27 agosto 2008

Rosso "malpela" Melloni ed il "doppio" mistero :-)


Vedi anche:

Cina, stretta dopo i Giochi. Fatto sparire un vescovo (Capuzzi)

Carlo Di Cicco: "Il ripudio della violenza". Analisi degli appelli di Benedetto XVI (Osservatore Romano)

Intervista al direttore delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo: "Cinque Papi in campagna" (Osservatore Romano)

In India nuovi allarmanti attacchi contro i cristiani (Osservatore Romano)

Vaticano: solidarietà alle vittime dell’Orissa. Vescovo indiano: "Una vergogna per lo Stato" (Asianews)

India: in salvo i due sacerdoti rapiti...sono riusciti a fuggire

Le vie laiche (e laiciste) per zittire la Chiesa: D'Agostino risponde per le rime a Melloni (Avvenire)

Secondo Melloni nessuno vuole chiudere la Chiesa nelle sagrestie. Davvero? E' un concetto nuovo...

Il card. Scola parla della somiglianza fra Benedetto XVI e Papa Luciani ad iniziare dal sorriso (Radio Vaticana)

India, orrore nell’assalto anti-cristiano (Avvenire)

Londra: card. Newman riesumato: e c’è chi inventa la polemica (a cui il blog non darà voce)

India, caccia ai cristiani: due missionari arsi vivi (Coggiola)

Ratzinger professore: il nuovo libro di Gianni Valente in uscita a settembre (Tornielli)

Dichiarazioni aberranti del presidente del consiglio hindu: "Violenze in India? Tutta colpa dei missionari che vogliono convertirci"

Pastoralità specifica per i separati che restano soli: alcune importantissime iniziative

Il Papa a Cagliari: a pieno ritmo la macchina organizzativa, ecco le indicazioni per i fedeli (Girau)

Da Castel Gandolfo un appello del Papa: «La violenza va ripudiata» (Monteforte per l'Unità)

Consiglio di lettura: "Benedetto. La biografia" di Stefan von Kempis (Marietti)

Lupus in pagina

a cura di Rosso Malpelo - Gianni Gennari

Cecità oramai scontate, sordità da" paura

Qualche volta capisci: è normale. Qualche altra non capisci, e ti dispiace.
Sul "Venerdì" di "Repubblica" (22/8, p. 11) Curzio Maltese definisce "inaspettata" la vittoria della destra alle elezioni comunali di Roma. Lui si aspettava l'opposto. Normale: con la sua "inchiesta" ormai leggendaria per errori, omissioni e falsi voluti, ha mostrato di non saper vedere o di non voler capire la realtà.
Anormale invece che lunedì su "Repubblica" (p. 4) Alberto Melloni " uno che di solito, anche quando non ne condividi le posizioni, trovi serio " intervistato da Silvio Buzzanca spieghi così tutto l'intervento del cardinale Bagnasco a Rimini: «"da due secoli la Chiesa ha una grande paura.
Una paura antimoderna».
Paura di che? Paura di non aver «voce pubblica», spiega Melloni, che replica forte: e invece «ce l'ha" ce l'ha perché i cristiani fanno parte del Paese" e fanno valere la loro voce, la loro competenza».
Leggi e messa così ti dispiace davvero, perché ti chiedi seriamente se Melloni domenica conosceva davvero l'intervento del presidente della Cei. Ne aveva il testo? Radio Radicale l'ha trasmesso lunedì" L'ha sentito in diretta?

Tu vai a leggerlo con attenzione parola per parola e lo trovi tranquillo, pacato, sereno, senza punte polemiche, tutto in positivo, rispettoso e pieno di speranza. Dov'era, la paura? Cosa ha letto Melloni? Un mistero!

Che ad essere pignoli è doppio"

Ora Melloni è sicuro che «la voce» e «la competenza» dei laici c'è, ed è «fatta valere», ma tu ricordi che qualche mese fa " rilevato anche qui " diceva che Cei e Vaticano spegnevano ogni altra "voce". Convertito? Non del tutto, per ora.

© Copyright Avvenire, 27 agosto 2008

3 commenti:

euge ha detto...

Non sò che cosa abbia letto Melloni ma, di sicuro non il discorso di Bagnasco!!!!!!

euge ha detto...

Non sò che cosa abbia letto Melloni ma, di sicuro non il discorso di Bagnasco!!!!!!

Giuseppe ha detto...

"Da due secoli la Chiesa ha paura"?

Due secoli fa, in nome dei "sacri princìpi dell'Ottantanove", il governo di un paese europeo ordinava la deportazione del Pontefice e proclamava la fine del papato. Quel governo finì in un amen, e la Chiesa non ebbe paura.

Nell'ultimo secolo, prima un orribile e sanguinario governo comunista, poi - in aggiunta - un orribile e sanguinario governo nazionalsocialista, sulla base di princìpi volgarmente scientisti o neopagani, dichiararono più volte la fine del Cristianesimo (e per accelerare il decesso ammazzarono qualche decina di milioni di credenti in Cristo e diversi milioni di credenti in Dio Creatore). I due governi - prima l'uno poi l'altro - fecero una pessima fine. La Chiesa non ebbe paura.

Il coraggio di resistere al Male, e al Maligno, la Chiesa non lo trovò nella carne e nella ragione: lo trovò nella promessa del suo fondatore: le porte dell'inferno non prevarranno.

Melloni dovrebbe vergognarsi di continuare a dirsi cattolico.