente scusa, sull'esempio del Papa, alle vittime dei preti pedofili

Benedetto XVI discuterà di Gesù con due teologi protestanti nel corso dell'annuale incontro con i suoi ex studenti

Il Papa: "La santità non è un lusso, non è un privilegio di pochi, ma la vocazione universale di tutti i battezzati. La santità è offerta a tutti"

Lupus in pagina

a cura di Rosso Malpelo - Gianni Gennari

Misure e "tagliandi" per furie e idee

Polemiche, e senso della misura. "Unità" ieri, p. 1: Furio Colombo replica a un attacco fatto di insulti personali, da parte del "Giornale", in relazione ad un singolare articolo di "Newsweek", firma fumosa e sconosciuta a tutti " anche a "Newsweek"(!) " che aveva suscitato i suoi dubbi e le sue fondate ironie. Ha ragione!
A dubbi sui fatti si replica con fatti, non con insulti.
Spiace, però, dover annotare che martedì scorso, al mattino, a "Radio Radicale", lo stesso Colombo ha dato più volte dei «mascalzoni» a tutti i medici «obiettori di coscienza all'aborto», aggiungendovi di suo anche gli «obiettori di coscienza al dolore» (?), perché per lui sono tutti tra quelli che l'aborto lo fanno di sicuro, ma in privato e nelle cliniche di lusso a pagamento"
Forse la «misura» serve sempre, alle accuse. Però una misura delle idee servirebbe anche all'on. Valerio Zanone, sempreverde in politica " stessa trasmissione " che pare sostenere, impavido, che la «vera laicità» è e deve essere tale che mai la legge dello Stato può corrispondere ai precetti religiosi, e quindi piacere alla Chiesa. Confonde ancora diritto e morale. Dire che "il peccato" non è come tale "reato" è, sì, laicità autentica, ma dire che ciò che per la coscienza morale religiosa è peccato mai può essere anche reato per il diritto penale e civile, è un'assurdità. Vale anche per il furto? E per l'omicidio? È noto infatti che in tema ci sono anche due "comandi" biblici, presenti anche nel Catechismo" Anche le idee invecchiano, onorevoli signori, e ogni tanto un «tagliando» sarebbe d'obbligo.

© Copyright Avvenire, 22 agosto 2008

Personalmente non accetto lezioni o lezioncine dall'onorevole Colombo.
Lo so che e' politicamente scorretto, ma non mi interessano gli insulti (e mascalzone e' un insulto a tanti medici che fanno il loro dovere!) di chi e' stato fra gli organizzatori del teatrino di Piazza Navona.
Interessante cio' che sostiene Zanone: se togliessimo dal codice penale i fatti che costituiscono sia reato sia peccato, gli studenti di giurisprudenza preparerebbero il relativo esame in meno di una settimana :-)

R.

2 commenti:

Carla ha detto...

Buon giorno a voi, a Furio Colombo, non è bastato l'exploit della kermesse Piazza Navona? E, Valerio Zanone (quanto tempo è passato, l'avevo praticamente rimosso) certo se deve riaffacciarsi con sortite di questa fatta sui rapporti tra diritto e morale - indubbiamente basate su impostazioni teoriche ormai datate - sarebbe meglio che prendesse in considerazione un definitivo e dignitoso abbandono di un contesto politico decisamente mutato rispetto a quello di trenta e venti anni fa. Saluti Carla

giovanni ha detto...

Leggo ed ascolto le interviste in orginale ed i commenti qui rilasciati; vorrei dire la mia in adesione alla opinione di zanone. Salto le considerazioni sull'età che considero un argomento che sotituisce la mancanza di (serie) motivazioni; se la stessa regola che "chi è vecchio deve tacere" fosse applicata ad altri oltre che a Zanone ... quanti hanni ha Ratzinger ? evidentemente non ritengo sia una valida impostazione quella che ritiene il diritto di parola e di opinione si perda ad una certa età.
Sul fatto di cui all'oggetto della polemica sono d'accordo che ciò che è peccato in quanto tale non devve essere reato. D'accordo che non è un blog filosofico ma ciò non esclude che taluni fatti ed atti siano considerati reati ed anche peccati. è il passaggio peccato=reato che è distorsivo; basta considerare che un fatto considerato illecito (quindi questa è la fonte) sia discirminato nel diritto (quindi reato) ed anche talvolta in dettami religiosi (quindi peccato). Con una impostazione più serena ed aperta si capisce meglio che nessuna gaffe o infelice sorttia è stata fatta da Zanone nè da chi la pensa in modo molto vicino a questi...