2 dicembre 2007

Polemica (inventata) Papa-Onu: ecco come sono andate veramente le cose...agenzie e giornali prendano atto!


Vedi anche:

"Spe salvi": "Redenzione fa rima con amore" (Briguglio per "La Gazzetta del sud")

Il Signore ci avverte di attenderlo vigilando, perche' la sua venuta non può essere programmata o pronosticata, ma sarà improvvisa ed imprevedibile

Il vaticanista Lucio Brunelli: "L'inferno, Benigni e Papa Benedetto" (Eco di Bergamo)

Eugenio Scalfari boccia l'enciclica "Spe salvi" con argomenti non nuovi

L'ENCICLICA "SPE SALVI": LO SPECIALE DEL BLOG

"Spe salvi", Accattoli: sul «cristianesimo moderno» il Pontefice annuncia un mea culpa

La visita del Papa all'ospedale dell'Ordine di Malta: diretta su Sat2000 e Telepace a partire dalle 9

"Libero" profetico: le parole del Papa alle Ong appariranno sui giornali come l'ennesima "crociata"

Falsa polemica Papa-Onu: i commenti di Accattoli e Politi. Notare bene: i titoli non corrispondono ai testi degli articoli

Come creare un caso che non esiste: polemica Papa-Onu. Basterebbe leggere il discorso del Papa. O forse c'entrano i consensi intorno alla "Spe salvi"?

Enciclica "Spe salvi": il commento del Vicedirettore dell'Osservatore Romano, Carlo Di Cicco ("Ritorno alla speranza")

Randazzo (L'Occidentale): leggendo la "Spe Salvi" si ha l’impressione che il Papa si rivolga al singolo lettore, quasi avesse un unico destinario

"Spe salvi": i commenti di Mons. Pieran­gelo Sequeri (teologo) e del prof. Francesco Botturi (filosofo)

Il Papa: incoraggio le Ong ad opporre al relativismo la grande creatività della verità circa l'innata dignità dell'uomo e dei diritti che ne derivano

Enciclica "Spe salvi": lo speciale di "Avvenire"

Enciclica "Spe salvi": i volti della speranza tratteggiati dal Papa nel documento (Avvenire)

Padre Lombardi: le agenzie ed i tg hanno "forzato" il discorso del Papa alle Ong

Enciclica "Spe salvi": Radio Vaticana intervista il cardinale Vanhoye e Giuliano Ferrara

"Spe salvi": il commenti di Politi e l'intervista di La Rocca al prof. Cacciari (Repubblica)

Rosso Malpelo spiega il significato etimologico della parola "speranza"

Il Papa: il dibattito internazionale è segnato dal relativismo

Enciclica "Spe salvi": il commento di Antonio Socci

Enciclica "Spe salvi": il commento di Enzo Bianchi ("La Stampa")

Enciclica "Spe salvi": il commento (in inglese) di John Allen

"Spe salvi", il filosofo Reale: «Conservatore è chi critica questo documento» (Corriere della sera)

"Spe salvi": "Speranza come dono". Il commento di Joaquín Navarro-Valls per "Repubblica"

Amore, Avvento e Speranza in un testo dell'allora cardinale Ratzinger (da "Cercate le cose di lassù")

Enciclica "Spe salvi": il commento del Direttore dell'Osservatore Romano, Giovanni Maria Vian

Grazie alla nostra Mariateresa possiamo leggere "qualcosina" di veramente interessante:

