3 dicembre 2007

Gustavo Selva boccia l’informazione religiosa del servizio pubblico: “Si occupa poco e male della Chiesa" (da Petrus)


Vedi anche:

"Spe salvi", il teologo Vitiello: l'enciclica valorizza la ragione e la libertà. Per certi media è più comodo andare per slogan che leggere i testi..

Lettera dei 138 islamici e risposta del Papa: il commento di Magdi Allam

VATICANO-CINA/ DOMANI NOMINA UFFICALE DI VESCOVO GRADITO A SANTA SEDE

"Spe salvi", card. Lehmann (Germania): l'enciclica è un documento impressionante

L'ENCICLICA "SPE SALVI": LO SPECIALE DEL BLOG

Lettera aperta del dottor Germano Baldazzi alla dottoressa Barbara Spinelli circa l'articolo "Il grande inverno della Chiesa"

Speranza: La «Spe salvi» interroga la modernità (Sergio Givone per "Avvenire")

Violinista di 13 anni interpreta Paganini per Bertone e il Papa

"Spe salvi": la speranza nell'Angelus di ieri e nella visita all'ospedale San Giovanni

"Spe salvi": Luca Volontè risponde a Scalfari, Odifreddi, Hack e Vattimo

Il Papa non ha attaccato l'Onu? Abbiamo letto male? Padre Lombardi ci ha bacchettato? Non importa: noi giornali andiamo dritti per la nostra strada!

Il Papa: incoraggio le Ong ad opporre al relativismo la grande creatività della verità circa l'innata dignità dell'uomo e dei diritti che ne derivano (Discorso, quello VERO ED INTEGRALE, del Santo Padre alle Organizzazioni non governative di ispirazione cattolica)

Padre Lombardi deplora le forzature anti-Onu dei media dopo il discorso del Papa alle ONG cattoliche (da Petrus)

Bertone, il Papa e una violinista tredicenne

"Spe salvi": né la scienza né la politica redimono l'uomo ma la speranza cristiana (Fontana per "L'Occidentale)

Pöttering (Presidente Parlamento Europei) ai giovani: "Scegliete di fare la differenza" (Osservatore Romano)

Enciclica "Spe salvi": il commento di Gianni Baget Bozzo per "Il Foglio"

Enciclica "Spe salvi": i commenti di Franco Garelli e Gianni Vattimo ("La Stampa")

Enciclica "Spe salvi": due commenti de "Il Giornale"

Alberto Bobbio, «Relativismo morale»: scoppia la polemica Ma il Papa criticava Europa e Banca mondiale

ANGELUS DEL PAPA: VIDEO DI SKY

Enciclica "Spe salvi": i commenti di Angelo Zema, Paola Bignardi e Gaspare Mura (RomaSette)

L’uomo è l’unica creatura libera di dire di sì o di no all’eternità, cioè a Dio

Titoli e servizi sull’Onu rischiano di creare una polemica che non c’è

Enciclica "Spe salvi": i commenti di Brambilla e Colombo per "Avvenire"

Che cos'è la speranza? Consiste in sostanza nella conoscenza di Dio, ella scoperta del suo cuore di Padre buono e misericordioso

Polemica (inventata) Papa-Onu: ecco come sono andate veramente le cose...agenzie e giornali prendano atto!

Il Signore ci avverte di attenderlo vigilando, perche' la sua venuta non può essere programmata o pronosticata, ma sarà improvvisa ed imprevedibile

Il vaticanista Lucio Brunelli: "L'inferno, Benigni e Papa Benedetto" (Eco di Bergamo)

Eugenio Scalfari boccia l'enciclica "Spe salvi" con argomenti non nuovi

Gustavo Selva boccia l’informazione religiosa del servizio pubblico: “Si occupa poco e male della Chiesa, si dia più spazio alla struttura Rai-Vaticano”

di Bruno Volpe

CITTA’ DEL VATICANO - "L’informazione religiosa della Rai, così com’è, non va bene". L'affondo non è di un giornalista o di un politico qualsiasi, ma del Senatore Gustavo Selva di Forza Italia, per anni corrispondente della Tv di Stato dall'estero, poi conduttore del Tg1, del Gr ed ex Presidente di Rai Corporation.

