25 agosto 2008

Cina: arrestato il vescovo Jia Zhiguo.I cattolici temono una recrudescenza di persecuzione ed arresti ora che è finita la “tregua” olimpica (Asianews)


Vedi anche:

Vasta eco per le parole di Benedetto XVI sul pericolo dei nazionalismi. Intervista al prof. Giovagnoli (Radio Vaticana)

Appello del Pontefice per la pace: «Preoccupa la crescente tensione» (Il Messaggero)

Consiglio di lettura: "Benedetto. La biografia" di Stefan von Kempis (Marietti)

Notizie d’agosto. Tempo sprecato per l’informazione (Deriu per Sir)

Sette giorni di incontri e di mostre a Rimini: «Protagonisti o nessuno». Ma non è un reality (Osservatore Romano)

L'omaggio del Papa a Schubert, colui che "fece risuonare la poesia e parlare la musica"

Il primo settembre Papa Benedetto XVI riceverà in udienza privata Ingrid Betancourt

Pastoralità specifica per i separati che restano soli: alcune importantissime iniziative

Cittadinanza onoraria a Georg Ratzinger, il fratello del Pontefice. La commozione del Papa (Jovino)

Cresce la tensione internazionale ma il Papa invita a non cedere al pessimismo (Il Tempo)

Crisi internazionale. La coscienza comune: la denuncia e il monito di Benedetto XVI (Zavattaro)

Vian: "Ecco la sfida che il Papa lancia ai partecipanti al Meeting" (Sussidiario)

"La Chiesa, un popolo che fa storia": l'intervento del card. Bagnasco al Meeting di Rimini

La diocesi di Trieste si prepara alla beatificazione di don Francesco Bonifacio. Mons. Ravignani: ucciso dai miliziani di Tito perché sacerdote (R.V.)

Pechino dice addio ai Giochi olimpici. Un piccolo bilancio (Asianews)

Card. Bagnasco: «Vogliono una Chiesa che rimanga chiusa in chiesa» (Il Giornale)

Giovanni Paolo I, l’essenza del Vangelo. Trent’anni fa l’elezione di Albino Luciani (Avvenire)

ANGELUS DEL PAPA: I VIDEO

Il saluto di Benedetto XVI al Meeting di Rimini: "Il compimento dell’umano è la conoscenza di Dio"

All'Angelus l'appello del Papa alle Nazioni: sia scongiurato il ritorno a tragiche contrapposizioni del passato! (Radio Vaticana)

Cina: cacciato vescovo sgradito. Allontanato da capitale per evitare contatti con giornalisti

Il Papa: "La violenza va ripudiata". Un pensiero alle vittime dell'incidente aereo di Madrid: "Prego per loro"

Appello del Papa per la pace: "Preoccupa la crescente tensione"

Il Papa: "La missione di Pietro, e dei suoi successori, è quella di servire quest’unità dell’unica Chiesa di Dio formata da giudei e pagani". Vibrante appello di Benedetto XVI per la pace nel mondo.

"Per chi suona la campana del Papa": il commento di Enzo Bianchi alle parole del Papa contro il razzismo (La Stampa)

Monsignor Bagnasco apre il Meeting di Cl: "La Chiesa protagonista in politica" (Zucchetti)

CINA- VATICANO

Mons. Jia Zhiguo portato via dalla polizia

di Wang Zhicheng

L’arresto è avvenuto poco prima della conclusione delle Olimpiadi. Il vescovo si trovava da mesi agli arresti domiciliari. I cattolici temono una recrudescenza di persecuzione ed arresti ora che è finita la “tregua” olimpica.

Pechino (AsiaNews) – Nel giorno della chiusura delle Olimpiadi, mons. Giulio Jia Zhiguo, vescovo sotterraneo di Zhengding (Hebei), è stato portato via dalla polizia in un luogo sconosciuto. Il vescovo si trovava da mesi agli arresti domiciliari.

Secondo fonti di AsiaNews, ieri il vescovo ha celebrato la messa domenicale, alla presenza di alcuni fedeli nella cattedrale di Wuqiu. Alle 10 di mattina, 4 poliziotti sono entrati nella chiesa e lo hanno trascinato via senza dire nulla. I fedeli non sanno nulla del luogo in cui si trova né dei motivi di questo arresto. Un sacerdote ha commentato: “ Dopo le Olimpiadi, in Cina tutto ritorna come prima”.
Durante il periodo delle Olimpiadi il governo aveva costretto agli arresti domiciliari molti vescovi e sacerdoti della Chiesa sotterranea. Lo stesso mons. Jia era vigilato 24 ore su 24. La polizia aveva perfino costruito una baracca davanti alla casa del vescovo per facilitare la guardia giorno e notte, con turni di veglia e di sonno.
La pubblica sicurezza aveva proibito ogni raduno dei cristiani durante il periodo delle Olimpiadi, per evitare tensioni e problemi di immagine alla Cina. Ma un migliaio di fedeli della diocesi di Zhengding, sfidando il divieto, si sono radunati il giorno dell’Assunta nella cattedrale. La polizia, per evitare conflitti, ha ordinato al vescovo di celebrare la messa, rimanendo nel cortile della chiesa.
Mons. Jia, 73 anni, ha passato 15 anni in prigione (dal ’63 al ’78). Dal’89 in poi si trova sotto stretto controllo della polizia. In tutti questi anni è stato arrestato e poi liberato almeno 11 volte. Quella di ieri è la dodicesima. In passato il Vaticano ha spesso perorato la causa della sua libertà. La sua diocesi conta 110 mila cattolici, almeno 80 sacerdoti e più di 90 suore.
Alcuni cattolici sotterranei hanno detto ad AsiaNews che essi temono una recrudescenza della persecuzione e una nuova ondata di arresti dopo le Olimpiadi.

© Copyright Asianews

2 commenti:

chiara ha detto...

Urge appello del mediatico Dalai Lama che può attivare i giornalisti e urge uno sciopero della fame di Pannella.

SERAPHICUS ha detto...

E' finita la farsa di questi "Giochi", e sarebbe ora di aprire gli occhi.
Lo ritengo uno scandalo che un vescovo della chiesa patriottica poteva dichiarare al TG1 che "non esiste il problema della chiesa clandestina".

Non dimenticherò questa faccia condiscendente e il modo in cui non si vergognò dire manifeste bugie.

Il problema cinese esiste tuttora, ed è inutile nascondersi davanti alla loro evidenza.