L'Onu al Papa: le Nazioni unite si fondano sui diritti umani

NEW YORK - «Benedetto XVI ha ragione». Fahran Haq, uno dei portavoce del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon, non si difende dal monito che il Pontefice ha pronunciato questa mattina, denunciando il paganesimo della politica internazionale e il rischio del relativismo morale nell’attività alcune organizzazioni internazionali, inclusa l'Onu.
«E' certamente vero - dice Haq ad Apcom - le Nazioni Unite sono un’organizzazione fatta di governi. Ma in sessant'anni abbiamo cercato di includere sempre di più le persone, di ascoltare le indicazioni delle diverse società, di dare peso alle organizzazioni non governative, e al mondo accademico in tutto ciò che facciamo».
Il relativismo morale? «C'è. Ma è purtroppo necessario fare i conti con una sfida continua per noi, quella di mettere d’accordo molti governi. Ma ci sono valori che l’Onu difende al di là di questa necessità di compromesso. Ad esempio la dichiarazione sui diritti dell’uomo, che è una delle pietre angolari su cui poggia l'organizzazione. Ci sono molti paesi che non aderiscono a determinati trattati, ma l’Onu comunque li lega in una rete comune e nei confronti di quei governi noi prendiamo posizione».
Il Papa ha denunciato la logica relativistica che caratterizza il dibattito internazionale e, di fronte alle tante problematiche e sfide che devono affrontare le Nazioni Unite e le altre organizzazioni internazionali e regionali, investe le organizzazioni non governative cattoliche di una missione da realizzare di concerto con la Santa Sede: «Promuovere uniti quei principi etici non negoziabili».
La formula è quella utilizzata nei sacri palazzi per indicare la promozione della vita («no» ad aborto, eutanasia ed esperimenti sugli embrioni umani), della famiglia (rifiuto delle unioni omosessuali) e della libertà di educare i propri figli alla fede cattolica. Una linea di pensiero entrata più volte in collisione, in passato, con la diplomazia internazionale.
Il Pontefice lo ha detto ricevendo, per la prima volta, alcune ong cattoliche (tra le altre Caritas Internationalis, New Humanity, Unione mondiale delle organizzazioni femminili cattoliche, Imcs-Pax Romana) questa mattina. «Spesso - ha detto - il dibattito internazionale appare segnato da una logica relativistica che pare ritenere, come unica garanzia di una convivenza pacifica tra i popoli, il negare cittadinanza alla verità sull'uomo e sulla sua dignità nonché alla possibilità di un agire etico fondato sul riconoscimento della legge morale naturale».

Dopo i primi lanci di agenzia relativi al discorso del Papa il direttore della sala stampa vaticana è intervenuto per precisare che quello di Benedetto XVI - che ad aprile interverrà a New York all’assemblea generale delle Nazioni Unite - non era un attacco all’Onu. «Il Papa non ha affermato che il relativismo morale domina le Nazioni unite e le altre organizzazioni internazionali ma che spesso il dibattito internazionale appare segnato da una logica relativistica», ha sottolineato padre Federico Lombardi.

La Gazzetta del Mezzogiorno online

6 commenti:

Anonimo ha detto...

E' curioso vedere discorsi diversi relativi alla stessa itnervista. Cioè la verità immagino sia una sola, eppure le parole riportate dai vari giornali diverse.

La versione che date voi è solo un'altra variante, perchè dovrebbe essere più "vera" di altre?

Raffaella ha detto...

Perche' trova conferma in altri articoli che verranno riportati piu' tardi.

Roby ha detto...

anche le altre posizioni trovano conferme in altri articoli di giornale.... non è un buon argomento...

Raffaella ha detto...

Gli articoli dell'Eco di Bergamo, della Gazzetta del Mezzogiorno e di Avvenire riportano per intero le parole del portavoce dell'Onu. Questo mi pare un ottimo argomento...

Raffaella ha detto...

Leonardo, tutti i commenti sono moderati e non posso stare davanti al pc costantemente. Visto il tenore del secondo post, non ritengo di dover pubblicare nemmeno il primo.

leonardo ha detto...

cara raffella, moderare i commenti è solo un eufemismo per dire "censurare preventivamente". Se non mi piace quello che scrivi, non lo pubblico, tanto nessuno lo saprà mai.

Se sono stato offensivo dimmi dove e lo riscriverò "ripulito". Se non sono stato offensivo e non ho raccontato menzogne dovresti pubblicarlo. Ognuno deve vivere con la propria coscienza, fai come ti pare.