Dottor Selva, il Suo giudizio è molto critico e severo…

"Veda, la Rai, giustamente, dedica spazio agli eventi religiosi quando vi sono grandi liturgie, raduni, congressi internazionali, e su questo n on ho nulla da obiettare..."

E il dissenso da cosa nasce, allora?

"Nei Tg l’informazione è poca, fugace e spesso tendenziosa. E’ ormai palese che alla Rai, malgrado la presenza di tanti validi vaticanisti e di una struttura ad hoc, non si presta più attenzione all'approfondimento dottrinale e alla quotidianità della vita della Chiesa; vita della Chiesa che, purtroppo, è addirittura praticamente ignorata. A questo punto mi chiedo che ragione abbia d’essere la struttura Rai-Vaticano se, nei fatti, la si è emarginata e messa sotto schiaffo senza dare la possibilità a giornalisti del calibro di Giuseppe De Carli di lavorare nelle migliori condizioni. Misteri della Rai…".

Senatore, intanto è stata da poco pubblicata l’Enciclica di Benedetto XVI sulla speranza…

"Già, e voglio proprio vedere come la Rai affronterà il tema. Tuttavia, sono dell'opinione che la Tv di Stato passerà in volo alto, non approfondendo affatto i contenuti dell’Enciclica. Poi, se proprio si dovesse parlare della ‘Spe Salvi’, mi chiedo se in Rai sapranno o vorranno invitare ospiti favorevoli al Papa e alla Chiesa cattolica. Perché questo è un altro dei problemi dell’informazione religiosa: negli ultimi tempi, prenda il caso di Padre Pio, anche in ‘speciali’ di alto livello, è stata data eccessiva e deleteria importanza a storici anticlericali come se si trattasse degli unici depositari della verità".

Da giornalista prima ancora che da politico, cosa ritiene utile per colmare queste lacune della Rai?

"Semplice: valorizzare e dare il giusto ruolo e risalto ai vaticanisti Rai, a quelli veri, in particolare a quelli della struttura Rai-Vaticano, non certo agli ultimi arrivati…".

Senatore, torniamo all’ultima Enciclica del Papa…

"L’ho letta e l’ho trovata splendida; la ritengo, personalmente, la prosecuzione naturale di quella precedente sull’amore".

Il Santo Padre ha interpretato alla perfezione una delle necessità del nostro tempo: oggi più che mai, il mondo ha bisogno di speranza…

"Certo. Senza speranza non si può vivere. Tanto più che la speranza non è affatto un sentimento passivo, ma ha bisogno di cooperazione attiva. La speranza consiste nel vivere coerentemente il Vangelo, nel saper resistere al relativismo, nel difendere i valori non negoziabili come il diritto alla vita e la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna. Purtroppo, falsi e cattivi profeti e maestri, anche dagli schermi televisivi, ingannano e disorientano".

Lei ha avuto modo di incontrare Benedetto XVI. Che impressione Le ha fatto?

"Splendida. E’ una persona amabile, disponibile, educata. Non è l’uomo freddo e distaccato che avevano descritto prima e subito dopo la sua elezione. Certo, bisogna tener conto che è tedesco, ma anche bavarese, quindi un tedesco anomalo, un napoletano della Germania, caloroso e gioioso. Inoltre, non lo scopro io, è un teologo di primo livello, un intellettuale di immensa grandezza, una delle menti più geniali della contemporaneità".

Senatore Selva, che cosa apprezza maggiormente di questo Pontificato?

"L’onestà e la chiarezza. Il Papa si esprime senza troppi giri di parole, va dritto al cuore dei problemi e il suo Magistero è in piena continuità con quello del Servo di Dio Giovanni Paolo II”.

© Copyright Petrus

Posso dirlo? AMEN!
R.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Che cosa aggiungere a tutto che Già Selva???? Solo una cosa che anche Canale 5 l'altra sera per la voce della Parodi, ha liquidato con un " Il Papa condanna la scenza nella sua Enciclica" senza spiegare che cosa si volesse intendere di fatto con quella frase. E' chiaro che non dando ulteriori spiegazioni, la notizia è arrivata falsata e non vera.
Purtroppo, non solo la Rai fa di questi scempi.

Raffaella ha detto...

Concordo!
Qualcuno potrebbe obiettare che la Rai, al contrario di Mediaset, e' un servizio pubblico, ma io ritengo che anche le reti private nazionali abbiano il dovere di informare correttamente i telespettatori.